HUAWEI
PANTHEK

Rabona Mobile si accorda con Vodafone ma non sana i disservizi

Il 17 aprile 2024 (in modo quasi sotto traccia) Rabona ha ufficializzato che “relativamente al noto contenzioso con Vodafone, le società hanno trovato un accordo di transazione che estingue di fatto ogni reciproca pretesa. L’accordo dimostra la solidità strutturale e finanziaria di Rabona che prosegue il proprio percorso nel mercato delle telecomunicazioni. In attesa di un nuovo codice operatore a seguito di nuovi accordi per la copertura di rete, Rabona informa i propri clienti che possono scegliere una delle opzioni di altri operatori disponibili nel mercato, ovvero continuare ad usufruire dei servizi di telefonia mobile e mantenere il proprio numero entro i prossimi 180 giorni”. Ma questo messaggio, dopo mesi di silenzio sui disservizi, non placa il dissenso degli utenti e non basta a Codici, l’associazione di consumo che ha fatto della battaglia di Rabona Mobile un vessillo.

Scrive Codici: “A volte ritornano. Dopo mesi di silenzio, Rabona è tornata a far sentire la sua voce in merito ai disservizi registrati un anno fa dagli utenti, che non hanno potuto navigare su internet, inviare messaggi ed effettuare chiamate. Nei giorni scorsi la società ha pubblicato un breve avviso sul proprio sito in cui annuncia di aver trovato un accordo con Vodafone relativamente al contenzioso che sarebbe stato alla base degli ormai noti disservizi, trovando un accordo di transizione che estingue ogni reciproca pretesa”.

Ivano Giacomelli, segretario nazionale di Codici, dice: “Abbiamo appreso di questa comunicazione da parte di Rabona e sinceramente preferiamo evitare commenti, considerando i precedenti. I clienti ricorderanno ancora le promesse fatte all’epoca dalla compagnia, le rassicurazioni che tutto si sarebbe risolto in fretta ed invece i problemi sono durati a lungo. Detto questo, la questione centrale è che l’accordo annunciato da Rabona non sana i disservizi. Sarebbe interessante conoscere i dettagli di questa intesa, riassunta in un paio di righe. Troppo poco per archiviare la questione, che, lo ripetiamo, ad oggi per quanto ci riguarda non è risolta”. 

“Un anno fa – ricorda l’avvocato Carmine Laurenzano, legale di Codici – ricevemmo centinaia di segnalazioni di consumatori comprensibilmente infuriati, anche per la mancata assistenza da parte della compagnia. I disagi sono evidenti, così come i danni patiti. Abbiamo portato il caso all’attenzione dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni e dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato affinché i consumatori vengano tutelati e rimborsati”. 

“Un’iniziativa che stiamo continuando a portare avanti – conclude Giacomelli –, perché non basta un annuncio, anche sbrigativo, per archiviare quanto accaduto. In questi mesi Rabona ha annunciato nuovi servizi come se nulla fosse, i clienti danneggiati sono stati dimenticati e questo, chiaramente, non è accettabile”.

L’associazione Codici è impegnata in un’azione per il rimborso dei clienti Rabona che hanno subito disservizi nei mesi scorsi, in particolare per quanto riguarda invio SMS, chiamate e traffico dati. Per informazioni e chiarimenti è possibile telefonare al numero 065571996 o scrivere all’indirizzo segreteria.sportello@codici.org.

PANTHEK
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
MYSTERY BOX
SUBSONIC