hisense a9g oled review recensione igizmo
playit

Il prezzo di listino di Hisense per il Tv Oled A9G (55A9G) 4K da 55″ è di 1.399 euro, ma non lasciatevi ingannare: online si trova con prezzi inferiori ed è un vero affare. Hisense propone un piccolo grande capolavoro con questo Tv che appartiene alla gamma 2021, per questo si trova con sconti molto interessanti, ma assicura una dotazione “all inclusive” per gli appassionati di film, di gaming e di intrattenimento. Dire Oled equivale a una garanzia di qualità visiva ma Hisense è andata oltre integrando un sistema audio di tutto rispetto.

E partiamo proprio da questa splendida soluzione acustica perché si affida a tre moduli: nella parte inferiore si trova la soundbar con il “fire” frontale stereo, che si somma ai due tweeter posteriori incassanti nella scocca che cela anche l’elettronica e che producono audio verso l’alto, creando dinamismo, tridimensionalità e profondità; nella parte inferiore posteriore si riconosce il generoso subwoofer che sfrutta anche la superficie di appoggio, meglio se di legno o comunque elastica, così da sfruttare l’effetto “grancassa”. Secondo le specifiche del brand, complessivamente l’A9G da 55″ offre otto speaker da 10 Watt e due da 20 Watt (frontali) configurati secondo lo schema 2.1.2.

L’esperienza acustica è superiore alla media perché l’audio è pilotato direttamente dal Tv in sincrono con l’immagine, quindi non ci sono lag nel parlato e la latenza è pressoché azzerata. Questo si apprezza sia nel gaming, sia nella visualizzazione di film, siano essi in streaming o scaricati in locale. Interessante che nelle impostazioni di visualizzazione si possa configurare il rilevamento in automatico della modalità cinematografica (Filmmaker), che equalizza il pannello Oled secondo le impostazioni pensate in fase di editing del film. Questo bene si accorda con la piattaforma Vidaa 5 che permette di accedere ai principali servizi di streamer. In particolare, Filmmaker fa vivere sensazioni da cinema con Netflix, Prime Video e con Chili, le app che supportano le metainformazioni necessarie per sfruttare la modalità.

La bellezza dell’Oled e la potenza dell’audio in Hisense A9G

Vidaa 5 è una versione migliorata esteticamente e ottimizzata per l’Oled rispetto a quella testata sull’Hisense Uled U8 (che abbiamo recensito in questo articolo), fermo alla release 4. Tuttavia su quest’ultima serie è arrivato Disney+, sul bellissimo Oled in prova non c’è ancora l’app di Disney. C’è però Dazn.

La cinestesia che si ottiene dall’ottimo pannello, appoggiato sulla sottile soundbar e sostenuto con una leggera angolazione inferiore a 10°, e dal fornito reparto audio, di certo superiore alla media dei pannelli di pari posizionamento di prezzo, è tale che l’A9G di Hisense diventi ben presto il punto di riferimento per il gaming.

Questo grazie anche alle quattro porte HDMI 4K@60Hz che permettono di sfruttare le doti delle console di nuova generazione. Tra queste quattro ce n’è anche una di tipo Arc, che ha un duplice valore. Si può integrare la sezione audio con moduli per il surround, oppure si può sostituire l’audio, e lasciare la soundbar integrata solo come appoggio, e installarne uno più evoluto controllando il tutto dal telecomando del Tv. Il quale si avvantaggia di una gestione corretta e precisa dell’HDMI-CEC, gestendo accensione e spegnimento in contemporanea della Tv e della periferica collegata. Per esempio, attivando la Ps5 si accende l’A9G; spegnendo quest’ultimo si spegne anche la console. Lo stesso vale con Apple Tv, le soundbar di Sonos e le Fire TV Stick di ultima generazione (abbiamo provato la 4K).

In quanto a connettività, ancora una volta Hisense ha giocato in “all in”, perché alle suddette Hdmi si sommano i connettori analogici per audio/video, quelli per il satellite, la Usb per riprodurre o per registrare programmi anche in diretta dalla Tv (funzione Pvr controllabile dal telecomando) e una Ethernet, se avete la fortuna di potere collegare il Tv alla rete non in Wi-Fi ma a cavo. Il cui guadagno è sostanziale se non potete contare su un modem o un router wireless almeno a 5 GHz, così da ridurre i tempi di caricamento dello streaming.

