NIKON
NIKON

Entertainment & Media 2023-2027: i consumi e le prospettive in Italia

PwC ha stilato il rapporto intitolato “Entertainment & Media Outlook in Italy 2023-2027 – Resetting expectations, refocusing inward and recharging growth” che delinea le prospettive del settore, analizzando i trend in vari ambiti quali cinema, musica-radio-podcast, video (Tv lineare e Ott, inclusa la relativa pubblicità), libri, giornali e periodici, gaming, AI, realtà virtuale e aumentata, metaverso e telecomunicazioni. Lo scenario evidenzia i seguenti fattore chiave: guardando al prossimo 2027 il mercato E&M italiano varrà 42,1 miliardi di euro e per fine 2023 (alla luce degli andamenti positivi del primo semestre scorso) sono attesi ricavi per un ammontare di 37,7 miliardi di euro, dopo essere cresciuto a quota 35,9 miliardi di euro nel 2022. E ancora altri due dati: la spesa sul versante consumer crescerà con un CAGR ’22-’27 del 2,9% dai 25,4 miliardi di euro del 2022, mentre il mercato advertising crescerà con un CAGR ’22-’27 del +3,9% rispetto ai 10,5 miliardi di euro dell’anno scorso.

Entertainment & Media 2023-2027: i fattori chiave in Italia

Al di là dei numeri ci sono alcuni indicatori meritevoli di attenzione, stando allo studio PwC “Entertainment & Media Outlook in Italy 2023-2027”. Il primo: il settore conferma il suo trend in rialzo, grazie a un’offerta sempre più ampia e variegata, pur in presenza di una congiuntura economica che porta gli utenti a compiere delle scelte, soprattutto volte a capitalizzare la spesa e gli investimenti. In quest’ottica si assiste a dinamiche consolidate da tempo (ad esempio nell’ambito della carta stampata che continua a flettere nella sua accezione tradizionale). Ma contestualmente, l’ambito digital rende ancora più estesa la sua azione. E lo studio annota una rilevanza sempre più marcata dei segmenti più maturi. Per intenderci, stando alle previsioni, la componente degli Ott (e dunque dei servizi streaming) potrebbe raggiungere nei prossimi quattro anni la quota di ben 30 milioni di abbonati e utenti. Una parte tangibile del percorso di sviluppo per l’ambito Entertainment & Media sarà sempre più legato alla diffusione delle varie tecnologie: dall’AI generativa (con tutte le problematiche connesse da gestire), senza però dimenticare gli spazi virtuali come ambienti comunicativi e delle esperienze virtuali che riusciranno a coinvolgere un consumatore nuovo. In quest’ottica – se tutta una serie di investimenti saranno messi a terra – la Virtual Reality è identificata come una delle aree di maggior sviluppo (al 2027 la sua crescita sfiorerà il 15%). L’indubbia forza che il mondo digitale è in grado di sprigionare, tuttavia, non potrà andare a sostituire il ruolo che alcuni ambiti (dal cinema agli eventi live) continuano a rivestire. Lo dicono e lo certificano i numeri in modo costante. Le grandi produzioni continuano e continueranno a registrare grande adesione da parte degli utenti, ancorché abituati a fruire dei contenuti in qualsiasi contesto e su qualsiasi piattaforma digitale.

NIKON
AIR TWISTER
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
PANTHEK
ARCADE1UP