NIKON
PANTHEK

E parlano di sostenibilità: l’intelligenza artificiale consumerà più energia dell’India

Secondo Rene Haas, amministratore delegato di Arm Holdings, il vorace bisogno di potenza di calcolo dell’intelligenza artificiale sta minacciando di sopraffare le fonti energetiche, richiedendo all’industria di cambiare il suo approccio alla tecnologia. Entro il 2030, i data center del mondo saranno sulla buona strada per utilizzare più elettricità dell’India, il paese più popoloso del mondo, ha spiegato Haas. Trovare modi per evitare la prevista triplicazione del consumo di energia è fondamentale se si vuole che l’intelligenza artificiale mantenga le sue promesse. “Siamo ancora incredibilmente agli inizi in termini di capacità”, ha detto Haas in un’intervista. Affinché i sistemi di intelligenza artificiale possano migliorare, avranno bisogno di più formazione – una fase che prevede il bombardamento del software con dati – e questo andrà a scontrarsi con i limiti della capacità energetica, ha detto Haas.

Rene Haas si unisce a un numero crescente di persone che lanciano allarmi sull’impatto che l’intelligenza artificiale potrebbe imporre alle infrastrutture mondiali. Ma è anche interessato a che il settore si sposti maggiormente verso i progetti di chip Arm, che stanno guadagnando sempre più piede nei data center. La tecnologia dell’azienda, già diffusa negli smartphone, è stata sviluppata per utilizzare l’energia in modo più efficiente rispetto ai tradizionali chip per server. Arm, che ha iniziato a quotarsi sul Nasdaq lo scorso anno dopo la più grande offerta pubblica iniziale statunitense del 2023, vede l’intelligenza artificiale e l’informatica dei data center come uno dei maggiori motori di crescita. AWS, Microsoft, Google e Amazon stanno utilizzando la tecnologia di Arm come base per chip interni che aiutano a gestire le loro server farm. Nell’ambito di questo cambiamento, stanno diminuendo la dipendenza dai componenti collaudati nel tempo di Intel e Amd.

Secondo Haas, utilizzando più chip personalizzati, le aziende possono ridurre i colli di bottiglia e risparmiare energia. Una strategia di questo tipo potrebbe ridurre la potenza del data center di oltre il 15%. “Sono necessarie ampie scoperte” – ha concluso – “Qualsiasi soluzione che porti a una maggiore efficienza è importante e urgente”.

PANTHEK
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
MYSTERY BOX
SUBSONIC