whirlpool fuorisalone hotpoint igizmo
ims22

In occasione del Fuorisalone 2022, Whirlpool Corporation porta due dei suoi brand principali, Whirlpool e Hotpoint, nel cuore della città di Milano per coinvolgere il pubblico in esperienze artistiche e sensoriali molto suggestive. I due brand sono infatti protagonisti dei due allestimenti realizzati presso l’Università degli Studi e in Brera, in cui prende corpo quell’intreccio tra design, sostenibilità, tecnologia ed esigenze di benessere che muove la progettazione dei loro elettrodomestici. Soluzioni per la casa a cui i due marchi rispondono con un focus diverso: Whirlpool aiutando i consumatori a trovare e mantenere il proprio well-being; Hotpoint aiutando a vivere giorno dopo giorno il sentimento di Home-Love.

Spiega Paolo Lioy, amministratore delegato di Whirlpool Italia e Iberia: “Quest’anno abbiamo voluto raddoppiare la nostra presenza al Fuorisalone di Milano per dare una maggiore opportunità ai nostri brand di esprimere il proprio purpose e coinvolgere il pubblico intorno ad esso. Siamo molto orgogliosi di essere per la terza volta consecutiva partner di INTERNI per la prestigiosa mostra ‘Design Re-Generation’ di cui quest’anno siamo anche co-producer. L’installazione che proponiamo qui prende ispirazione dal posizionamento del marchio Whirlpool che promuove l’importanza di coltivare il benessere, prendendosi cura di sé a casa. Mentre la novità del 2022 è l’allestimento in Brera, che ci permette di dare visibilità sia a Whirlpool sia a Hotpoint e al posizionamento di Hotpoint legato al sentimento di Home-Love”.

Whirlpool e la “Sideral Station”

Whirlpool è co-produttore della mostra-evento di Interni “Design Re-Generation” presso l’Università degli Studi di Milano con l’installazione “Sideral Station” con cui prosegue il progetto iniziato con AMDL CIRCLE e Michele De Lucchi nel 2021. Sidereal Station è un’alta torre riflettente, caratterizzata da un chiarore metallico che sembra provenire dagli astri. È alta 14 metri, con pannelli in Alucobond traslucidi e riflettenti, che formano un cono. All’interno dell’installazione, ciò che attende lo spettatore è un’esperienza sensoriale immersiva, volta a generare una sensazione di benessere attraverso stimoli che trasmettono armonia, riequilibrano l’energia e proiettano l’immaginazione verso un nuovo futuro possibile.

Come un metaforico cannocchiale, l’architettura punta verso il cielo in cerca del futuro, interpretando così l’impegno di Whirpool nella ricerca di una chiave per approcciarsi al domani, quando le attività domestiche saranno sempre più semplificate dall’avanzare delle tecnologie e dall’internet delle cose.  La nostra casa diventerà un luogo “intelligente”, popolato da elettrodomestici interconnessi e automatizzati. E Whirlpool vuole interpretare questo cambiamento valorizzando le qualità emotive degli ambienti e degli oggetti di uso quotidiano, e al contempo generando maggiore tempo libero per la gratificazione personale. Per fare questo indaga su come potrà evolversi il futuro della vita domestica e dei comportamenti umani.

“La Sidereal Station creata con Whirlpool ambisce a trasmettere il senso del futuro:è una torre per guardare in alto e immaginare visioni alternative del domani. L’esperienza immersiva al suo interno, dove si esplorano gli spazi emozionali, è pensata per meravigliare e spingere il visitatore a continuare a sognare un domani meritevole di essere vissuto.” spiega Michele De Lucchi.

L’ambiente che ci circonda è sempre più complesso e sfida costantemente il nostro equilibrio interiore. Per questo è così importante trovare ogni giorno il tempo e il modo di riconnettersi con noi stessi e con i nostri bisogni. Perché coltivare il nostro benessere ci aiuta a ricaricarci, a riequilibrarci e a vivere meglio. È su questo pilastro che si basa la nuova filosofia di brand di Whirlpool: prendersi cura di noi stessi è il primo passo per trovare e mantenere il benessere fisico, mentale, emotivo e sociale. Tutto inizia a casa, dove la Tecnologia 6° SENSO rende gli elettrodomestici intuitivi, con soluzioni intelligenti progettate per assistere le persone passo dopo passo nel loro utilizzo, consentendo di risparmiare tempo e risorse. Oltre a semplificare la vita degli utenti, la Tecnologia 6° SENSO assicura prestazioni superiori con un impatto ambientale inferiore, così da rispondere a un’esigenza di sostenibilità degli elettrodomestici da parte dei consumatori, che attribuiscono grande importanza ai prodotti a basso impatto ambientale.

