NIKON
NIKON

Qualcomm Snapdragon 8 Gen 3: tutto quello che c’è da sapere

Qualcomm ha tolto i veli dal tanto atteso Snapdragon 8 Gen 3, evoluzione dell’attuale Snapdragon 8 Gen 2 destinato alla prossima generazione di smartphone Android di fascia flagship. La Gen 3 ha un compito arduo: decretare un salto di prestazioni, in particolare sulla IA, dopo il successo dello Snapdragon 8 Gen 2 che nel 2023 è stato decretato sia per le prestazioni, sia per essere ovunque riconosciuto come il migliore SoC per il sistema operativo di Google.

Partiamo dalle basi: l’architettura dello Snapdragon 8 Gen 3. La Cpu Kyro all’interno dello Snapdragon 8 Gen 3 presenta sette core CPU, due in meno rispetto ai nove core che si trovano nel Tensor G3. Detto questo, Qualcomm è un’intera generazione Cortex avanti rispetto al chipset di Google, facendo affidamento su un Cortex-X4 da 3,3 GHz per il core primario. A cui si aggiungono i cinque core Cortex-A720 ad alte prestazioni: tre a 3,2 GHz, due a 3,0 GHz, senza altre differenze oltre alla velocità di clock. L’architettura è completato da due core di efficienza Cortex-A520 da 2,3 GHz, che creano un layout 1 + 5 + 2 piuttosto non convenzionale.

Qualcomm Snapdragon 8 Gen 3, la IA è stata potenziata

Qualcomm continua a brillare anche nel reparto gaming, richiamando l’attenzione sulla sua abilità di “sfidare le console” già nell’annuncio ufficiale. La Gpu Adreno dell’8 Gen 3 aumenta le prestazioni e l’efficienza rispettivamente del 25% e sembra competere con prodotti del calibro di iPhone 15 Pro per la migliore esperienza di gioco mobile che puoi trovare al di fuori dei PC portatili. Ciò include un ray tracing migliorato con accelerazione hardware, l’opzione di uscita a 240 Hz per i display supportati e il supporto per l’impianto di illuminazione Lumen di Unreal Engine 5.

Naturalmente, l’intelligenza artificiale è la parola d’ordine quest’anno e Qualcomm sta cercando di competere testa a testa con Google in questo spazio. È difficile riassumere quanta attenzione Qualcomm abbia posto sulla IA in questa generazione, soprattutto perché spetterà ai brand e agli sviluppatori supportare questi strumenti nel loro hardware. Tuttavia, le aspettative su questo fronte sono molto alte. Questi strumenti includono la la Stable Diffusion (un modello di apprendimento automatico profondo pubblicato nel 2022, utilizzato principalmente per generare immagini dettagliate a partire da descrizioni di testo) su dispositivo in locale che promette di essere la più veloce al mondo, tanto da generare immagini da prompt in frazioni di secondo senza appoggiarsi al cloud.

Qualcomm aveva precedentemente dimostrato la Stable Diffusion con lo Snapdragon 8 Gen 2 impiegando più di 15 secondi per generare un’immagine da un messaggio di testo. Tuttavia, l’azienda sostiene che Stable Diffusion sull’8 Gen 3 impiega meno di un secondo per generare un’immagine. L’azienda afferma inoltre che sta collaborando con Snapchat per implementare questa soluzione di diffusione stabile più rapida nell’app.

È stata poi menzionata la gomma per eliminare gli oggetti in editng video: è sviluppata da Arcsoft e agisce come la gomma magica di Google Foto per eliminare elementi da ciascun fotogramma della clip in un solo tocco. Il Sensing Hub ora supporta nuove iniziative di personalizzazione facendo affidamento sui sensori già presenti sul telefono per monitorare in modo accurato e sicuro dati come fitness, attività e posizione. Come Google, quest’anno Qualcomm supporterà solo app a 64 bit, il che significa che alcuni vecchi software legacy non funzioneranno prossimi smartphone flagship. Era ora. Il supporto a 32 bit di Qualcomm è stato una sorta di sorpresa sull’8 Gen 2.

“Quest’anno è un core puro a soli 64 bit. E crediamo che l’ecosistema delle app si sia evoluto in un modo tale che, in questo momento, non vediamo molto la necessità di core a 32 bit”, ha affermato il vicepresidente senior di Qualcomm Ziad Asghar. Per supportare questa scelta strutturale, il SoC è dotato di 12 MB di cache L3, rispetto agli 8 MB dell’ultima volta. Tra velocità di clock molto più elevate, cache L3 più grande e core medio extra, si presume che lo Snapdragon 8 Gen 3 rappresenti un grande passo avanti in termini di potenza. Infatti, Qualcomm afferma che le prestazioni complessive sono superiori del 30% rispetto allo Snapdragon 8 Gen 2 con un’efficienza energetica del 20% migliorata.

