playit

Sorride Microsoft con la console Xbox, virata la boa del primo trimestre 2022, arrivano i primi dati relativi al settore gaming negli Usa. Ebbene: secondo i dati rilasciati dall’istituto NPD, Xbox Series X|S sia nei primi tre mesi, sia nel mese di marzo ha conquistato il primo posto della classifica a valore. La leadership a volume e dunque in termini di unità a sell-out, invece, resta a beneficio di Nintendo con la sua intramontabile Switch. Nonostante queste performance, l’ambito hardware console, dall’altra parte dell’Oceano, continua a pagare dazio con una contrazione del 15% (e addirittura del 24% nel solo mese di marzo) rispetto al primo trimestre 2021. A mitigare complessivamente la flessione del business hanno contribuito le vendite del software, portando il settore a manifestare un calo dell’8% nel suo insieme rispetto al medesimo periodo dell’anno scorso. 

Xbox guarda ai ricavi in flessione di Activision

Se Microsoft sorride, il publisher Activision Blizzard (acquisito proprio da parte del colosso di Redmond, con un’operazione che si dovrebbe completare nel 2023) chiude la trimestrale con ricavi e profitti in sensibile riduzione rispetto al 2021. A pesare in maniera evidente sono stati i risultati negativi da Call of Duty: Vanguard, unitamente ai videogiochi di casa Blizzard. I numeri dicono che nel primo trimestre 2022 Activision Blizzard ha registrato ricavi netti per 1,768 miliardi di dollari, con un calo di ben il 22% sul 2021. L’utile netto è stato di 395 milioni di dollari, in riduzione del 36% su base annua. Da rilevare comunque che Blizzard ha da un lato confermato che la release mobile Diablo Immortal – disponibile su iOS e Android – è prevista dal 2 giugno 2022 ed ha annunciato anche la versione Pc (in versione Open Beta), che supporterà il cross-play e cross-progression con le altre piattaforme.