PANTHEK
BEKO

Huawei modifica i termini della privacy dei propri servizi su smartphone

Huawei cambia alcuni accordi di utilizzo dei dispositivi mobili. Se siete iscritti ai servizi proposti sugli smartphone dal brand cinese, probabilmente avrete ricevuto una mail nella quale si dice che “in seguito a variazioni organizzative all’interno del gruppo Huawei, tutti gli accordi utente dei servizi di telefonia mobile Huawei, precedentemente noti come servizi cloud, saranno trasferiti da Huawei Technologies Deutschland GmbH ad Aspiegel Limited, una società controllata da Huawei con sede legale in Irlanda“. Nella fattispecie, i servizi soggetti alla variazione sono: ID Huawei, Cloud, HiGame e Temi. Tutto ciò si applica sia ai prodotti a marchio Huawei, sia a quelli con brand Honor.

Chi è Aspiegel Ltd

Facendo qualche ricerca su Aspiegel Limited, si scopre che è una società fondata nel 2015, si trova in zona Burton Hall a Dublino ed è presieduta da Qiuen Peng, Bo Peng e Jie Su. Una verifica più approfondita porta a scovare che non ci sono state attività particolari negli ultimi due anni. Sostanzialmente un’azienda latente dal comportamento finanziario perfettamente lineare. Ciò che succede, dunque, è una centralizzazione a livello europeo delle attività di raccolta e gestione dei dati relativi agli utenti che utilizzano gli smartphone e i tablet di Huawei.

Così si legge nella comunicazione ufficiale del brand: “Aspiegel Limited è la nostra centrale globale per la gestione e il coordinamento dei contenuti digitali e dei servizi di telefonia mobile ai consumatori per il Huawei Consumer Business Group fuori dalla Cina continentale. Dopo tale variazione, tutti tuoi accordi utente saranno da intendersi tra Te e la società Aspiegel“.

Cosa cambia davvero

Alla resa dei conti, per il momento poco e niente cambia ai fini del sevizio e del trattamento dei dati personali. Certo, ora questi non sono più in pancia a Huawei ma vengono trasferiti a una terza parte titolare della tutela delle informazioni raccolte attraverso i dispositivi mobili. In futuro Aspiegel Ltd potrebbe però sfruttare questi big data per attuare operazioni dirette ai consumatori.

Si legge: “La suddetta variazione non comporterà effettivi trasferimenti di dati tra sistemi o Paesi. I tuoi dati resteranno nei centri di elaborazione dati in Germania, con il medesimo elevato livello di protezione, in conformità con la normativa applicabile. Il nuovo responsabile del trattamento dei Tuoi dati personali elaborati e legati ai servizi di telefonia mobile sarà Aspiegel”. Per quanto riguarda Huawei è espresso chiaramente che si “assume molto seriamente i propri impegni ed obblighi in materia di protezione e privacy dei propri clienti. Pertanto, la suddetta variazione non ridurrà in alcun modo i Tuoi diritti“.

La data di cambiamento

Ancora una volta, la comunicazione fornisce risposte esaustive sulle modalità della variazione che “avrà luogo il 23 febbraio 2018. Se non desideri proseguire con Aspiegel, puoi rinunciare eliminando il tuo account ID Huawei prima della variazione“.

E si decide che questa modifica non è gradita? “Dopo la rinuncia, le informazioni relative a ID Huawei, HiGame, Temi e Huawei Mobile Cloud, quali foto, contatti e file sincronizzati e di cui è stato effettuato il backup sul cloud saranno eliminati e non saranno recuperabili, anche dopo la creazione di un nuovo ID Huawei. Inoltre, non sarà possibile utilizzare i nostri servizi di telefonia mobile fino alla creazione di un nuovo ID Huawei“.

Insomma, prendere o lasciare. In ogni caso, maggiori informazioni su quanto sta avvenendo sono reperibili all’indirizzo https://consumer.huawei.com/minisite/legal/aspiegel/announcement.htm

 

Approfondimento: tutti i segreti della fotocamera Leica sugli smartphone Huawei

BEKO
AIR TWISTER
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
PANTHEK
ARCADE1UP