L’Oled si esalta nel gaming e nei contenuti video più impegnativi

Volendo ben guardare, si potrebbe per assurdo usare l’A9G senza nemmeno collegarlo all’antenna ma affidandosi allo streaming via Internet. L’Oled si esalta in HDR, che attiva di default per le console e i dongle smart di più recente generazione. Vidaa 5 ha RaiPlay integrato, dalle console e dagli adattatori Fire TV Stick o Apple Tv si possono recuperare le altre app per seguire i programmi in diretta sulle reti generaliste senza dover ricorrere al sintonizzatore peraltro compatibile con tutti gli standard più recenti.

Chiaramente rimane escluso Sky, che ha bisogno del suo decoder. Ma con Sky Q è possibile guardare il canale in 4K HDR dedicato al cinema sfruttando le doti del pannello Oled per buona precisione del colore, precisa gamma dinamica e luminosità più che soddisfacente. In modalità HDR ci sono vari profili: dinamico, diurno, notturno e sport. Il più equilibrato, a nostro avviso, è quello dinamico, anche se accende e carica un po’ i colori. Quello notturno tende a scurire, quello diurno ha una gamma un po’ ampia e i colori sono freddi. Lo sport è perfetto per permettere all’Oled di sfruttare le sue doti di visualizzazione con elementi che si muovono velocemente, tuttavia enfatizza i colori caldi (la Ferrari è di un rosso quasi emozionante).

Per questo, una volta scelto il profilo, il nostro consiglio è di intervenire su alcuni parametri di base, come eliminare le funzioni che intervengono sul rumore, sulla compensazione del moto, mettendo al massimo al gestione locale della luminosità Oled e impostando il bilanciamento del bianco a 20 punti. Con questi pochi interventi di base, si ottengono miglioramenti che magari “spingono” un po’ sulla saturazione ma permettono di ottenere un equilibrio migliore del profilo predefinito.

Il tutto si comanda dal compatto e leggero telecomando, con i tasti posizionati in modo razionale per funzione. Non mancano nemmeno i pulsanti di accesso rapido a Netflix, YouTube, Prime Video e Rakuten TV.

Hisense A9G: tutto ciò che serve in casa

La nostra prova con Ps5 e FireTV Stick 4K Max ci ha restituito ottime sensazioni visive e uditive. Certo, abbiamo configurato i parametri acustici (c’è perfino un equalizzatore integrato) e visivi sulla base delle nostre preferenze. Ma Hisense non ha lasciato nulla al caso sull’A9G e permette di lasciare al processore il compito di configurare in automatico la migliore qualità visiva e le impostazioni ottimali in base al contenuto. È sufficiente nei menu delle impostazioni attivare gli automatismi. Così quando si accende la console la relativa porta Hdmi e la visuale sono ottimizzati per il gaming. Oppure quando si guarda un film in HDR o Imax sono attivate le calibrature migliori, secondo quanto predefinito da Hisense. In alcuni casi viene voglia di intervenire per compensare alcuni eccessi, soprattutto nei colori, ma ciò non toglie che per gli utenti meno avvezzi alla configurazione questi schemi cromatici restituiscono una visuale altamente scenografica, seppure non precisissima. Ma alla fine conta più la precisione o l’appagamento visivo? Ecco, Hisense ha puntato su quest’ultimo, in sintonia con quello audio. Ed è per questo che l’A9G è uno degli Oled che più ci è piaciuto usare: avete letto bene, usare, non solo testare.

Valutazione
Hisense A9G 55": 1.399 euro
recensione-hisense-a9g-da-55-oled-all-inclusiveNon fatevi trarre in inganno dal prezzo e dal brand. Online si trova l'ottimo Oled Tv A9G da 55" con prezzi molto più interessanti di quello di listino. Per quanto riguarda il brand, ancora una volta Hisense dimostra la sua forza con un prodotto "all inclusive" che somma qualità audio (con un sofisticato sistema acustico) e visiva (il pannello Oled fa la differenza) in un prodotto che non ha nulla da invidiare a modelli più blasonati. L'A9G è sempre a suo agio: nel gaming, nella riproduzione di video in streaming e nello sport. Solo la piattaforma Vidaa 5 sarebbe da integrare con qualche app in più.