NIKON
TOPPS

Unieuro a 2,6 miliardi di euro e apre al Retail Media. Nicosanti: “Valutiamo acquisizioni”

In data 10 maggio 2024 Unieuro ha pubblicato i risultati dell’esercizio 2023/24 approvati dal Consiglio di Amministrazione. In sintesi, ricavi per 2,635 miliardi di euro (-6,3% rispetto all’esercizio 2022/23) in un mercato dell’elettronica di consumo che fa registrare un trend del -6,9%. La notizia è che l’Ebit Adjusted è pari a 34,8 milioni di euro, il risultato netto di 18,7 milioni e la cassa di 44,5 milioni di euro. Tutti valore in contrazione rispetto al precedente bilancio d’esercizio (2022/23) ma in linea con la tendenza tracciata dal fatturato. Ma Giancarlo Nicosanti Monterastelli, amministratore delegato di Unieuro, è soddisfatto metà: il retailer non vuole rimanere fermo sull’attuale quota di mercato (intorno al 18%) ma vuole crescere ancora e si guarda attorno per una nuova campagna di acquisizioni. Scrive Unieuro: “In applicazione del principio contabile IFRS 5, gli indicatori economici, patrimoniali e i flussi di cassa dell’esercizio chiuso al 29 febbraio 2024 non includono il contributo di Monclick S.r.l. in liquidazione; pertanto, ove previsto, si è provveduto a riesporre i dati comparativi del precedente esercizio. Le neoacquisite Covercare S.p.A. e le sue controllate (di seguito “Covercare”) sono state consolidate a decorrere dal 1° dicembre 2023”.

Dice Nicosanti: “Nell’esercizio appena chiuso, in un quadro geopolitico e macroeconomico sfidante e a fronte di un ulteriore deterioramento del mercato dell’elettronica di consumo, abbiamo lavorato con un duplice obiettivo: preservare la redditività del Gruppo nel breve periodo e accelerare il nostro percorso di crescita di medio-lungo termine. I risultati raggiunti, nel rispetto delle guidance comunicate al mercato, hanno dimostrato la validità delle azioni poste in essere. In piena coerenza con il Piano Strategico, abbiamo acquisito Covercare, un’operazione per noi trasformativa e cruciale, che arricchirà l’offerta di servizi e incrementerà la redditività del Gruppo”.

Sulla visione prospettica di Giancarlo Nicosanti Monterastelli per Unieuro ci arriveremo qui di seguito con i suoi virgolettati. Intanto, l’insegna ha sottolineato alcune iniziative strategiche che hanno impattato favorevolmente sul risultato complessivo. Sono:

  • avviato il processo di integrazione della neo-acquisita Covercare con la definizione della governance e la razionalizzazione della struttura del gruppo;
  • molteplici progetti di rafforzamento del trade omnicanale in ambito Sales & Operation Planning, Cloud & Dati, digitalizzazione degli store, compliance;
  • sviluppate svariate iniziative nell’ambito ESG dalla misurazione completa dell’impronta di carbonio, allo sviluppo del Modello di Leadership fino alle iniziative del progetto #cuoriconnessi.

Per l’esercizio in corso 2024/25, Unieuro vede ancora “uno scenario macroeconomico incerto” e “un mercato atteso in ripresa a partire dal secondo semestre dell’esercizio in corso, ricavi e cassa netta stimati sostanzialmente invariati rispetto al precedente esercizio, EBIT Adjusted previsto nel range 35-40 milioni di euro”.

Nel corso dell’esercizio in esame (2023/24) sono stati tre i cardini su cui si è puntellato il retailer. Il primo è stata l’esecuzione del Piano Strategico “Beyond Omni-Journey”, comunicato al mercato in maggio 2023 e che ha visto numerose iniziative. Il secondo cardine è stato che Unieuro è “rimasta focalizzata sull’esecuzione della strategia omnicanale attraverso importanti investimenti diretti al miglioramento dell’esperienza di acquisto dei clienti, che infatti hanno premiato la Società con un livello di soddisfazione (NPS) in ulteriore crescita a oltre 53 punti. Tra le varie iniziative, nell’ambito del Sales & Operation Planning, è stato dato avvio all’adozione del nuovo sistema di forecasting. Nel corso dell’esercizio sono stati finalizzati i modelli analitici predittivi avanzati legati alle promozioni ed è stato dato avvio al progetto per la Cloud adoption. È proseguito inoltre il programma di digitalizzazione della rete di punti vendita, anche con l’avvio del progetto SAP retail. Nell’ambito della compliance, Unieuro ha prontamente realizzato interventi di adeguamento alla regolamentazione definita dalla nuova direttiva prezzi, entrata in vigore a decorrere dal 1° luglio 2023. Con riferimento allo sviluppo della marca privata, nel corso dell’esercizio, è stata ulteriormente ampliata la gamma dei prodotti a marchio Electroline, la linea di grandi e piccoli elettrodomestici e trattamento dell’aria. La Società ha lanciato inoltre la nuova linea di prodotti tecnologici con il nuovo marchio Ioplee e ha completamente rinnovato l’assortimento degli accessori della telefonia. Tra le ulteriori iniziative, sono state lanciate le brand page dedicate ai marchi Electroline e Joia Home sul sito www.unieuro.it“.

