apple wwdc 2022
playit

È di nuovo tempo di Apple e per la precisione siamo alle ore che precedono l’atteso appuntamento annuale Worldwide Developers Conference, o WWDC, l’evento dedicato agli sviluppatori e durante il quale l’azienda di Cupertino svela le nuove versioni dei sistemi operativi per iPhone, Mac, orologi, tablet e TV. Quest’anno si attendono più novità del solito. iOS è chiamato a rinnovarsi anche graficamente, oltre che a livello funzionale e architetturale. E poi c’è la questione del metaverso: sarà questa l’occasione in cui Apple svelerà i programmi di un ipotetico visore per la realtà virtuale, aumentata o mista? Facciamo il punto di cosa ci attende questo WWDC 2022, il cui keynote di apertura si terrà alle 19 (ora locale) di lunedì 6 giugno.

iOS e iPadOS 16: ad Apple si chiedono novità estetiche e diffuse migliorie

Il giornalista specializzato nel mondo di Apple Mark Gurman ha previsto che iOS 16 sarà corredato da “app fresche”, anche se non è chiaro se ciò significhi nuove app della Mela morsicata o di un nuovo look per le app esistenti. Gurman prevede anche “nuovi modi di interagire” con iOS: potrebbe essere un riferimento ai widget interattivi.

Per iPadOS 16, Gurman ha indicato specificamente miglioramenti del multitasking che potrebbero rendere un po’ migliore l’utilizzo come sostituto del laptop. È anche possibile che Apple revisioni il sistema di notifiche, il che potrebbe significare che l’azienda stia estendendo le modalità Focus introdotte con iOS 15.

Mentre Apple quasi certamente non dirà nulla sull’iPhone 14, le funzionalità software e le API di cui parla l’azienda al WWDC di solito offrono almeno qualche suggerimento su come potrebbe essere l’hardware del futuro. Se Apple inizia a dire agli sviluppatori di prepararsi per una barra di stato dinamica, sarebbe un indizio molto forte che le voci sull’abbandono del notch dell’iPhone 14 Pro sono corrette.

Gurman ha anche affermato che iOS 16 potrebbe portare una schermata di blocco sempre attiva. Sembra qualcosa di simile all’Always On Display che da tempo è disponibile su Android e che potrebbe campeggiare sulla prossima generazione di iPhone. Per averne contezza bisognerà verificare i “suggerimenti” presenti nel codice e nelle API. Se le previsioni secondo cui la schermata di blocco sta ottenendo “capacità simili a widget” sono corrette, sarebbe già una conferma precisa che l’iPhone 14 disporrà della funzione che permette di avere un display sempre attivo. 

Una cosa che vale la pena guardare è quali dispositivi sono supportati da iOS 16: l’iPhone 6S ha ricevuto sei aggiornamenti, ma prima o poi è destinato a esaurire la sua vita utile. Inoltre, bisogna tenere d’occhio qualsiasi menzione degli aggiornamenti di accessibilità recentemente annunciati da Apple. Anche se sono già stati abbastanza dettagliati, probabilmente riceveranno almeno una menzione e forse anche una demo. 

Nuove versioni di WatchOS e macOS al WWDC 2022

Come al solito, non ci sono molte voci su watchOS, ma Apple è abbastanza coerente con ciò che integra come novità ogni anno sul Watch: alcune nuove funzionalità di fitness / salute, nuovi allenamenti che si possono monitorare e nuovi quadranti. 9to5Mac riporta anche che potrebbe esserci una modalità a basso consumo simile a quella di un iPhone e che offrirebbe una maggiore usabilità rispetto all’attuale modalità di riserva di carica, che sostanzialmente mostra solo l’ora in verde sul display.

