playit

Tiscali Spa si fonde definitivamente con Linkem Retail Srl. Dunque, si è chiusa l’operazione (affatto semplice) annunciata alla fine dell’anno scorso. La fusione sarà operativa a partire dal prossimo 1° agosto. La società – che offre una gamma di servizi quali accesso a Internet in modalità Broadband e UltraBroadband fisso e Fixed Wireless, servizi di telefonia mobile -è quotata alla borsa italiana, al 31 dicembre 2021 ha registrato un portafoglio clienti pari a 642,6 mila unità e vanta il portale di notizie, con all’attivo oltre 9 milioni di visitatori al mese. 

Tiscali, il comunicato e le implicazioni

Riportiamo di seguito la nota ufficiale diffusa da Tiscali: “Tiscali Spa. informa che, in data odierna, è stato stipulato l’atto di fusione relativo all’incorporazione di Linkem Retail Srl. Si tratta della fase conclusiva della complessa operazione comunicata a fine 2021 dalle due società e che si basa su un nuovo piano industriale validato anche dal mondo bancario. Grazie alla fusione, che avrà efficacia dal 1° agosto 2022, Tiscali supera definitivamente il piano attestato ex art. 67 L.F. e si proietta verso il futuro della nuova realtà industriale che sfrutterà tutte le potenzialità e gli asset del Gruppo Tiscali e del Gruppo Linkem. La “nuova” Tiscali esce da una fase molto delicata ed è ora pronta ad offrire le migliori soluzioni di connettività per le famiglie e per il mercato delle imprese e delle pubbliche amministrazioni, destinate ad una completa trasformazione digitale basata su servizi fissi, mobili, 5G e cloud. A servizio della fusione Tiscali emetterà in favore di Linkem S.p.A., socio unico di Linkem Retail, n. 104.025.497 azioni ordinarie da assegnarsi a Linkem S.p.A., per servire il rapporto di cambio, per un importo complessivo pari a euro 103.858.806. Al fine di ricondurre tutte le attività retail al medesimo livello, in sostanziale contestualità con il perfezionamento della fusione, il ramo d’azienda Linkem è stato oggetto di conferimento, da parte di Tiscali, in favore della società operativa Tiscali Italia Spa”.