PURO
PURO

OpenAI con Jeff Bezos e Nvidia finanziano la startup di robot umanoidi Figure AI

OpenAi (la casa madre di ChatGPT e autentico pioniere di sccesso nell’Intelligenza Artificiale) al fianco di Jeff Bezos (Amazon) e Nvidia (record di valorizzazione a Wall Street) nel finanziamento e investimento a beneficio la startup di robot umanoidi Figure AI. A riferirlo è il sito statunitense ha riferito venerdì Bloomberg News.

OpenAI “trascina” e aggrega le Big Tech

La società Figure AI sta raccogliendo circa 675 milioni di dollari in un round di finanziamento che, secondo il rapporto, comporta una valutazione pre-money di circa 2 miliardi di dollari. Stando alle informazioni raccolte, Jeff Bezos ha impegnato 100 milioni di dollari attraverso la sua società Explore Investments LLC e Microsoft sta investendo 95 milioni di dollari. Al contempo, Nvidia e un fondo affiliato ad Amazon metterebbero sul tavolo ciascuno 50 milioni di dollari. La società OpenAI di Sam Altaman, per altro, aveva anche preso in considerazione l’acquisizione di Figure: ora avrebbe sborasato 5 milioni di dollari. Ma il gruppo di colossi che sarebbero pronti a giocare la partrita è molto più ampio, tra i quali anche Intel, LG Innotek e le società di venture capital Parkway Venture Capital e Align Ventures. Insomma, tutti insieme appassionatamente per aprire una nuova frontiera che vede intensificarsi la collaborazione tra le Big Tech, impegnate a fare squadra per acquisire una posizione di dominanza, senza trascurare alcuna piega del business.

Nvidia, il successo non si ferma

Del resto, l’accelerazione che l’Intelligenza Artificiale ha impresso nella Silicon Valley e dintorni è a dir poco impressionante. Una testimonianza tangibile è rappresentata dal volo spiccato da parte del produttore di chip Nvidia, che dopo aver registrato un trimestre di fine 2023 col record, ha scalato in modo repentino la classifica di Wall Street (Dow Jones e Nasdaq, quest’ultimo il mercato azionario dei titoli tecnologici) insediandosi al secondo posto per capitalizzazione alle spalle di Microsoft e Apple. Basti citare un fatto: nella giornata di venerdì 23 febbraio, Nvidia ha raggiunto (seppur per un arco di tempo ridotto) i 2 trilioni di dollari di valore di mercato per la prima volta, cavalcando l’insaziabile domanda per i suoi chip. Questo traguardo ha fatto seguito ad un’altra previsione di ricavi al top per il trimestre in corso (chiusura a fine marzo) al punto di aver aumentato il proprio valore di mercato di 277 miliardi di dollari.

PURO
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
MYSTERY BOX
SUBSONIC