SHADOW OF NINJIA
SHADOW OF NINJA

Microsoft, Apple, Nvidia, Google, Amazon e Meta: primo semestre 2024 molto positivo

Big Tech sulla cresta dell’onda, e a fungere da locomotiva autentica per tutti i mercati azionari dell’Occidente. Cina a parte, le performance messe a segno nel primo semestre 2024 da Microsoft, Apple, Nvidia, Google, Amazon e Meta sono a dir poco strabilianti. Superiori a tutte le aspettative, con risultati trimestrali in crescendo (seppur in qualche caso con sfumature diverse) e titoli azionario che hanno fatto (e continuano a farlo) il botto.

Microsoft, Apple, Nvidia, Google, Amazon e Meta: il boom in borsa

La capitalizzazione raggiunta al Nasdaq da Microsoft, Apple, Nvidia, Google, Amazon e Meta è roba da vertigini. Oltre i 3 trilioni di dollari le prime tre della classe, con il colosso dei chip Nvidia che ha scalato la classifica a passo spedito, e Amazon (il gigante dell’e-commerce, ma sempre più leader nel clou) che è diventata la quinta società Usa infrangere la soglia dei trilioni di dollari.

eu big tech telco igizmo

Guardando agli andamenti trimestrali che si sono succeduti, la parola chiave (anzi sono due) appare fin troppo scontata: intelligenza artificiale. Questo è e sarà il tormentone per il almeno il prossimo triennio (sostiene qualche esperto e analista del settore). La nuova tecnologia, diventata anche oggetto di attenta analisi da parte dei legislatori di tutto il mondo, sta facendo cambiare (e di parecchio) il paradigma nello scenario digitale e dunque della vita quotidiana. Ma ecco, per le suddette Big tech perché il primo semestre 2024 è sicuramente da incorniciare e da raccontare agli amici, come si dice in gergo. Queste da inizio gennaio, al 28 giugno, gli andamenti collezionati sui mercati finanziari dalle varie quotazioni delle azioni:

Microsoft: da 370,87 a 446,95 dollari

Apple: da 185,64 a 210,61 (e questo nonostante tra gennaio e febbraio il gruppo di Cupertino avesse subito due downgrade)

Nvidia: da 48,17 a 123,50 dollari

Google: da 138,17 a 182,15

Amazon: da 149,93 a 193,25 dollari

Meta: da 346,29 a 503,89 dollari

Big Tech e il futuro

Insomma, le Big Tech Usa hanno messo a segno crescite consistenti e poderose, tra lasciando il capitolo legato a Tesla. Contestualmente Microsoft, Apple, Nvidia, Google, Amazon e Meta devono fare i conti con un panorama di business e dunque di regolamentazione normativa che si sta facendo (come accennato sopra) più attento, sensibile per non dire stringente. La forza dirompente dei colossi delle tecnologie deve fare di conto con la necessità di una ponderazione nelle relazioni di business tra le diverse aree geografiche. Ma è fuori discussione che la loro forza e portata è sotto gli occhi di tutti. Il boom dei titoli azionari, talvolta, ha celato un eccessivo di speculazione, la determinazione di una autentica “bolla”, con cadute improvvise e dannose. Nel primo semestre 2024 nell’incremento del valore di capitalizzazione delle società c’è sicuramente tanta “finanza”, ma c’è altrettanta “sostanza”.

SHADOW OF NINJA
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
LEXAR
SUBSONIC