PURO
PURO

Android 15 Developer Preview 2: ecco la connettività satellitare (e molto altro)

Google ha rilasciato una nuova build di Android 15 denominata Developer Preview 2 (DP2). Questa build apporta molte modifiche dedicate agli sviluppatori della piattaforma e uno dei cambiamenti più importanti è il supporto ufficiale per la connettività satellitare su Android. Altre modifiche degne di nota includono più modi in cui le app possono apparire su schermi più piccoli sui dispositivi pieghevoli e il rilevamento del registratore dello schermo.

Android 15 supporta la connettività satellitare

Apple ha portato alla ribalta la connettività satellitare con questa funzionalità sulla serie iPhone 14, quindi Android è stato colto come deficitario in questo ambito. Con questa versione di Android 15, Google estende ufficialmente il supporto della piattaforma per la connettività satellitare. La piattaforma ora dispone degli elementi dell’interfaccia utente necessari per garantire “un’esperienza utente coerente nel panorama della connettività satellitare”, il che indica che la funzionalità potrebbe non essere limitata al solo mercato statunitense e che altri fornitori sarebbero in grado di offrire questo servizio in altre regioni. pure.

Connettività satellitare Android 15

Migliorie relative allo schermo

Con Android 15, gli sviluppatori di app possono dichiarare una proprietà per consentire la presentazione della propria app attraverso le icone che si adattano anche a schermi piccoli o di varia dimensione, così da garantire una buona esperienza utente. Android 15 ora consentirà alle app di rilevare quando vengono registrate lo schermo. Per le app che eseguono operazioni sensibili, gli sviluppatori possono invocare le API per consentire di nascondere il contenuto all’interno di tali registrazioni dello schermo.

Android 15 consente alle app di controllare l’headroom HDR per bilanciare i contenuti SDR e HDR. Il sistema sceglierà automaticamente un headroom HDR appropriato per le capacità del dispositivo e la profondità di bit del pannello. Tuttavia, ciò può avere un impatto negativo sulle esperienze in cui una piccola parte del contenuto HDR può sopraffare la luminosità percepita del resto del contenuto SDR. Pertanto, Google consente agli sviluppatori di app di controllare l’headroom HDR.

Android 15 HDR Headroom

Ad esempio, se si dispone di un riquadro dell’app con una singola miniatura HDR, ciò può influire sulla luminosità percepita del contenuto SDR visualizzato accanto. L’immagine di esempio condivisa da Google mostra una visualizzazione di contenuti SDR sulla sinistra e una percezione simulata dei problemi di headroom con contenuti misti SDR e HDR. Quando le app impostano il margine HDR desiderato, tali problemi possono essere evitati.

Android 15 migliora la gestione audio

Android 15 ha introdotto ufficialmente il supporto per lo standard di volume CTA-2075 che aiuta gli sviluppatori di app a evitare incoerenze di volume e garantisce che gli utenti non debbano regolare costantemente il volume quando passano da un contenuto all’altro. Google afferma che il sistema Android sfrutta le caratteristiche note dei dispositivi di output (cuffie, altoparlanti) insieme ai metadati del volume disponibili nel contenuto audio AAC per “regolare in modo intelligente il volume dell’audio e i livelli di compressione della gamma dinamica”.

Per sviluppatori è stata varata una nuova pagina chiamata “Condivisione audio”. La funzione è disponibile in Impostazioni, sotto Dispositivi connessi. Notata da Mishaal Rahman, questa nuova opzione renderà più semplice per gli utenti avviare e unirsi ad Auracast.

Condivisione dell'audio2

Archiviazione app integrata

Google ha integrato l’archiviazione delle app nel sistema operativo con la seconda anteprima per sviluppatori di Android 15. In Android 14, questa è una funzionalità che fa parte del Google Play Store e non del sistema operativo. Ciò significa che gli utenti di Android 14 non possono archiviare o ripristinare app dalle impostazioni di Android. Con la funzionalità dotata di supporto a livello di sistema operativo, ora si può gestire l’archiviazione e il ripristino dall’app Impostazioni. Per archiviare o ripristinare manualmente un’app, basta semplicemente accedere alla pagina delle informazioni dell’app e toccare archivia o ripristina.

Schermate di archiviazione delle app Android 15 (1)

Modifiche varie

Altre modifiche che Google ha annunciato con Android 15 Developer Preview 2 includono:

  • Esperienze NFC più fluide con nuove API che consentiranno al dispositivo di ascoltare ma non rispondere ai lettori NFC. Questo può essere utilizzato per autenticare le credenziali prima della prima comunicazione con un lettore NFC, che in alcuni casi consentirebbe una transazione con un solo tocco.
  • Android ora ha un’API PDFRenderer ed è un modulo Project Mainline, che ne consente l’aggiornamento tramite gli aggiornamenti di sistema di Google Play. Nell’ambito di Android 15 Developer Preview 2, Google include un’anteprima anticipata di alcuni miglioramenti che fornirebbero alle app che utilizzano l’API per eseguire il rendering di file e annotazioni protetti da password e consentire la modifica, la ricerca e la selezione dei moduli con copia.
  • Le nuove API ora consentono alle app di monitorare l’avvio e lo stato di arresto dell’app, visualizzare informazioni dettagliate sulle dimensioni dell’app e altro ancora.

Le build Android 15 Developer Preview 2 sono disponibili per i seguenti dispositivi Pixel:

  • Pixel 6 e Pixel 6 Pro
  • Pixel 6a
  • Pixel 7 e Pixel 7 Pro
  • Pixel 7a
  • Tavoletta Pixel
  • Piega pixel
  • Pixel 8 e Pixel 8 Pro

Tuttavia, queste build sono pensate per essere utilizzate dagli sviluppatori di app solo per testare in che modo le loro app sono influenzate dalle modifiche della nuova piattaforma. Gli utenti non dovrebbero utilizzare queste build poiché sono instabili e contengono bug.

PURO
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
MYSTERY BOX
SUBSONIC