xiaomi apertura a Caserta
playit

Riportiamo qui di seguito la posizione ufficiale di Xiaomi in merito alla presentazione di ricorso dell’azienda presso la Corte Distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto di Columbia, in seguito al comunicato stampa emesso il 14 gennaio dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti che annunciava l’inserimento del brand nella black list che impediva di avere finanziatori residente negli Usa o in Paesi alleati. Le motivazioni addotte dal Governo statunitense, allora presieduto da Trump, sono state approfondite nel nostro articolo: https://igizmo.it/trump-mette-xiaomi-in-blacklist-e-una-societa-militare-comunista-cinese/

Il ricorso, che riproduciamo qui di seguito in forma integrale, chiede ai tribunali di dichiarare illegale la decisione e di revocarla, è stato presentato da Xiaomi al fine di proteggere gli interessi degli utenti, dei partner, dei dipendenti e degli azionisti globali della Società.

Il ricorso di Xiaomi in forma integrale

Hong Kong Exchanges, Clearing Limited e The Stock Exchange of Hong Kong Limited non si assumono alcuna responsabilità per il contenuto del presente annuncio, non ne garantiscono l’accuratezza o la completezza e declinano espressamente ogni responsabilità per qualsiasi perdita derivante da o basata sul contenuto del presente annuncio.

Xiaomi Corporation:
(Società controllata tramite diritti di voto ponderati e costituita nelle Isole Cayman a responsabilità limitata)
(Stock Code: 1810)

Annuncio volontario – Contenzioso

Questo annuncio viene fatto da Xiaomi Corporation (la “Società”, insieme alle sue controllate, il “Gruppo”) su base volontaria.

Si fa riferimento alla comunicazione della Società datata 15 gennaio 2021.

In relazione al comunicato stampa emesso dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti il 14 gennaio 2021 (ora degli Stati Uniti) in cui si afferma che la Società è stata inclusa nell’elenco del National Defense Authorization Act (“NDAA”) del 1999, ai sensi dell’articolo 1237, la Società ha annunciato il 15 gennaio 2021 che avrebbe intrapreso azioni appropriate per proteggere gli interessi della Società e dei suoi azionisti.

Il 29 gennaio 2021 (ora degli Stati Uniti) la Società ha presentato un procedimento presso la Corte Distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto di Columbia nei confronti del Dipartimento della Difesa e del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti. La Società ritiene che la decisione di considerare la Società come una “Società militare cinese comunista” ai sensi del NDAA, da parte del Dipartimento della Difesa e del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti (la “Decisione”), sia di fatto errata e abbia privato la Società di un giusto processo. Al fine di proteggere gli interessi degli utenti, dei partner, dei dipendenti e degli azionisti globali della Società, la stessa ha chiesto ai tribunali di dichiarare illegale la Decisione e di revocarla.

La Società manterrà informati gli azionisti e i suoi potenziali investitori su qualsiasi ulteriore sviluppo rilevante in relazione al procedimento mediante ulteriori annunci, se e quando lo riterrà opportuno.

Si consiglia agli azionisti e ai potenziali investitori di esercitare cautela nel trattare i titoli della Società.

Per ordine del consiglio di amministrazione
Xiaomi Corporation
Lei Jun
Chairman

Hong Kong, gennaio [*], 2021

Alla data del presente annuncio, il Consiglio è composto da Lei Jun, in qualità di Chairman and Executive Director, Lin Bin, in qualità di Vice-Chairman and Executive Director, Chew Shou Zi, in qualità di Executive Director, Liu Qin, in qualità di Non-executive Director, e da Chen Dongsheng, Tong Wai Cheung Timothy e Wong Shun Tak, in qualità di Independent Non-executive Directors.