Whirlpool
IWS21

Whirlpool Corporation ha annunciato il suo impegno globale per raggiungere l’obiettivo di zero emissioni nette nei suoi stabilimenti e nelle sue attività entro il 2030. L’impegno coprirà più di 30 siti industriali di Whirlpool Corporation e i suoi grandi centri di distribuzione in tutto il mondo, interessando tutte le emissioni dirette (Scope 1) e quelle indirette legate all’utilizzo di energia (Scope 2). 

Whirlpool Corporation si è inoltre impegnata a ridurre entro il 2030 del 20%, rispetto ai livelli del 2016, le emissioni legate all’uso dei suoi prodotti in tutto il mondo (Scope 3). Questo obiettivo è stato approvato dalla Science Based Targets Initiative e trova il suo fondamento nella riduzione del 60% delle emissioni dell’azienda trasversalmente in tutti gli ambiti dal 2005. 

“Whirlpool Corporation è da tempo impegnata a favore della sostenibilità, come dimostra il fatto che abbiamo istituito il nostro primo dipartimento per la sostenibilità oltre 50 anni fa”, ha dichiarato Marc Bitzer, Presidente e CEO di Whirlpool Corporation. “Il nostro impegno per raggiungere zero emissioni nette è una pietra miliare importante nel nostro sforzo continuo per migliorare la vita in casa proteggendo il nostro pianeta e le nostre comunità”.

Emissioni Scope 1 e 2

Whirlpool Corporation raggiungerà il suo obiettivo di zero emissioni nei suoi stabilimenti e nelle sue attività entro il 2030 proseguendo e potenziando le sue iniziative di già attive, tra cui:

  • Lavorare per ottenere il 100% di consumi energetici da fonti di energia rinnovabili attraverso una combinazione di:
    • Installazione di pale eoliche e pannelli solari, e contemporaneamente proseguire nella riduzione del consumo di energia e acqua necessarie per costruire un singolo elettrodomestico, che ha già raggiunto livelli straordinariamente bassi.
    • Stipula di accordi di acquisto di energia elettrica virtuale (VPPA) e PPA con aziende energetiche per finanziare parchi eolici e solari per permettere all’azienda di fornire e generare energie rinnovabili per le case di tutto il mondo. Whirlpool Corporation ha aperto la strada alla sua prima VPPA in Texas nel gennaio 2021, che coprirà il 50% delle emissioni del Scope 2 negli Stati Uniti e contribuirà a ridurre l’impronta di carbonio delle sue operazioni complessive di quasi il 15%.
  • Migliorare l’efficienza energetica negli stabilimenti e nei processi produttivi, compresa l’installazione di LED e l’implementazione di sistemi di gestione dell’energia in tutti gli stabilimenti e le strutture dell’azienda. 
  • Puntare sull’eliminazione del carbonio per compensare eventuali emissioni residue che non possono essere evitate.

Whirlpool Corporation si impegna a garantire un’ampia trasparenza delle sue attività in questo campo attraverso aggiornamenti regolari e una divulgazione dettagliata nel suo rapporto annuale di sostenibilità.

Emissioni Scope 3

Per combattere le emissioni dello Scope 3, Whirlpool Corporation sta lavorando per progettare le sue produzioni per renderle più efficienti dal punto di vista energetico e idrico. In questa prospettiva, l’azienda sta investendo in innovazioni che automatizzano i livelli dell’acqua, utilizzano le impostazioni predefinite dell’acqua fredda e aiutano i detergenti autodosanti a ridurre ulteriormente il proprio impatto ambientale e fanno risparmiare ai consumatori tempo e denaro. Attraverso questi sforzi, Whirlpool Corporation punta entro il 2030 a una riduzione delle emissioni nell’ambito della Categoria 11 dello Scope 3 di un ulteriore 20% rispetto ai livelli del 2016, basandosi sulla riduzione già avvenuta del 60% dell’impronta di carbonio dei suoi prodotti dal 2005.

“Siamo orgogliosi degli impegni che abbiamo preso oggi, ma riconosciamo che i nostri impatti climatici vanno oltre i nostri stabilimenti e le nostre strutture”, ha dichiarato Ron Volgewede, direttore della sostenibilità globale di Whirlpool Corporation. “Ecco perché ci impegniamo a lavorare con i nostri stakeholders per guidare i miglioramenti in tutta la catena del valore con l’ambizione di raggiungere l’obiettivo di zero emissioni nette per tutti e 3 gli Scope nel lungo termine.”

Poiché la produzione di materie plastiche e la fine del ciclo di vita contribuiscono in larga misura alle emissioni di gas a effetto serra, Whirlpool Corporation sta anche adottando misure per ridurre i materiali di scarto nell’ambito dei suoi sforzi per affrontare le sfide climatiche, tra cui:

  • Massimizzare il suo uso di materiali e ridurre al minimo i rifiuti in discarica come parte della sua ricerca verso processi valutati come “World Class Manufacturing”. Whirlpool Corporation sta lavorando per ottenere l’obiettivo di zero rifiuti da conferire in discarica in tutti gli stabilimenti produttivi a livello globale entro il 2022. Oltre il 70% dei siti produttivi di Whirlpool Corporation, tra cui Cassinetta di Biandronno (VA) e Melano (AN) raggiungono già oggi l’obiettivo di zero rifiuti da conferire in discarica. 
  • Aumentare la percentuale di materiali riciclati utilizzati nei prodotti, che devono essere ricondizionati e rivenduti per evitare di portarli in discarica. 
  • Lavorare direttamente con i propri clienti per evitare che i materiali di scarto vadano in discarica, provvedendo al riciclaggio gratuito degli imballaggi. 

Inoltre, poiché una riduzione degli sprechi alimentari potrebbe ridurre le emissioni di gas serra del 6-8% secondo l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura, Whirlpool Corporation sta utilizzando la sua leadership come produttore di elettrodomestici da cucina per aiutare a prevenire gli sprechi alimentari in tutto il mondo. I suoi sforzi includono la campagna “Momenti da non sprecare”, una campagna educativa progettata per contribuire a sensibilizzare le famiglie sugli sprechi alimentari nella regione Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA).