tiktok
IWS21

Persone con i più diversi stili di vita si ritrovano su TikTok per divertirsi, portare allegria nella loro giornata e condividere con gli altri la loro creatività, scrive all’inizio del suo post istituzionale Alexandra Evans, Head of Child Safety Public Policy and Aruna Sharma, Global Head of Privacy dell’azienda. E continua: “Dai consigli di lettura più recenti su #BookTok ai video che raccontano bellezze e curiosità dell’Italia grazie a #TiRaccontolItalia, su TikTok tutti possono trovare una community che fa per loro. E il nostro obiettivo è far crescere una piattaforma sicura e accogliente per tutte queste comunità così vive e ricche di diversità”.

Questo perché “su TikTok offriamo numerosi controlli di sicurezza e privacy che danno agli utenti la possibilità di decidere con chi condividere i loro contenuti. Per la sicurezza degli adolescenti, in particolare, riteniamo importante garantire protezioni proattive ancora più forti e per questo continuiamo a introdurre modifiche che supportano esperienze adatte all’età sulla nostra piattaforma. Tra queste, l’impostazione predefinita come account privato per i minori di 16 anni, la limitazione di funzioni come i Messaggi Diretti ai maggiori di 16 anni o la possibilità per i genitori di guidare la presenza dei loro figli adolescenti su TikTok tramite la funzione Collegamento Famigliare“.

Evans spiega che per il social è giunto il momento di “rafforzare ulteriormente queste protezioni proattive”. Così “introduciamo per gli utenti tra i 13 e i 17 anni una serie di nuove modifiche che verranno rese disponibili gradualmente in tutto il mondo nei prossimi mesi”.

Modifiche alle impostazioni di privacy dei Messaggi Diretti

Continua Evans: “Vogliamo aiutare gli adolescenti ad avere un ruolo attivo nelle decisioni sulle impostazioni della privacy del loro profilo. Per questo, quando un nuovo utente tra i 16 e 17 anni si iscrive a TikTok da oggi l’impostazione predefinita dei Messaggi Diretti sarà su “Nessuno”. Per inviare messaggi ad altri, gli utenti di questa fascia d’età dovranno attivare volontariamente una diversa opzione di condivisione. I profili preesistenti che non hanno mai utilizzato i Messaggi Diretti prima, riceveranno un avviso che richiede di rivedere e confermare le impostazioni di privacy all’utilizzo della funzione. Questi aggiornamenti si aggiungono alle protezioni già esistenti per i messaggi, per esempio la limitazione che non consente di inviare video all’interno dei messaggi e la disabilitazione dei messaggi per gli account appartenenti a minori di 16 anni”.

TikTok ora permette di scegliere chi guarda il video e chi può scaricarlo

Evans spiega che “girare un video per TikTok è divertente e creativo – scegliere la musica, selezionare gli effetti, creare le giuste transition – ma è altrettanto importante decidere con chi condividerlo. Per aiutare ragazze e ragazzi a conoscere le opzioni di condivisione disponibili, ora abbiamo aggiunto un pop-up che apparirà quando un utente minore di 16 anni starà per pubblicare il suo primo video e richiederà di scegliere chi può guardarlo. Non sarà possibile pubblicare il video finché non sarà stata selezionata un’opzione. In seguito, i creator potranno decidere chi può guardare ogni video prima di pubblicarlo. I profili di utenti tra i 13 e i 15 anni sono privati per impostazione predefinita e possono scegliere di condividere i loro contenuti solo con i loro Follower o Amici, mentre l’impostazione “Tutti” è disattivata. Per i minori di 16 anni sono disattivate anche le funzioni Duetto e Stitch”.

Invece, per gli utenti tra i 16 e i 17 anni TikTok vuole “fornire ulteriori informazioni per comprendere come funziona il download, in modo che possano scegliere l’opzione più appropriata per loro. Se decidono di attivare questa funzione, attraverso un pop-up chiederemo loro di confermare la scelta prima che altri utenti possano scaricare i video. I download sono disabilitati in modo permanente sui contenuti di profili appartenenti a utenti minori di 16 anni”. 

TikTok: nuovo approccio alle notifiche

Per TikTok “il benessere dei membri della community è una priorità che sosteniamo con strumenti come la funzione Gestione del Tempo, che può essere abilitata sia dal titolare dell’account sia dai genitori nell’ambito del Collegamento Famigliare. Vogliamo aiutare in particolare i nostri utenti più giovani a sviluppare fin dall’inizio “abitudini digitali” positive e ci consultiamo periodicamente con importanti esperti di pediatria e attivisti per il benessere dei giovani per sviluppare il nostro Portale TikTok per i giovani, la guida per la prevenzione del bullismo e altre funzionalità che supportano il benessere dei giovani. A seguito di questa ricerca abbiamo scelto di apportare modifiche che intendono abbreviare la fascia oraria entro la quale i ragazzi e le ragazze più giovani ricevono le notifiche. I profili di utenti tra i 13 e i 15 anni, infatti, non riceveranno più notifiche automatiche a partire dalle 21, mentre per i 16-17enni la funzione sarà disabilitata a partire dalle 22″.

Conclude Evans: “Proteggere la sicurezza, la privacy e il benessere della nostra community è un impegno che non termina mai e questi nuovi cambiamenti fanno parte di un processo di miglioramento continuo. Collaboriamo con i ragazzi stessi, con le organizzazioni di volontari, i genitori e i creator per continuare a innovare e contiamo di poter condividere con voi altre novità nei prossimi mesi. Per saperne di più sul nostro impegno a sostegno dei giovani e delle loro famiglie, consulta la Guida per Genitori e tutori“.