playit

Apple ha svelato il nuovo MacBook Pro completamente reinventato con gli innovativi M1 Pro e M1 Max, i primi chip professionali sviluppati per Mac. Disponibile nei modelli da 14″ e 16″, MacBook Pro offre prestazioni straordinarie per elaborazione, grafica e machine learning (ML) sia quando è collegato all’alimentazione, sia quando non lo è, e assicura un’autonomia fenomenale, rendendo possibili flussi di lavoro prima inimmaginabili su un computer portatile. Il nuovo MacBook Pro è dotato del display Liquid Retina XDR, una vasta gamma di porte per una connettività evoluta, una videocamera FaceTime HD da 1080p e il miglior sistema audio mai integrato in un notebook.

Abbinato a macOS Monterey, progettato sin dalle fondamenta per sfruttare tutta la potenza dei chip M1 Pro e M1 Max, offre un’esperienza utente che, semplicemente, non ha rivali. Infrangendo i limiti tradizionalmente associati ad un computer portatile, MacBook Pro è progettato per chi si occupa a livello professionale di sviluppo, fotografia, cinema, arte 3D, scienza e musica, e per chiunque desideri il miglior notebook al mondo. Il nuovo MacBook Pro si aggiunge al MacBook Pro 13″ con chip M1 per dare vita alla famiglia di computer portatili più potente di sempre. I modelli di MacBook Pro da 14″ e 16″ possono essere già ordinati e saranno disponibili dal 26 ottobre.

Questa volta davvero: i Macbook “più potenti di sempre”

Il nuovo MacBook Pro supera i tradizionali limiti di un computer portatile offrendo prestazioni incredibili e capacità innovative. Rispetto al modello da 13″ top di gamma della generazione precedente, il nuovo MacBook Pro da 14″ è notevolmente più potente.

Con una CPU 10-core nei chip M1 Pro e M1 Max, MacBook Pro da 14″ rende possibili:

  • Esecuzioni di progetto fino a 3,7 volte più veloce con Xcode.
  • Fino a tre volte più plug-in Amp Designer in Logic Pro.
  • Prestazioni di fluidodinamica computazionale fino a 2,8 volte più veloci in NASA TetrUSS.

Con una GPU 16-core nel chip M1 Pro e una GPU 32-core nel chip M1 Max, MacBook Pro da 14″ trasforma i flussi di lavoro dalla grafica più complessa con:

  • Velocità di rendering 4K fino a 9,2 volte superiore in Final Cut Pro con M1 Pro e fino a 13,4 volte superiore con M1 Max. 
  • Prestazioni GPU vettoriali e raster combinate fino a 5,6 volte più veloci in Affinity Photo con M1 Pro e fino a 8,5 volte più veloci con M1 Max. 
  • Rendering degli effetti fino a 3,6 volte più veloce in Blackmagic DaVinci Resolve Studio con M1 Pro e fino a 5 volte più veloce con M1 Max.

Entrambi i chip M1 Pro e M1 Max sono potenziati da un Neural Engine 16-core che consente di velocizzare le attività di machine learning, per esempio:

  • Velocità di tracciamento degli oggetti fino a 8,7 volte superiore in Final Cut Pro con M1 Pro e fino a 11,5 volte superiore con M1 Max. 
  • Rilevamento delle modifiche nelle scene nei video 1080p ProRes 422 fino a 7,2 volte più veloce in Adobe Premiere Pro.
  • Prestazioni fino a 2,6 volte più veloci quando si selezionano soggetti nelle immagini in Adobe Photoshop.

Il Macbook da 16″ è il top della nuova gamma

Rispetto alla generazione precedente, il nuovo MacBook Pro da 16″ offre prestazioni nettamente migliorate per i flussi di lavoro più complessi negli aspetti maggiormente rilevanti per l’utente professionista.

Con la stessa, potente CPU 10-core nei chip M1 Pro e M1 Max, MacBook Pro da 16″ offre:

  • Prestazioni di fluidodinamica computazionale fino a 3 volte più veloci in NASA TetrUSS.
  • Esecuzioni di progetto fino a 2,1 volte più veloci in Xcode.
  • Prestazioni di pubblicazione fino a 2,1 volte più veloci in Vectorworks.

