NIKON
TOPPS

Tim: la Commissione Ue approva l’acquisizione di NetCo da parte di KKR

La Commissione Ue ha dato il via libera e ha approvato senza condizioni, l’acquisizione di NetCo da parte di KKR. Ha concluso – dopo le opportune verifiche – che la concentrazione proposta non solleva problemi sotto il profilo della concorrenza nello Spazio economico europeo.

Tim e l’ok dell’Ue

In merito all’operazione tra la compagnia telefonica Tim e il fondo Usa Kkr per NetCo, l’esecutivo di Bruxelles ha esaminato l’impatto dell’operazione sul mercato all’ingrosso dei servizi di accesso alla banda larga in Italia e ha concluso che l’operazione non ridurrebbe in modo significativo il livello di concorrenza. In particolare, la Commissione ha constatato che:

apple microsoft gatekeeper ue igizmo
La decisione della Commissione Ue sull’operazione Tim-Kkr per NetCo

·      Kkr non avrà la capacità di limitare l’accesso ai servizi passivi (vale a dire le infrastrutture). Per ciascun prodotto all’ingrosso il numero di reti disponibili e di fornitori all’ingrosso rimarrà invariato e il potere di mercato di NetCo non aumenterà sostanzialmente rispetto a quello che detengono attualmente Tim o FiberCop. Gli accordi a lungo termine esistenti con diversi richiedenti l’accesso, tra cui Fastweb e Iliad, conclusi dopo la creazione di FiberCop nel 2021, garantiscono che KKR non potrà rendere meno favorevoli le condizioni di accesso all’ingrosso o porre fine a tale accesso.

·      L’operazione non aumenterà la probabilità di un coordinamento tra NetCo e OpenFiber, dal momento che Fastweb continuerà a esercitare una pressione concorrenziale su NetCo e sulla sua concorrente di lunga data, Open Fiber. Inoltre, è probabile che NetCo e Open Fiber continuino a competere, sia per attrarre nuovi clienti sia per installare reti in fibra ottica, in nuove zone o in quelle dell’altra parte.

·      Kkr e Tim hanno inoltre concordato un accordo quadro di servizi (“MSA”) che disciplinerà il rapporto tra NetCo e la compagnia telefonica a seguito dell’operazione. La Commissione Ue ha constatato che l’accordo MSA non è parte integrante dell’operazione, in quanto non si tratta di un accordo con cui KKR acquisisce il controllo su NetCo. Sebbene non rientri nell’ambito di applicazione del regolamento UE sulle concentrazioni, l’accordo MSA può tuttavia essere oggetto di un controllo sulla base delle norme antitrust dell’Ue o dell’Italia nonché essere sottoposto a vigilanza regolamentare.

TOPPS
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
TOPPS
SUBSONIC