PURO
PURO

Meltdown, Intel avvisa di NON installare le patch firmware

Le patch del firmware progettate per proteggere i processori Intel da attacchi causati dai bug Meltdown e Spectre (che non si sono ancora visti in circolazione) stanno creando problemi pesanti, dai reboot più frequenti al taglio delle prestazioni su alcuni sistemi.
Il problema è abbastanza grave tanto che ora Intel sta raccomandando agli utenti di non installare le patch attualmente disponibili e attendere quelle migliorate ancora in fase di test. Navin Shenoy, Intel executive vice president,  in un post del 22 gennaio afferma:

“We recommend that OEMs, cloud service providers, system manufacturers, software vendors and end users stop deployment of current versions, as they may introduce higher than expected reboots and other unpredictable system behavior.”

La lista delle CPU coinvolte è lunga. L’11 Gennaio Intel confermava i problemi di reboot sui sistemi Haswell (2013) e Broadwell (2014). Una settimana dopo ha aggiunto: Sandy Bridge (2011), Ivy Bridge (2012), Skylake (2015), Kaby Lake (2017) e i nuovi 8th-gen “Coffee Lake”.
A differenza delle patch software, le modifiche del firmware (BIOS/UEFI) non si possono “disinstallare” e vanno sempre gestite con estrema prudenza. Intel non distribuisce software, quindi le patch da non installare sono quelle distribuite dai vari HP, Dell e Lenovo.
Nonostante la grande pubblicità ai due bug Meltdown e Spectre, non ci sono trojan in circolazione e un buon antivirus è comunque in grado di fermare gli eventuali attacchi da una pagina Web.
Ok quindi alle patch Microsoft anche se non è chiaro il livello di protezione installato in base al tipo di processore. Meglio invece rimandare ogni acquisto di PC o Mac aspettando la prossima generazione corretta di processori Intel.

PURO
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
MYSTERY BOX
SUBSONIC