Con una GPU 16-core nel chip M1 Pro e una GPU 32-core nel processore M1 Max, MacBook Pro da 16″ offre prestazioni grafiche superiori con:

  • Prestazioni GPU vettoriali e raster combinate fino a 2,9 volte più veloci in Affinity Photo con M1 Pro e fino a 4,5 volte più veloci con M1 Max. 
  • Rendering fino a 2,5 volte più veloce in Maxon Cinema 4D con Redshift con  M1 Pro e fino a 4 volte più veloce con M1 Max.
  • Velocità di rendering 8K fino a 1,7 volte superiore in Final Cut Pro con M1 Pro e fino a 2,9 volte superiore con M1 Max. 

Grazie al Neural Engine 16-core sui chip M1 Pro e M1 Max, le attività di apprendimento automatico sono più veloci che mai su MacBook Pro da 16″, per esempio:

  • Rilevamento delle modifiche nelle scene nei video 1080p ProRes 422 fino a 4,4 volte più veloce in Adobe Premiere Pro.
  • Velocità di tracciamento degli oggetti fino a 3,6 volte superiore in Final Cut Pro con M1 Pro e fino a 4,9 volte superiore con M1 Max. 
  • Prestazioni fino a 1,5 volte più veloci con M1 Pro e fino a 2 volte più veloci con M1 Max quando si selezionano soggetti nelle immagini in Adobe Photoshop.

Efficienza energetica all’avanguardia nel settore e straordinaria autonomia della batteria

Dai flussi di lavoro professionali alle attività di tutti i giorni, MacBook Pro offre un’efficienza energetica impressionante per garantire prestazioni straordinarie, sia quando l’utente è collegato all’alimentazione, sia quando sta usando la batteria. La straordinaria autonomia della batteria permette all’utente di fare ancora di più con una sola carica.

Rispetto al modello MacBook Pro della generazione precedente, con una sola carica:

  • Il modello da 14″ offre fino a 17 ore di riproduzione video, cioè sette ore in più, mentre il modello da 16″ raggiunge ben 21 ore di riproduzione video, vale a dire 10 ore in più – l’autonomia della batteria più lunga mai vista su un notebook Mac.
  • Chi sviluppa in Xcode potrà compilare fino a 4 volte la quantità di codice.
  • E chi si occupa di fotografia in contesti di mobilià potrà contare su una batteria che dura fino al doppio quando usa Adobe Lightroom Classic per l’editing delle immagini.

A differenza degli altri notebook professionali che riducono le prestazioni quando non sono collegati all’alimentazione, MacBook Pro offre le stesse performance anche quando è alimentato solo a batteria. Questa combinazione inedita di prestazioni del sistema, prestazioni della batteria e autonomia della batteria distinguono MacBook Pro da qualsiasi altro computer portatile.

Apple li ha progettati per le prestazioni

Con il nuovo design, i modelli di MacBook Pro da 14″ e 16″ sono stati progettati con un focus specifico su prestazioni e funzionalità. La scocca in alluminio ottimizza lo spazio interno per offrire più prestazioni e funzioni. Il guscio si sviluppa con meticolosa attenzione attorno a un evoluto sistema termico in grado di spostare il 50% di aria in più rispetto alla generazione precedente, anche con velocità ridotte della ventola. Il design termico consente a MacBook Pro di sprigionare prestazioni fenomenali e costanti, rimanendo silenzioso e fresco. E grazie all’efficienza del chip Apple, il sistema non dovrà neppure azionare le ventole per la maggior parte delle attività che l’utente svolge ogni giorno.

Il nuovo MacBook Pro è inoltre dotato della tastiera Magic Keyboard in un alloggiamento nero a doppia anodizzazione, che dà risalto con eleganza ai simboli retroilluminati sui tasti e presenta una fila di tasti funzione di altezza standard. I tasti funzione fisici, incluso un tasto Esc più grande, sostituiscono la Touch Bar, riportando il feeling tattile familiare dei tasti meccanici amato dai professionisti. La nuova tastiera è abbinata al miglior trackpad Force Touch del settore, perfetto per le applicazioni pro.

I nuovi Macbook Pro vantano il pannello mini Led

Per la prima volta MacBook Pro è dotato del display Liquid Retina XDR. Con la tecnologia mini-LED adottata per iPad Pro, il display Liquid Retina XDR offre fino a 1000 nit di luminosità costante full-screen, ben 1.600 nit di luminosità di picco e un contrasto di 1.000.000:1. La gamma dinamica estrema dà vita ai contenuti HDR per immagini più dettagliate nelle parti sovrailluminate e in quelle in ombra, neri più profondi e colori più vivaci che mai. Ha una meravigliosa ampia gamma cromatica P3 e supporta un miliardo di colori per sfumature eccezionalmente morbide.