QualcommSnapdragon 8 Gen 3Snapdragon 8 Gen 2Snapdragon 8 Gen 1
CPU1x 3,3 GHz (Cortex-X4)
3x 3,2 GHz (Cortex-A720)
2x 3 GHz (Cortex-A720)
2x 2,3 GHz (Cortex-A520 Aggiornamento)
1x 3,19 GHz (Cortex-X3)
2x 2,8 GHz (Cortex-A715)
2x 2,8 GHz (Cortex-A710)
3x 2,0 GHz (Cortex-A510)
1x 3,0 GHz (Cortex-X2)
3x 2,5 GHz (Cortex-A710)
4x 1,8 GHz (Cortex-A510)
GPUAdreno (supporto per ray tracing)Adreno 740 (supporto ray tracing)Adreno 730
DSPHexagon (fused scalar, tensor and vector)
Supporto Mixed precision INT8/INT16 INT4
Hexagon (fused scalar, tensor and vector) 
Supporto Mixed precision INT8/INT16 INT4
Hexagon (fused scalar, tensor and vector)
Mixed precision INT8/INT16
RAMLPDDR5XLPDDR5XLPDDR5
Supporto fotografico• 200MP single shot
• 108MP single with zero shutter lag
• 64MP+36MP with zero shutter lag
• Triple 36MP with zero shutter lag
• Hybrid AF
• 10-bit HEIF image capture
• HDR video
• Dolby HDR photo
• Multi-frame noise reduction
• Real-time semantic segmentation for photos and videos (up to 12 layers)
• Video super resolutionno a 12 livelli)• Super risoluzione video
• 200MP single shot
• 108MP single with zero shutter lag
• 64MP+36MP with zero shutter lag
• Triple 36MP with zero shutter lag
• Hybrid AF
• 10-bit HEIF image capture
• HDR video
• Multi-frame noise reduction
• Real-time semantic segmentation for photos and videos (up to 8 layers)
• Video super resolution
• 200MP single shot
• 108MP single with zero shutter lag
• 64MP+36MP with zero shutter lag
• Triple 36MP with zero shutter lag
• Hybrid AF
• 10-bit HEIF image capture
• HDR video
• Multi-frame noise reduction
• Real-time object classification, segmentation, and replacement
• Video super resolution
Acquisizione video8K a 30 fps (HDR)
4K UHD a 120 fps
720p a 960 fps
Acquisizione video con visione notturna (4K/60 fps)
8K a 30 fps (HDR)
4K UHD a 120 fps
720p a 960 fps
8K a 30 fps (HDR)
4K UHD a 120 fps
720p a 960 fps
RicaricaQuick Charge 5Quick Charge 5Quick Charge 5
Modem 4G/5GX75 LTE/5G (integrato)
10.000Mbps download
3.500Mbps upload
X70 LTE/5G (integrato)
10.000Mbps download
3.500Mbps upload
X65 LTE/5G (integrato)
10.000 Mbps download
3.000 Mbps upload (nominali)
ConnettivitàBluetooth 5.4
Wi-Fi 7, Wi-Fi 6/6E (802.11ax), Wi-Fi 5 (802.11ac), 802.11a/b/g/n
Bluetooth 5.3
Wi-Fi 7, Wi-Fi 6/6E (802.11ax), Wi-Fi 5 (802.11ac), 802.11a/b/g/n
Bluetooth 5.2
Wi-Fi 6E, Wi-Fi 6 (802.11ax), Wi-Fi 5 (802.11ac), 802.11a/b/g/n
Processo produttivoTSMC 4nm (N4P)TSMC 4nm (N4?)Samsung 4nm 4LPE

Questa nuova configurazione della Cpu arriverà anche mentre la rivale MediaTek si prepara a lanciare il processore Dimensity 9300. Si dice che il chip MediaTek abbandonerà completamente i piccoli core a favore di quattro core Cortex-X4 e quattro core medi Cortex-A720. Quindi la lotta per le prestazioni sarà davvero serrata nel 2024, con anche il Soc A17 Pro di Apple che sta facendo scuola. Qualcomm ha confermato che il chipset è un design a 4 nm basato sul processo N4P di TSMC. Ciò significa che l’A17 Pro di Apple è l’unico processore per smartphone costruito sul più piccolo processo da 3 nm in questo momento. Ma il processo di produzione non determina in modo diretto l’efficienza e le prestazioni del SoC.

