NIKON
NIKON

Amazon a rischio indagine in Gran Bretagna: “Non è equo il trattamento riservato ai fornitori di generi alimentari”

Amazon è nel mirino dell’autorità di regolamentazione britannica per i prodotti alimentari. La Groceries Code Adjudicator, (GCA) è pronta ad aprire un’indagine formale nei confronti dell colosso dell’e-commerce se non migliora il proprio comportamento in ottemperanza al codice concepito per proteggere i fornitori. Il Groceries Code Adjudicator (GCA) ha affermato che il suo sondaggio annuale del 2024 ha rilevato che meno della metà degli intervistati che forniscono direttamente Amazon ritiene che il colosso statunitense rispetti “in modo coerente” il Groceries Supply Code of Practice (GSCOP). Il Codice mira a garantire che i 14 maggiori rivenditori di generi alimentari della Gran Bretagna, tra cui il leader di mercato Tesco, Sainsbury’s e Marks & Spencer, provvedano a trattare i fornitori in modo equo. E anche Amazon è soggetta a questa norma dal 2022. Non solo. Vieta alle aziende di apportare modifiche ai contratti di fornitura con breve preavviso e richiede inoltre ai rivenditori di dare un preavviso adeguato se non desiderano più avvalersi di un fornitore e di spiegare i motivi della risoluzione del contratto.

Il punteggio basso nel sondaggio

Ebbene, come accennato, nel sondaggio annuale effettuato dalla Groceries Code Adjudicator è stato rilevato che il punteggio di conformità al Codice percepito dai supplier nei confronti di Amazon è sceso al 47% dal 59% del 2023. La GCA ha affermato che i punteggi complessivi di conformità al Codice tra gli altri retailer (anche online) sono stati in media del 94%, invariati rispetto al 2023. Amazon invece, oltre a essere significativamente calato nello score, continua a mantenere la sua posizione all’ultimo posto. Un dato rilevante, a proposito del quale un portavoce di Amazon ha dichiarato: “Siamo molto delusi da questi risultati e siamo pronti a impegnarci per migliorarli”.

Le possibili sanzioni della GCA

 La GCA ha affermato di aver chiesto ad Amazon di adottare “misure rapide e complete” per dimostrare di rispettare il Codice predisposto sul mercato della Gran Bretagna.

L’autorità di regolamentazione sta monitorando le modifiche apportate da Amazon e il loro impatto per determinare se sono sufficienti. Mark White (foto), giudice del Groceries Code ha detto: “Non esiterò ad avviare un’indagine formale, se opportuno e necessario, per garantire che Amazon tratti i suoi fornitori in modo equo e legittimo”. Ricordiamo che la GCA può imporre sanzioni finanziarie fino all’1% del fatturato di un grande rivenditore nel Regno Unito.

NIKON
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
SHADOW NINJA
SUBSONIC