NIKON
PANTHEK

Google Foto: l’editing IA è disponibile per tutti. Ma c’è un problema

Magic Editor è uno dei migliori strumenti di fotoritocco disponibili in Google Foto, sia dall’app sia dal browser. Magic Editor in versione mobile è stato reso disponibile dapprima solo per la gamma Pixel 8 e poi è arrivato progressivamente su tutti gli Android. Consente di spostare il soggetto, rimuovere oggetti indesiderati, ridimensionare le persone e le cose inquadrate, cambiare colore, aggiungere il cielo ed eseguire un editing avanzato e migliorativo su ogni scatto grazie all’intelligenza artificiale. Finora, per avere Magic Editor era necessario disporre di un Pixel 8 oppure su qualsiasi smartphone a patto di avere sottoscritto un abbonamento a Google One con piano di archiviazione di almeno 2 TB. Ebbene, Google ha scelto di ampliare il numero di utenti che possono attingere alle risorse di Magic Editor togliendo il requisito di avere un abbonamento da 2 TB. Anche se c’è un problema. Spiega Google:

“Con i giusti strumenti di editing, le tue foto possono davvero brillare. Google Foto ha diverse funzionalità che ti aiutano a migliorare le tue immagini senza competenze di editing di livello professionale, dalla rimozione di una distrazione sullo sfondo alla correzione di uno scatto sfocato. E ora stiamo offrendo queste funzionalità a un numero ancora maggiore di persone.

A partire dal 15 maggio, molti dei nostri strumenti di editing basati sull’intelligenza artificiale, come Gomma magica, Photo Unblur e Portrait Light, saranno disponibili per chiunque utilizzi Google Foto, non è richiesto alcun abbonamento. Potrai accedere a queste funzionalità anche su più dispositivi, inclusi i tablet Pixel”.

Le funzioni che saranno attivate comprendono funzioni di intelligenza generativa che permettono di attuare modifiche complesse. Scrive Google: “Tutti gli utenti di Google Foto su Android e iOS riceveranno 10 salvataggi di Magic Editor al mese. Per superare questo limite, avrai bisogno di un dispositivo Pixel o di un piano Google One Premium (2 TB e superiore). Questi strumenti verranno gradualmente implementati a partire dal 15 maggio e nelle settimane successive su tutti i dispositivi che soddisfano i requisiti minimi”.

Gli effetti prima e dopo dell’utilizzo di Photo Unblur per rendere più nitida una foto di tre personePhoto Unblur: si possono schiarire gli scatti sfocati per rivivere i tuoi momenti preferiti con maggiore nitidezza.

Gli effetti prima e dopo dell’utilizzo della Gomma magica per rimuovere un bidone della spazzatura sullo sfondo di una foto con due bambini.

Gli effetti prima e dopo dell’utilizzo di Luce ritratto per illuminare una foto di due persone con uno sfondo panoramico.

Il problema è dunque ben chiaro nelle frasi che abbiamo riportato: senza l’abbonamento a Google One si possono eseguire solo dieci modifiche al mese con Magic Editor. Secondo l’analisi dell’Apk dell’app Google Foto si apprende che all’inizio di ogni mese il conteggio delle modifiche torna a zero e si può tornare a operare sulle foto con gli effetti mostrati qui sopra. Altrimenti, come detto, per non avere limiti bisogna optare per l’abbonamento a Google One da almeno 2 TB.

Questo ci porta a dire che Google ha ampliato la disponibilità di Foto e delle funzioni a un numero più ampio di utenti per farne saggiare le potenzialità e le qualità di editing. Tuttavia l’operazione rappresenta un traino su due fronti: aumentare gli abbonati a Google One e sbloccare un uso più ampio ed esteso delle funzioni di editing con IA facendole provare e poi attivandole del tutto con il piano a pagamento.

PANTHEK
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
MYSTERY BOX
SUBSONIC