NIKON
TOPPS

Xbox Game Pass e l’arrivo di Call of Duty Black Ops 6: rischi e opportunità

Mancano poco più di 24 ore all’Xbox Games Showcase (in diretta streaming domenica 9 giugno, a partire dalle 19 italiane) durante il quale Microsoft svelerà oltre alle novità soprattutto Call of Duty Black Ops 6, il nuovo capitolo della saga che ha acquisito all’interno dell’operazione Activision Blizzard da 69 miliardi di dollari. Il colosso di Redmond ha precisato che Call of Duty: Black Ops 6 sarà disponibile su Pc Game Pass, Xbox Game Pass e Game Pass Ultimate e fortunatamente non sarà necessario sottoscrivere un altro abbonamento per un potenziale nuovo tier del servizio.

Call of Duty: la forza del franchise

La notizia che costituisce sicuramente un “rivoluzione” ha generato un forte dibattito tra esperti del settore gaming e, non di meno, nella comunità finanziaria. Il franchise Call of Duty è indubbiamente uno dei più forti e potenti: e vanta per le varie release medie di vendita che si attestano intorno ai 20 milioni di copie spalmate nel tempo. Insomma, un autentico patrimonio. Per questa ragione si è sollevata più di una “preoccupazione” sul fatto che il lancio su Xbox Game Pass possa determinare qualche ripercussione. Il servizio in abbonamento di Microsoft – alle prese con la dura concorrenza di Sony (PlayStation) e un rallentamento più ampio del settore- stando ai dati dello scorso mese di febbraio contava 34 milioni di abbonati.

xbox igizmo game pass

Chiaramente, l’appeal di Call of Duty Black Ops 6 potrebbe attrarre new gamer, aumentare l’appeal della piattaforma, ma contestualmente incidere sulle vendite del franchise più ambito di Activision Blizzard. Come noto, il presidente di Xbox Sarah Bond ha confermato nello scorso mese di maggio che i giocatori possono aspettarsi tutti i giochi proprietari vengano resi disponibili sul servizio dal giorno del lancio, unitamente ad altri top seller legati ad altri franchise di proprietà. Il che ha indotto qualche operatore a ipotizzare che – a seguito del lancio di Call of Duty Black Ops 6, ben presto possa arrivare tutta l’intera saga e con largo anticipo sui tempi, rispetto a quanto inizialmente delineato e cioè tra il 2025 e il 2026.

Xbox Game Pass: il possibile sviluppo futuro

Che Call of Duty possa costituire una sorta di maglio per spingere gli utenti verso una maggiore adozione del servizio di cloud gaming di Xbox – che consente alle persone di giocare e riprodurre in streaming giochi su qualsiasi dispositivo come televisori e telefoni cellulari – appare sufficientemente plausibile. Microsoft non ha mai fatto mistero di considerare Game Pass come una leva strategica, nonostante i costi considerevoli del servizio rispetto alle entrate. Ed è sempre in questo scenario che alcuni analisti considerano anche possibile, per non dire probabile, la decisione di introdurre un livello di abbonamento più economico e basato su pubblicità per Game Pass. Insomma, un po’ come fatto dai top player dello streaming (Netflix e Disney+) allo scopo di far toccare con mano il proprio suo servizio tra le famiglie a basso reddito.

TOPPS
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
TOPPS
SUBSONIC