La Gpu assicura qualità grafica da console sullo Snapdragon 8 Gen 3

Snapdragon 8 Gen 2 ha introdotto un miglioramento principale della Gpu con l’introduzione del ray tracing con accelerazione hardware per luci, riflessi e ombre più realistici. Allora, cosa offre lo Snapdragon 8 Gen 3? Come detto, Qualcomm ha confermato che le funzionalità di ray tracing del nuovo chipset sono state aumentate con il supporto per l’illuminazione globale tramite Lumen Engine di Unreal Engine 5. L’illuminazione globale (o illuminazione indiretta) è una tecnica grafica che modella in modo più realistico il modo in cui la luce interagisce con un ambiente. Questa tecnologia di illuminazione tiene conto anche di fattori come l’assorbimento e la riflettività del materiale virtuale. È un po’ troppo presto per dire se questo vedrà un’adozione diffusa, quindi nessuno può indovinare se si rivelerà simile al ray tracing mobile (ovvero supportato da pochissimi giochi in questo momento). Per il resto, la nuova GPU Adreno è dichiarata il 25% più veloce rispetto alla generazione precedente, pur essendo il 25% più efficiente. Anche il ray tracing ottiene un aumento delle prestazioni del 50%. Incrociamo le dita affinché le prestazioni sostenute reggano nel tempo.

Questi aggiornamenti sono piuttosto rispettabili sulla carta dato che Qualcomm afferma che la GPU Snapdragon 8 Gen 3 presenta “cambiamenti evolutivi” piuttosto che un design completamente nuovo. “Sono davvero un sacco di cambiamenti microarchitettonici sulla GPU su questo fronte che stanno consentendo questi miglioramenti delle prestazioni”, ha spiegato Salman Saeed, responsabile display e GPU di Qualcomm. Ha aggiunto che la società si è concentrata sui colli di bottiglia che hanno influenzato in gran parte i carichi di lavoro basati su Vulkan, come la pipeline dello shader e il throughput delle texture.

Qualcomm offre anche due funzionalità relative ai giochi quando si trasmette un dispositivo Snapdragon 8 Gen 3 su un display esterno, ovvero gameplay 8K e supporto 240Hz. Il primo è ottenuto tramite la super risoluzione, mentre il secondo significa supporta il gaming a 240 fps. Il chip di Qualcomm raggiunge ufficialmente il massimo a 144Hz con risoluzione QHD+, anche se ciò non ha impedito ad alcuni brand, come Motorola, di lanciare telefoni a 165Hz o addirittura 240Hz utilizzando precedenti processori Snapdragon.

L’intelligenza artificiale generativa è ovunque e Qualcomm sta approfittando di questa tendenza. L’azienda afferma che la NPU Hexagon aggiornata di Snapdragon 8 Gen 3 è progettata pensando all’intelligenza artificiale generativa. I miglioramenti principali includono prestazioni fino al 98% più veloci rispetto alla generazione precedente, un aumento dell’efficienza del 40%, un aumento doppio della larghezza di banda nella memoria condivisa di grandi dimensioni e una maggiore larghezza di banda che alimenta il Tensor Accelerator. Whealton afferma di aver implementato anche un rail di tensione separato per il Tensor Accelerator, consentendo alla NPU e al silicio Tensor di funzionare ciascuno a diversi livelli di potenza per un migliore equilibrio tra prestazioni ed efficienza. Qualcomm afferma che il chipset supporta modelli linguistici di grandi dimensioni con oltre 10 miliardi di parametri che funzionano a quasi 15 token al secondo. 

Un’altra aggiunta interessante è la “personalizzazione sul dispositivo” per l’intelligenza artificiale. Qualcomm afferma che utilizzerà i sensori del device (ad esempio GPS, Wi-Fi, microfono, Bluetooth, fotocamera) per personalizzare le query del chatbot. Qualcomm sta inoltre pubblicizzando i vantaggi in termini di privacy derivanti dalla personalizzazione sul dispositivo. L’azienda ha cercato di placare le preoccupazioni che le app avrebbero avuto accesso a questi dati di personalizzazione. Vinesh Sukumar, responsabile dell’intelligenza artificiale e dell’apprendimento automatico di Qualcomm, ha affermato che qualsiasi app che utilizza questa funzione otterrebbe solo un “elemento raffinato del prompt di input che viene filtrato” prima di arrivare all’app. Ha aggiunto che questi dati di personalizzazione vengono eliminati dopo la generazione di un prompt. In ogni caso, Qualcomm presenterà una demo del sistema AI in esecuzione sul dispositivo allo Snapdragon Summit, basato su Llama 2 LLM di Meta. L’azienda sottolinea che questa demo offre supporto vocale “end-to-end”. Infine, Snapdragon 8 Gen 3 includerà il supporto per modelli di intelligenza artificiale generativa multimodale. Ciò significa che si può inserire testo, immagini e parlato e fare in modo che questi modelli generativi generino in cambio testo, immagini e parlato.