Il nuovo display introduce inoltre su Mac la tecnologia ProMotion con un refresh rate adattivo fino a 120Hz. ProMotion varia automaticamente il refresh rate in base al movimento dei contenuti a video per contribuire a limitare il consumo della batteria e rendere ogni attività ancora più fluida e reattiva. Chi si occupa di editing video potrà inoltre impostare un refresh rate fisso ottimale per il girato. La combinazione delle strepitose prestazioni XDR e della tecnologia ProMotion incredibilmente fluida rende questo display il migliore al mondo su un computer portatile.

Entrambi i modelli hanno un display più grande rispetto alla generazione precedente. Il modello da 16″ offre un display da 16,2″ con 7,7 milioni di pixel, più di qualsiasi altro notebook Mac. Il modello da 14″ offre più spazio a video con un’area attiva di 14,2″ e un totale di 5,9 milioni di pixel, un numero superiore al precedente modello di MacBook Pro da 16″. Il display ha bordi ancora più sottili e si estende attorno alla videocamera per lasciare ancora più spazio ai contenuti visualizzati. Il nuovo display offre una meravigliosa esperienza cinematografica, perfetta per guardare un film così come per calibrare il colore di un video 8K.

Il nuovo MacBook Pro offre una connettività più evoluta. Entrambi i modelli hanno tre porte Thunderbolt 4 per collegare periferiche ad alta velocità, uno slot per schede SDXC per un accesso ultraveloce ai contenuti multimediali, una porta HDMI per collegare facilmente monitor e TV, e un jack per cuffie ottimizzato che supporta ora cuffie ad alta impedenza. MagSafe torna su MacBook Pro con MagSafe 3, ora con un design aggiornato e supporto per una maggiore potenza. Con MagSafe 3 è facile e veloce collegare un cavo di ricarica, garantendo la massima protezione del computer MacBook Pro. La ricarica veloce approda per la prima volta su Mac, per portare la batteria fino al 50% in appena 30 minuti. Con il chip M1 Pro è possibile collegare fino a due Pro Display XDR, mentre con il chip M1 Max si possono collegare fino a tre Pro Display XDR e una TV 4K contemporaneamente. Per la connettività wireless MacBook Pro integra Wi-Fi 6 e Bluetooth 5.0.

Apple potenzia (finalmente) anche webcam e acustica

Il nuovo MacBook Pro ha una videocamera FaceTime HD da 1080p, la migliore mai vista in un notebook Mac, che raddoppia la risoluzione e le prestazioni in condizioni di scarsa luminosità. Il sistema sfrutta il potente processore ISP e il Neural Engine dei chip M1 Pro e M1 Max per il video computazionale e migliora così la qualità video per immagini più nitide e tonalità della pelle più naturali.

Per offrire un’esperienza audio all’avanguardia, il nuovo MacBook Pro integra microfoni leader di settore con una qualità professionale e un rumore di fondo ancora più basso, per chiamate e registrazioni più nitide. Il sistema audio composto da sei altoparlanti ad alta fedeltà include due tweeter per una scena sonora ancora più chiara e quattro woofer force-cancelling, per l’80% di bassi in più. Il sistema supporta inoltre l’audio spaziale, che crea una sofisticata esperienza di ascolto tridimensionale. Ed è ideale per ascoltare musica o guardare un film in Dolby Atmos con audio di livello cinematografico. Nel complesso è il miglior sistema audio mai integrato in un computer portatile.

macOS Monterey ottimizzato per M1 Pro e M1 Max

Il nuovo MacBook Pro da 14″ e 16″ viene fornito di serie con macOS Monterey, l’ultima versione del sistema operativo desktop più evoluto al mondo. La combinazione di macOS Monterey e dei nuovi potenti chip M1 Pro e M1 Max assicura prestazioni rivoluzionarie e una produttività fenomenale. FaceTime include nuove funzioni audio e video che rendono le chiamate più naturali e realistiche, mentre i nuovi strumenti Continuity come AirPlay to Mac rendono possibile una sinergia ancora migliore tra i dispositivi Apple. Testo attivo e Info rapide dalle foto introducono nuove funzioni smart per recuperare utili informazioni, Safari offre una migliore organizzazione grazie ai gruppi di tab e i Comandi rapidi portano su Mac tutta la semplicità dell’automazione. Disponibile in autunno, SharePlay consentirà a chi utilizza un computer Mac di vivere esperienze condivise attraverso FaceTime, mentre Controllo universale permetterà di lavorare facilmente su tutti i propri Mac e iPad.

Con macOS Monterey e il chip Apple, sarà possibile eseguire una gamma ancora più vasta di app su Mac. Tutte le app per Mac sviluppate da Apple sono ottimizzate per i chip M1 Pro e M1 Max e per essere eseguite in nativo. Sono inoltre disponibili più di 10.000 app e plug-in Universal, tra cui Lightroom Classic, Cinema 4D, Capture One e tanti altri. Le app esistenti per Mac che non sono ancora state aggiornate alla versione Universal potranno girare senza difficoltà grazie alla tecnologia Rosetta 2 di Apple. Sarà anche possibile usare le app per iPhone e iPad direttamente su Mac, aprendo così un universo infinito di possibilità. Fantastiche novità riguardano anche Final Cut Pro e Logic Pro, che consentiranno di sfruttare appieno la potenza e le prestazioni dei chip M1 Pro e M1 Max per sprigionare la creatività.

Le app ottimizzate per i nuovi Macbook: Final Cut Pro e Logic Pro

Final Cut Pro e Logic Pro sono stati aggiornati con nuove potenti funzioni dedicate a chi si occupa a livello professionale di creazione audio e video; entrambi sono stati ottimizzati per sfruttare appieno la potenza e le prestazioni dei chip M1 Pro e M1 Max del nuovo MacBook Pro. Chi utilizza Final Cut Pro sul nuovo MacBook Pro per l’editing video potrà eseguire operazioni prima inimmaginabili su un computer Mac, per esempio potrà riprodurre sette stream di video 8K ProRes o gestire il color grading di video 8K HDR con il nuovo display Liquid Retina XDR, una novità assoluta per qualsiasi portatile. Final Cut Pro introduce inoltre un nuovo Object Tracker che si avvale del machine learning per rilevare automaticamente volti e oggetti e seguire i loro movimenti per creare splendidi titoli ed effetti di qualità cinematografica su qualsiasi Mac. Logic Pro, il software professionale per la produzione di musica, integra ora un set completo di strumenti per l’authoring di musica in audio spaziale, che consentiranno di mixare ed esportare i brani in Dolby Atmos per Apple Music. Chi produce musica potrà utilizzare un numero di plug-in fino a tre volte superiore per registrare sul nuovo MacBook Pro con chip M1 Max. Final Cut Pro e Logic Pro, disponibili da oggi sul Mac App Store, sono app Universal in grado di sfruttare le prestazioni rivoluzionarie e le capacità professionali di macOS Monterey.

Final Cut Pro 10.6

Final Cut Pro offre funzioni innovative che consentono di creare bellissime animazioni grafiche con tracciamento del movimento e fare l’editing di video in modalità Cinema girati su iPhone 13 e iPhone 13 Pro. L’app sfrutta inoltre le prestazioni nettamente superiori offerte dai chip M1 Pro e M1 Max nel nuovo MacBook Pro. Chi si occupa di editing video può ora riprodurre sette stream di video 8K ProRes a piena risoluzione, con più di 230 milioni di pixel, ed esportare video ProRes con velocità di oltre cinque volte superiori. L’aggiornamento di oggi introduce inoltre un nuovo Object Tracker che consente di creare in modo rapido e intuitivo grafica animata accattivante che segue i movimenti dei volti o degli oggetti nei video. L’analisi del tracciamento è fino a cinque volte più veloce sul nuovo MacBook Pro da 16″ e sfrutta le capacità di machine learning del Neural Engine nel chip Apple per accelerare il rilevamento di volti e oggetti nei video.

I video registrati in modalità Cinema sui nuovi modelli di iPhone 13 possono essere montati facilmente con Final Cut Pro e Motion, con la possibilità di regolare l’effetto di profondità di qualsiasi ripresa e di utilizzare fotogrammi chiave per modificarlo nel tempo. Basta fare clic su un volto o su un oggetto nel viewer per aggiungere o eliminare i punti di messa a fuoco, senza bisogno di girare nuovamente.

