Mediaworld smart genova
playit

QBerg, Istituto di Ricerca italiano leader nei servizi di price intelligence e di analisi delle strategie assortimentali cross canale(flyer, punti vendita fisici, e-commerce e newsletter), ha analizzato la concentrazione dei Brand (Top5) degli store italiani nei settori Entertainment (Home Entertainment, Foto,AudioVideo), Comunicazione (Telefonia Mobile, Wearable, Netw/Smart Home), Informatica (Hardware, Periferiche) ed Elettrodomestici (GED Built-in, GED, PED). Non si vive di solo online, nemmeno nel settore Tecnologia, il negozio fisico rimane il “re” indiscusso per giro d’affari e rappresenta una miniera d’oro per i brand del settore. Ma quanti sono i marchi in esposizione nei negozi italiani e qual è la concentrazione del mercato? QBerg ha analizzato gli scaffali tech nel mese di marzo 2022.

Il settore Entertainment, nel quale sono sommati HE/Foto/AV, è uno dei comparti con il maggior numero di marchi in esposizione negli store italiani (109), secondo solo a quello degli Elettrodomestici (259). In particolare, la sola categoria AudioVideo ha ben 93 diversi marchi presenti sugli scaffali, mentre molto meno numerosi sono quelli in Foto e Home Entertainment (rispettivamente 13 e 11).

L’elevato numero di brand presenti non brilla per livello di competitività. Fatta eccezione, solo parzialmente, per il settore AudioVideo, dove i Top5 Brand hanno una Display Share del 71,3%. Nelle altre due categorie di prodotto è decisamente molto elevata, tanto da configurare scenari che vanno dall’oligopolio per la categoria Foto con i Top5 che hanno l’85,5% di Display Share, fino a giungere a un quasi monopolio dei Top5 nella categoria Home Entertainment con il 97,7% di Display Share.

Il comparto Comunicazione comprende categorie di prodotti (Telefonia Mobile, Wearable e Networking\Smart Home) che hanno strette interrelazioni reciproche, per via dei sistemi operativi (Android e iOS su tutti) utilizzati all’interno dei device del settore e che condizionano l’utilizzo e l’acquisto dei prodotti per via della loro maggiore o minore compatibilità. Questo fattore induce una marcata concentrazione di marchi in particolare nel Networking\Smart Home, dove solo 4 brand hanno prodotti in vendita in Italia e possiedono il 100% dell’esposto in store.

Per quanto riguarda Telefonia Mobile (63 brand) e Wearable (44 brand), resta comunque elevata la concentrazione dei Top5 brand in entrambe le categorie: Telefonia Mobile (68,1%) e Wearable (70,1%). Il settore Informatico possiede una bassa presenza di brand esposti negli store italiani (complessivamente sono solo 50).

I marchi produttori di Hardware sono in numero notevolmente maggiore (42) rispetto a quelli delle Periferiche (10). I Top5 Brand più esposti nella categoria Periferiche hanno una Display Share del 97,2%. Un po’ meglio, da un punto di vista di competitività, lo scenario nella categoria Hardware, che resta comunque sempre una categoria ad elevata concentrazione di brand con i Top5 che vantano una Display Share del 73,4%.

Il settore Elettrodomestici (GED, GED Built-in e PED) è all’interno degli store italiani sicuramente il più affollato di brand dell’intero comparto tecnologia con ben 259 diversi marchi a marzo 2022 Questa elevata presenza fa sì che il settore Elettrodomestici sia anche quello a maggiore competitività (e quindi con le minori concentrazioni di Top5 Brand esposti) fra quelli presentati in quest’analisi.

Nel dettaglio la categoria di Elettrodomestici con il maggior numero di brand (220) presenti negli store italiani è il PED, che è anche la categoria di prodotti in assoluto con il maggior numero di brand esposti in Italia. La sua concentrazione nelle Top5 è anche la più bassa fra tutte le categorie di prodotti prese in esame (39,5%).

Limitata la concentrazione di brand anche per le altre due categorie di Elettrodomestici: i Top5 del GED hanno una Display Share del 41,1% (sono presenti in esposizione 74 brand diversi) mentre il GED Built-in ha una concentrazione nei Top5 brand del 53,4% (con 51 brand in esposizione in Italia).