Le esperienze immersive in Brera di Whirlpool e Hotpoint

Al Fuorisalone 2022, Whirlpool e Hotpoint presentano delle coinvolgenti esperienze di brand all’interno dello spazio allestito in via delle Erbe 2A, nel cuore del Brera Design District di Milano. Costruite intorno al tema”HOME REBORN”, le installazioni artistiche di Whirlpool e Hotpoint creano percorsi in cui vivere, rispettivamente, un profondo senso di benessere e il sentimento di Home-Love. 

In particolare, il percorso di Whirlpool accompagna i visitatori in un viaggio verso il benessere che si svolge attraverso tre sale dedicate, dove il passaggio da una rappresentazione artistica dello stress quotidiano a un ambiente che ispira calma e quiete permette di percepire gli effetti positivi dell’immergersi anche a casa, ogni giorno, nel silenzio e nel benessere. Lungo l’intera esperienza, i visitatori sono guidati dalla Tecnologia 6° SENSO, incarnazione del design e dell’intuizione di Whirlpool.

L’allestimento di Hotpoint accompagna invece il pubblico in un percorso emozionale, fatto di momenti intimi e familiari, in cui riabbracciare quel sentimento che Hotpoint chiama “Home-Love”, ovvero quella sensazione di calore che avvertiamo pensando alla nostra casa e a tutto ciò che ne fa parte, che va ben oltre il concetto fisico di casa. Una sensazione di armonia che è aiutata ogni giorno dalle soluzioni tecnologiche degli elettrodomestici Hotpoint, alleati di fiducia nella gestione dello spazio domestico.  

Il sentimento dell’Home-Love sarà protagonista anche dell’evento speciale “Le ricette del cuore di Hotpoint” di martedì 7 giugno, in cui lo Chef Bruno Barbieri ha incontrato i visitatori e food lover in un momento di confronto culinario, per celebrare insieme le ricette di famiglia e tutti quei piatti che ci fanno stare bene e in armonia con gli altri.

Tra neuroscienza e design: il potere delle percezioni

Il potere del design in casa non è solo un’intuizione: nel 2022, Whirlpool e Hotpoint hanno collaborato con il professor Beau Lotto, neuroscienziato di fama mondiale e popolare luminare di TED Talk, per realizzare una specifica ricerca volta a indagare in che modo il rapporto con la casa possa giocare un ruolo profondo nella nostra vita.

In che modo una casa tranquilla e silenziosa influenza il nostro benessere? Quanto è profondo il rapporto che abbiamo con le nostre case? Beau Lotto ne ha parlato in uno speciale evento stampa intitolato “Il potere delle percezioni” esponendo alcune delle principali evidenze delle ricerche condotte per i due brand. L’evento ha esaminato come la comprensione del modo in cui le persone percepiscono l’ambiente domestico possa essere utilizzata per influenzare la progettazione dei prodotti futuri.

In particolare, nella sua ricerca Whirlpool ha voluto esplorare quanto silenzio sia necessario per il nostro benessere e di come influisca sulle nostre vite. Il punto di partenza è stata l’intuizione che le persone sono sempre più consapevoli del proprio benessere psicofisico, ma che i loro stili di vita frenetici spesso le ostacolino nel raggiungerlo e mantenerlo. La ricerca ha scoperto che maggiore è la frustrazione che si prova per il rumore, più ci si sente stressati e che il grado in cui il rumore ci colpisce è influenzato da alcune variabili individuali: quanto dormiamo, a quanto stress siamo sottoposti nella vita quotidiana e anche dal tipo di personalità. Una scoperta chiave è stata proprio quella di aver rilevato che il grado in cui il rumore influisce sul benessere varia in base al tipo di personalità di ognuno: più positivo è il tratto della personalità, meno silenzio potrebbe essere necessario nella propria vita.

La ricerca di Hotpoint si è invece concentrata su come le persone percepiscono la propria casa, la connessione emotiva che hanno con essa, rivelando alcuni risultati molto sorprendenti. Per esempio, le nostre case generano un livello di emozioni superiore rispetto a quello che potremmo provare per un amico. In altre parole, il rapporto emotivo con le nostre case può essere più profondo di quello con una persona reale. Tendiamo inoltre a percepire le nostre case come “vive”: proprio come quando sperimentiamo un amore romantico o un’amicizia, in cui ci sentiamo in uno scambio di emozioni a doppio senso, così le persone provano un senso di reciprocità nel rapporto con le loro case, il che suggerisce che il nostro cervello percepisce inconsciamente la nostra casa come qualcosa di vivo. Infine, se è abbastanza intuitivo che le nostre case rispecchino la nostra personalità, i soggetti della ricerca hanno scoperto di preferire che le loro case siano “un po’ migliori” di loro. In altre parole, che siano una versione idealizzata della loro personalità, più aperta, estroversa e gradevole. Più la vostra casa è espressione di noi stessi, più percepiamo l’amore per la casa.