Mirroring di Apple Watch con iPhone

C’è la possibilità potenziale di vedere le funzionalità di accessibilità che Apple ha presentato in anteprima all’inizio di questo mese, inclusi i gesti Assistive Touch estesi che consentono di muovere le dita per eseguire operazioni come terminare una chiamata, scattare una foto e controllare i contenuti multimediali o gli allenamenti. Apple ha anche mostrato una modalità di mirroring che permette di vedere e controllare lo schermo dell’orologio dallo smartphone. Da Cupertino hanno fatto sapere che queste funzionalità arriveranno negli aggiornamenti software di quest’anno e sembra probabile che ciò possa significare che debutteranno con watchOS 9.

Per quanto riguarda ciò che proporrà la prossima versione di macOS, finora le voci sono state pochissime e rarefatte. Si ipotizza che i Mac potrebbero ottenere la funzione Focus Mode dell’iPhone e che il sistema operativo potrebbe essere chiamato macOS Mammoth. A parte questo, l’unica cosa che ci aspettiamo davvero di vedere è il supporto per i nuovi Mac e la nuova generazione della piattaforma M.

Apple prepara due nuovi Mac per WWDC 2022?

L’attuale voce (proveniente anche da Mark Gurman) è che Apple introdurrà almeno due nuovi computer “intorno alla metà dell’anno”. Questa previsione è arrivata insieme a un intero elenco di computer su cui Apple sta lavorando, tra cui un nuovo Mac Pro, una gamma di laptop completamente rinnovata e uno o due Mac Mini.

Da un po’ di tempo circolano voci su un MacBook Air riprogettato e Apple ha promesso di introdurre un Mac Pro con Cpu di generazione Apple Silicon. Quest’ultimo sembra decisamente maturo per un annuncio in occasione di WWDC. È la conferenza in cui Apple raccoglie una grossa fetta dei suoi professionisti e appassionati, ossia gli utenti delle edizioni Pro dei Mac, e sarebbe strano se l’azienda non svelasse qualche informazione dettagliata sull’evoluzione dell’hardware dei computer.

Il debutto di Apple M2 già a WWDC 2022

Nel rapporto che descriveva in dettaglio i Mac potenzialmente in fase di sviluppo, Bloomberg ha affermato che probabilmente includeranno la piattaforma Apple Silicon di nuova generazione. Non ci sono molti dettagli su che tipo di miglioramenti porterà l’M2, ma quale posto migliore per esaminare tutti i dettagli tecnici se non in una conferenza degli sviluppatori?

Mentre Apple ha continuato a produrre nuove varianti dei suoi chip, nella realtà dei fatti sono tutte variazioni ed espansioni di M1 annunciato ormai più di 18 mesi or sono. La società ha affermato di aver finito di introdurre nuovi chip M1, quindi sembra possibile che i nuovi computer debbano arrivare con una nuova generazione di chip M (sebbene il noto analista Ming-Chi Kuo abbia previsto che il nuovo Air potrebbe ancora avere un chip M1).

Apple entra nel metaverso: tutto pronto per il visore AR/VR al WWDC 2022

Praticamente ogni anno, i bene informati e i leaker prevedono che Apple mostrerà un visore di realtà virtuale. Attualmente si dice che il presunto device sia in grado di mostrare la realtà virtuale e aumentata ed è dotato di una serie di telecamere (per far passare i video del mondo reale), un chip potente quanto un Mac e software dedicato chiamato RealityOS.

In realtà non ci sono conferme ma girano voci secondo cui Apple si sta avvicinando ad annunciarne uno dopo anni di sviluppo avvolto nel caso e nelle contraddizioni. Secondo Bloomberg, il consiglio di amministrazione di Apple ha recentemente avuto modo di provare il dispositivo: di solito ciò accade poco prima che i consumatori possano vedere i prodotti destinati al commercio.

L’articolo di Bloomberg affermava che Apple stava pianificando di presentare il device al WWDC, ma che potrebbero esserci stati ritardi che lo avrebbero impedito. Tuttavia, Apple potrebbe sempre “giocare” facendo circolare informazioni non vere o fuorvianti. Alcune persone sospettano che lo abbia già fatto includendo una persona con gli occhiali nella sua iconografia Memoji.