playit

Vodafone va. Il colosso britannico delle tlc, ha archiviato (dati al 30 giugno) il primo trimestre dell’esercizio fiscale 2023 con ricavi in aumento dell’1,6%, toccando la quota di 11,278 miliardi di euro. Una performance che però risente della flessione patita nell’ambito dei servizi in Germania, che costituisce per Vodafone il principale mercato. I dati riportano una flessione dei base di clienti Tv nell’ordine delle 79.000 unità a cui si è aggiunta una riduzione di 34.000 unità per quel che concerne il servizio di Banda Larga via cavo anche a seguito delle nuove leggi che hanno in sostanza bloccato ad esempio la ricontrattazione automatica: così il calo è ammontato allo 0,5% per la parte del fatturato legato ai servizi.

Vodafone e l’andamento in Italia

Per Vodafone, la contrazione tedesca è stata ampiamente compensata dalle ottime risultanze registrate invece in Grand Bretagna e Turchia. In questi mercati i ricavi legati ai servizi sono cresciuti pesantemente. Tra luci e ombre l’andamento in Italia dove Vodafone ha ha chiuso il primo trimestre con ricavi da servizi in calo del 2,3% (per un valore di 1,052 miliardi) in confronto con il medesimo periodo del precedente esercizio, a causa della notevole competition nel segmento mobile. Tuttavia, le entrate derivanti da servizi di rete fissa sono incrementate di oltre il 4% per 307 milioni di euro). Attualmente i clienti di Vodafone Italia di banda larga ammontano a tre milioni milioni e il second brand, ho.Mobile, ha toccato la soglia 2,9 milioni di clienti. A fronte del trend del primo trimestre il colosso britannico delle tlc conferma gli obiettivi di guidance definiti per il 2023.