pioneerdj-mtrading igizmo
Nintendo

Abbiamo incontrato Luca Desina, country manager di Pioneer DJ per Italia, Malta e Balcani, Elena Grassi, responsabile comunicazione, e Claudio Bosatra, general manager di MTrading (distributore del marchio), per comprendere il percorso lato consumer del brand che è il punto di riferimento a livello professionale. A cinque anni dal suo debutto con modelli entry level, lo sviluppo della categoria si è rafforzato e ha accolto sempre nuovi prodotti. Facciamo il punto con i tre protagonisti di questo successo.

Pioneer DJ: una storia trentennale

Pioneer DJ è il leader di fatto e per numeri e fatturato del mondo del djing. Le più recenti novità del brand che abbiamo pubblicato su iGizmo.it sono:

Da Pioneer DJ ecco il mixer a due canali “scratch-style” DJM-S5

Pioneer DJ rinnova la serie DM e migliora prestazioni e funzioni

Essential Audio: PIoneer DJ presenta le nuove cuffie HDJ-CX

Pioneer DJ XDJ-RX3: touchscreen da 10,1″ e funzioni da top di gamma

A differenza della prima video intervista, che abbiamo pubblicato a maggio 2021 nel quale si presentava un nuovo “inizio” per Pioneer DJ (la potete leggere e vedere in questa pagina: https://www.igizmo.it/imeets-pioneer-dj-e-m-trading-la-migliore-gamma-consumer-per-dj-e-appassionati-di-musica), questa volta ci siamo concentrati più sul raccordo tra consumatore e marchio.

Un esercizio difficile nel quale lo storico distributore MTrading, rappresentato nell’intervista da Claudio Bosatra, ha il compito di gestire il canale retail e specializzato al fine di massimizzare sia il contatto con il cliente finale, sia la dislocazione fisica dei prodotti nei punti vendita affinché siano ben visibili e correttamente esposti e proposti alle persone. La gamma distribuita in esclusiva da MTrading copre un range tra circa 149 e 499 euro. All’interno della quale trovano posto console, mixer, speaker, cuffie e accessori rivolti a chiunque voglia esprimere la sua creatività.

“Il nostro obiettivo è fornire strumenti dedicati ai creativi, a chi fa musica, a chi vuole esprimersi attraverso l’audio”, spiega Luca Desinga. Un esempio? È presto raccontato, sempre nell’intervista che trovate in questa pagina, da Elena Grassi e riguarda l’attività organizzata in Rinascente nella quale le console di Pioneer DJ sono state utilizzate per intrattenere i clienti finali e per fare “toccare con mano” le potenzialità.

YouTuber, artisti, appassionati, gamer ma anche operatori professionali per video conferenze e meeting: il target di Pioneer DJ è immenso. Laddove serve audio di qualità, ci sarà un prodotto del brand. Come è testimoniato a livello professionale, nel quale il marchio è leader e punto di riferimento indiscusso. E, proprio per questo, porta il know-how anche nei prodotti consumer. Come nel caso del software di gestione, derivato da quello professionale. Quindi garanzia di potenza, flessibilità e ricca dotazione di tool ed effetti.