NIKON
TOPPS

L’UE si accorge di Temu e impone gli obblighi del Dsa: cosa cambierà

Finalmente la Commissione europea si è accorta di Temu, e delle pratiche non sempre condivisibili soprattutto in tema di privacy, ha formalmente designato Temu come Very Large Online Platform (VLOP) ai sensi del Digital Services Act (DSA). In sostanza, sta imponendo all’e-commerce maggiori obblighi e controlli da parte degli enti europei. Viene da dire, dopo le numerose righe scritte su questo web magazine di allerta: “era ora!”. Spiega l’UE: “Temu è un mercato online con una media di oltre 45 milioni di utenti mensili nell’Unione Europea. Questo numero utente, che Temu ha comunicato alla Commissione, è superiore alla soglia DSA per la designazione come VLOP”.

A seguito della designazione come VLOP, Temu dovrà conformarsi alle norme più stringenti previste dalla DSA entro quattro mesi dalla sua notifica (ovvero entro la fine di settembre 2024), come l’obbligo di valutare debitamente e mitigare eventuali rischi sistemici derivanti da i loro servizi, inclusa la pubblicazione e la vendita di beni contraffatti, prodotti non sicuri o illegali e articoli che violano i diritti di proprietà intellettuale.

Più nello specifico, tali ulteriori obblighi riguardano:

Sorveglianza più diligente dei prodotti illegali

  • Temu deve analizzare diligentemente i rischi sistemici specifici in merito alla diffusione di contenuti e prodotti illegali e dalla progettazione o dal funzionamento del suo servizio e dei suoi sistemi correlati. Le relazioni sulla valutazione del rischio dovranno essere fornite alla Commissione 4 mesi dopo la notifica della designazione formale e successivamente una volta all’anno.
  • Temu deve mettere in atto misure di mitigazione per affrontare i rischi, come la quotazione e la vendita di beni contraffatti, prodotti non sicuri e articoli che violano i diritti di proprietà intellettuale. Queste misure possono includere l’adattamento dei termini di servizio, il miglioramento della progettazione dell’interfaccia utente per una migliore segnalazione e rilevamento di elenchi sospetti, il miglioramento dei processi di moderazione per rimuovere rapidamente articoli illegali e il perfezionamento degli algoritmi per prevenire la promozione e la vendita di beni proibiti.
  • Temu deve rafforzare i propri processi interni, risorse, test, documentazione e supervisione di qualsiasi attività legata all’individuazione dei rischi sistemici.

Misure rafforzate di tutela dei consumatori

  • I rapporti annuali di valutazione del rischio di Temu devono valutare specificamente eventuali effetti negativi sulla salute e la sicurezza dei consumatori, con particolare attenzione al benessere fisico e mentale degli utenti minorenni.
  • Temu è tenuta a strutturare la propria piattaforma, comprese le interfacce utente, gli algoritmi di raccomandazione e i termini di servizio, per mitigare e prevenire i rischi per la sicurezza e il benessere dei consumatori. È necessario attuare misure per proteggere i consumatori dall’acquisto di beni non sicuri o illegali, con particolare attenzione alla prevenzione della vendita e della distribuzione di prodotti che potrebbero essere dannosi per i minori. Ciò include l’integrazione di solidi sistemi di assicurazione dell’età per limitare l’acquisto di articoli soggetti a limiti di età.

Più trasparenza e responsabilità

  • Temu deve garantire che le sue valutazioni del rischio e il rispetto di tutti gli obblighi DSA siano controllati esternamente e in modo indipendente ogni anno.
  • Temu deve pubblicare repository di tutti gli annunci pubblicati sulla sua interfaccia.
  • Temu dovrà dare accesso ai dati disponibili al pubblico ai ricercatori, compresi i ricercatori selezionati designati dai coordinatori dei servizi digitali.
  • Temu deve rispettare i requisiti di trasparenza, inclusa la pubblicazione di rapporti di trasparenza sulle decisioni di moderazione dei contenuti e sulla gestione del rischio ogni sei mesi, oltre ai rapporti sui rischi sistemici e sui risultati degli audit una volta all’anno.
  • Temu deve nominare una funzione di conformità ed essere soggetto ogni anno a un audit esterno indipendente.

Dal 17 febbraio 2024 tutte le piattaforme online, compresa Temu, sono già tenute a rispettare gli obblighi generali previsti dalla DSA. Queste disposizioni generali includono gli obblighi per i mercati online di:

  • Garantire la tracciabilità dei trader sulle loro piattaforme;
  • Progettare la propria interfaccia in modo tale da agevolare il rispetto da parte dei commercianti dei loro obblighi legali ai sensi del diritto dell’UE;
  • Informare i consumatori dell’acquisto di un prodotto illegale nel momento in cui vengono a conoscenza dell’illegalità del prodotto.

Dal 17 febbraio 2024 la DSA impone inoltre a tutte le piattaforme online, compresi i marketplace, di:

  • Fornire meccanismi di facile utilizzo per consentire agli utenti o alle entità di segnalare contenuti illegali;
  • Dare priorità al trattamento delle segnalazioni inviate dai cosiddetti “segnalatori attendibili”;
  • Fornire motivazioni agli utenti quando i loro contenuti vengono limitati o rimossi;
  • Fornire un sistema interno di gestione dei reclami affinché gli utenti possano appellarsi alle decisioni di moderazione dei contenuti;
  • Riprogettare i propri sistemi per garantire un elevato livello di privacy, sicurezza e incolumità dei minori;
  • Garantire che le loro interfacce non siano progettate in modo da ingannare o manipolare gli utenti;
  • Etichettare chiaramente la pubblicità sulle loro interfacce;
  • Smettere di presentare pubblicità mirata basata sulla profilazione di dati sensibili (come origine etnica, opinioni politiche o orientamento sessuale), o mirata a minori;
  • Avere termini e condizioni chiari e agire in modo diligente, obiettivo e proporzionato quando li applicano;
  • Pubblicare una volta all’anno rapporti sulla trasparenza sui processi di moderazione dei contenuti.

Conclude l’UE: “Dopo la sua designazione come VLOP, la Commissione sarà competente a supervisionare la conformità di Temu alla DSA in collaborazione con il coordinatore irlandese dei servizi digitali. I servizi della Commissione monitoreranno attentamente l’applicazione delle norme e degli obblighi DSA da parte della piattaforma, in particolare per quanto riguarda le misure volte a garantire la tutela dei consumatori e ad affrontare la diffusione di prodotti illegali. I servizi della Commissione sono pronti a collaborare strettamente con Temu per garantire che questi problemi siano affrontati adeguatamente”. In bocca al lupo a Temu.

TOPPS
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
TOPPS
SUBSONIC