NIKON
TOPPS

Google Assistant diventerà una IA generativa con Bard

Google rilascerà presto una versione del suo assistente virtuale basata sulla tecnologia di intelligenza artificiale Bard dell’azienda, che aiuterà gli utenti a gestire compiti più complessi. La nuova offerta, chiamata Assistant with Bard, sarà disponibile a breve in una fase di test per poi essere distribuita al grande pubblico nei prossimi mesi come opzione da attivare dall’utente. La versione doterà l’Assistente, che aiuta gli utenti di dispositivi Android e Google a completare attività e trovare informazioni, con alcune delle funzionalità di Bard, un chatbot che è la risposta dell’azienda al popolarissimo ChatGPT di OpenAI .

“L’intelligenza artificiale generativa sta creando nuove opportunità per costruire un assistente digitale più intuitivo, intelligente e personalizzato”, ha scritto Sissie Hsiao , vicepresidente di Google, in un post sul blog che accompagna la notizia. Mentre i giganti della tecnologia competono per trarre vantaggio dai progressi dell’intelligenza artificiale, Google sta infondendo la tecnologia nel suo vasto portafoglio di prodotti. Il mese scorso, la divisione di Alphabet ha dichiarato che avrebbe dotato servizi come Gmail, Maps, Docs e YouTube del suo chatbot Bard.

Durante un evento hardware presso l’ufficio di Google Pier 57 a Manhattan, il capo dei dispositivi Google Rick Osterloh ha anche descritto altri modi in cui Google sta integrando l’intelligenza artificiale generativa, una tecnologia in grado di creare nuovi media come testo e video con semplici istruzioni, nelle sue app e servizi. L’anno prossimo, ha detto Osterloh, l’app Google Home lancerà funzionalità sperimentali come riepiloghi dell’attività intorno alla porta di casa e la possibilità di chiedere informazioni sullo stato dei pacchi in linguaggio naturale.

TOPPS
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
TOPPS
SUBSONIC