Lo Snapdragon 8 Gen 3 sfoggia una nuova funzione denominata Photo Expansion. Permette di “rimpicciolire” una foto catturata, estendendo essenzialmente i bordi dell’immagine con l’aiuto dell’intelligenza artificiale generativa sul dispositivo. È una caratteristica piuttosto atipica, anche perché non si pone il problema di oltrepassare il limite per quanto riguarda l’autenticità delle foto: lo supera sfacciatamente. Detto questo, un rappresentante di Qualcomm ha suggerito durante la conferenza stampa che questo potrebbe essere utilizzato per creare sfondi. Qualcomm sta anche promuovendo la funzionalità Night Vision Video su Snapdragon 8 Gen 3. Questa funzionalità, alimentata dalle reti neurali di Visionary AI, consentirà di acquisire video in ambienti “davvero molto bui”. Non sarebbe la prima volta che si vedono funzionalità video in modalità notturna poiché aziende del calibro di Oppo le offrono già da un po’ di tempo grazie al chip di imaging personalizzato. Ma avere questa funzionalità disponibile come parte dello stesso Snapdragon 8 Gen 3 è piuttosto conveniente per tutti i brand che non devono crearsi un loro chip dedicato.

Lo Snapdragon 8 Gen 3 migliora anche l’ISP Cognitive introdotto lo scorso anno. L’ISP di Snapdragon 8 Gen 2 è stato in grado di utilizzare la segmentazione semantica dell’immagine in tempo reale per identificare fino a otto oggetti in una foto o un video e applicare loro modifiche. Questa cifra è stata ora aumentata a 12 oggetti. Abbiamo anche una funzione Vlogger’s View che è effettivamente un’implementazione nativa della Director’s View di Samsung. Altre due caratteristiche degne di nota relative alla fotocamera questa volta includono una rinnovata partnership TruPic per l’autenticazione delle immagini e l’acquisizione di foto Dolby HDR. Nel primo caso, ciò aiuterà i consumatori ad autenticare se un’immagine è stata generata o meno dall’intelligenza artificiale. Nel frattempo, l’acquisizione di foto Dolby HDR è un nuovo formato fotografico HDR che promette una profondità di colore di 10 bit e oltre un miliardo di colori.

Gli smartphone che adotteranno il nuovo Qualcomm Snapdragon 8 Gen 3

Queste non sono le uniche novità in arrivo sull’ultimo chipset per smartphone di Qualcomm. Ecco alcune altre nozioni che vale la pena conoscere:

  • Lo Snapdragon 8 Gen 3 offre anche sfondi AI generativi per l’acquisizione video. Ciò consentirà apparentemente di utilizzare Stable Diffusion per creare uno sfondo per i video registrati.
  • Il nuovo chip di Qualcomm supporta anche la nuova tecnologia Zoom Anyplace di Samsung, utilizzando una fotocamera da 200 MP per acquisire contemporaneamente un video 1x e un video 4x con tracciamento degli oggetti. L’unico altro SoC capace di ciò è l’Exynos 2400.
  • È supportato il formato fotografico Ultra HDR di Google, seguendo le orme di Snapdragon 8 Gen 2 e Pixel 8 e 8 Pro.
  • Il “sensor hub” di Snapdragon 8 Gen 3 offre un incremento delle prestazioni fino a 3,5 volte con supporto INT4, 30% di memoria in più e doppi ISP sempre sensibili. Quest’ultimo significa che puoi avere un ISP rivolto alla fotcamera selfie (ad esempio per uno sblocco facciale più veloce) e uno rivolto verso le fotocamere posteriori (ad esempio per la scansione dei codici QR).
  • La qualità grafica dei giochi sarà superiore in virtù di ombre più nitide e dall’aspetto più gradevole nei titoli che supportano Snapdragon Shadow Denoiser.
  • Il chipset supporta anche audio lossless a 24 bit 96KHz insieme alla tecnologia XPAN. Questo codec fa parte dei nuovi chipset audio Snapdragon S7 e S7 Pro per auricolari wireless.

Qualcomm ha confermato che i primi telefoni con il chipset Snapdragon 8 Gen 3 saranno disponibili nelle “prossime settimane”. I brand che hanno già fatto sapere che adotteranno Snapdragon 8 Gen 3 sono: Asus, Honor, Iqoo, Meizu, Nio, Nubia, OnePlus, Oppo, Realme, Redmi, Redmagic, Sony, Vivo, Xiaomi e Zte. Rimane in sospeso la questione Samsung Galaxy S24.

NIKON
AIR TWISTER
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
PANTHEK
ARCADE1UP