Apple ha aggiornato anche le app complementari di Final Cut Pro: Motion e Compressor. Con Motion sul nuovo MacBook Pro è possibile eseguire il rendering di un progetto complesso fino a due volte più velocemente e riprodurre due stream di video 8K con un frame rate cinque volte superiore. Chi si occupa di grafica potrà ora combinare il tracciamento degli oggetti con maschere, forme, oggetti 3D, comportamenti e filtri per dar vita a fantastici effetti visivi. E il nuovo filtro Neon aggiunge un bagliore accattivante a immagini, forme, testi e altri contenuti.

Sul nuovo MacBook Pro, Compressor può eseguire la transcodifica di file HEVC e video ProRes rispettivamente fino a due e dieci volte più velocemente. Per la prima volta Compressor può gestire anche la transcodifica di file video Canon Cinema RAW Light in altri formati professionali come ProRes e H.264, mentre con Watch Folders è semplice codificare in automatico contenuti memorizzati in una cartella selezionata nel file system.

Logic Pro 10.7

L’audio spaziale rappresenta la prossima generazione del suono con la sua esperienza audio rivoluzionaria e un suono multidimensionale autentico e nitido. Grazie a un nuovo set completo di strumenti per mixing e rendering, Logic Pro rende possibile l’authoring di brani in formato Dolby Atmos compatibile con Apple Music. Chi compone, produce o mixa musica potrà ora ampliare i progetti stereo ai canali surround supportati da Dolby Atmos, utilizzando nuovi controlli mixer e bilanciamento. Sono stati inoltre aggiornati 13 plug-in integrati in Logic Pro, tra cui Space Designer, Limiter, Loudness Meter e Tremolo, per sfruttare queste nuove capacità creative. Quando i brani vengono pubblicati in Apple Music, chi li ascolta su dispositivi che supportano l’audio spaziale potrà immergersi in un’esperienza coinvolgente ed esclusiva. Con il nuovo MacBook Pro, ogni musicista potrà contare su prestazioni di livello workstation per creare fantastici mix in audio spaziale, caricare rapidamente librerie di grandi dimensioni e utilizzare fino a tre volte più plug-in per le registrazioni.

Logic Pro include ora i nuovi Producer Pack¹ introdotti in GarageBand la scorsa estate. Si potranno utilizzate beat, loop e campionature creati da producer di fama mondiale tra cui Boys Noize, Mark Lettieri, Mark Ronson, Oak Felder, Soulection, Take A Daytrip, Tom Misch e TRAKGIRL. Con Logic ora è possibile accedere a 2800 nuovi loop, 50 nuovi kit e 120 nuove patch, tutti liberi da diritti d’autore, da integrare nelle proprie canzoni. L’aggiornamento include inoltre il progetto multitraccia originale del brano “Montero (Call Me by Your Name)” di Lil Nas X, compreso un mix con audio spaziale Dolby Atmos della traccia.

Nuovi Apple Macbook Pro: prezzi e disponibilità

I nuovi modelli di MacBook Pro con chip M1 Pro e M1 Max sono disponibili su apple.com/it/store e tramite l’app Apple Store. Le consegne inizieranno martedì 26 ottobre, quando saranno disponibili anche in alcuni Apple Store e Rivenditori Autorizzati Apple. Il nuovo MacBook Pro da 14″ ha un prezzo a partire da €2.349 (Iva incl.) e da €2.114,5 (Iva incl.) per il settore Education; il nuovo MacBook Pro da 16″ ha un prezzo a partire da €2.849 (Iva incl.) e da €2.564,68 (Iva incl.) per il settore Education. Ulteriori specifiche tecniche, opzioni di configurazione e accessori sono disponibili su apple.com/it/mac.

macOS Monterey sarà disponibile come aggiornamento software gratuito da lunedì 25 ottobre.

Con Apple Trade In è possibile permutare il proprio computer in cambio di un credito per l’acquisto di un nuovo MacBook Pro. Per conoscere il valore del proprio dispositivo è possibile visitare apple.com/it/trade-in.

Ogni cliente che acquista un MacBook Pro da Apple può prenotare gratuitamente una sessione personale online con uno Specialista Apple, ottenere la configurazione del prodotto in alcuni store, inclusa assistenza per il trasferimento dei dati, e ricevere aiuto per configurare il suo nuovo MacBook Pro proprio come desidera.

AppleCare+ per Mac offre servizi di supporto tecnico e copertura hardware extra da parte di Apple, inclusi fino a due interventi per danni accidentali ogni 12 mesi, ciascuno a un costo addizionale.