Il terzo cardine è rappresentato dall’acquisizione di Covercare. Si legge nel documento ufficiale: “In data 4 dicembre 2023, Unieuro ha acquisito Covercare, player di riferimento in Italia nel mercato dei servizi di riparazione di telefoni cellulari, di altri dispositivi portatili e di elettrodomestici. Covercare opera anche nei mercati dell’installazione di climatizzatori e caldaie e nei servizi di Assistenza per la Casa. Covercare consente a Unieuro di estendere il presidio nella catena del valore in segmenti di mercato a maggiore redditività, in crescita e fortemente sinergici con il proprio core business, ampliando il perimetro dei servizi offerti ai clienti finali, anche in ottica di sostenibilità. Successivamente, Unieuro ha completato un piano di razionalizzazione della struttura del gruppo della società neoacquisita. È stata definita inoltre la governance con la nomina di un Consiglio di Amministrazione che include, tra gli altri, un Integration Director. Infine, è stato dato avvio al programma di integrazione e di sviluppo. Covercare ha contribuito nel quarto trimestre dell’esercizio in esame con Ricavi di 12,7 milioni di euro, un Ebit Adjusted di 1,8 milioni e un Free Cash Flow Adjusted di 1,6 milioni”.

Giancarlo Nicosanti Monterastelli: “Aperti a nuove acquisizioni, vogliamo continuare a crescere”

Il commento esteso di Giancarlo Nicosanti Monterastelli relativamente ai risultati raggiunti da Unieuro è stato raccolto nell’intervista a “Caffè Affari” da Milano Finanza – Class CNBC. L’amministratore delegato inizia con l’analisi del mercato: “È stato un anno difficile perché il mercato ha avuto un andamento peggiore di quello che avevamo previsto, per quanto Unieuro ha tenuto molto bene la quota. Chiaramente è stato un anno in cui abbiamo messo al primo posto della
nostra attività la protezione assoluta dei margini e il contenimento dei costi, tant’è che siamo riusciti a rispettare le guidance che avevamo dato a inizio anno e ottenendo un risultato migliore rispetto alla creazione di cassa prevista. Quindi per noi è stato un anno positivo e di cui siamo particolarmente orgogliosi, nonostante le difficoltà. Ma ci aspettiamo che, nel corso del 2024/25, il mercato possa rimanere stabile soprattutto sulla prima parte di quest’anno e poi iniziare a risalire nella seconda parte dell’anno in cui ci sono diversi momenti particolari di attenzione da parte del consumatore, come nel caso di avvenimenti sportivi. Che hanno normalmente un effetto di volume importante sul livello di consumi. Soprattutto c’è l’arrivo sul mercato dell’intelligenza artificiale applicata non solo alla telefonia ma anche all’informatica e progressivamente anche a tanti altri settori, quindi noi ci aspettiamo una seconda parte dell’anno molto positiva”.

Sull’acquisizione di Covercare, Nicosanti la definisce una “scelta strategica che va a favore del consumatore perché noi vendiamo prodotti ma i prodotti generano anche la necessità di ulteriori momenti di contatto tra insegna e consumatore per vari tipi di bisogni: dall’installazione, alla messa in opera e all’assistenza. Noi abbiamo fatto la scelta strategica di mettere il consumatore al centro di tutte le nostre attività. Covercare va in questa direzione. È il leader italiano nel mondo della riparazione di telefonia e dell’installazione dei prodotti della consumer electronics (ma non solo). Per Unieuro è stata l’acquisizione più importante della storia della nostra azienda con un investimento pari a circa 70 milioni di euro e che ci proietta nell’ampliamento dei servizi. Per noi tutto questo si concretizza nel proposito di aumentare la marginalità e di ampliare i servizi al consumatore”.

Alla domanda se Unieuro si sta guardando attorno alla ricerca di nuove opportunità di acquisizione, Giancarlo Nicosanti Monterastelli spiega: “Unieuro è stata l’unica società che ha aggregato il mercato italiano, noi siamo partiti dal momento della quotazione con una quota di mercato molto bassa, oggi siamo su una quota di mercato attorno al 18%, mediamente in Europa il leader di mercato controlla tra il 25% e il 30% del mercato. Superati gli anni passati, che hanno anche posto dei freni, posso dire che siamo pronti per ritornare a fare acquisizioni non solo come quella di Covercare ma in un contesto di mercato attinente al nostro. Di fatto vogliamo ritornare ad aggregare il mercato italiano perché riteniamo che sia una grande opportunità per Unieuro per la strategia di medio e lungo periodo. La quota che abbiamo del 18% ancora non ci lascia soddisfatti, vogliamo continuare a crescere come abbiamo fatto nella nostra storia”. E ancora, a conclusione dell’intervista dice l’amministratore delegato di Unieuro: “Quindi guardiamo al 2024 con grandi prospettive di poter continuare a crescere. Non solo come fatturato, ma soprattutto anche guardandoci attorno e cercare di continuare a fare quelle attività di M&A che hanno caratterizzato la storia dell’azienda negli ultimi 15 anni. Riteniamo che Unieuro abbia tutte le possibilità, le opportunità e anche le capacità per continuare ad aggregare il mercato italiano delle elettroniche di consumo”.

Unieuro si prepara al Retail Media

Non è tutto. Perché leggendo il documento di sintesi dei risultati di esercizio si rilevano ulteriori elementi strategici su cui Unieuro sta lavorando. Intanto, “Unieuro resta impegnata nell’esecuzione del Piano Strategico ‘Beyond Omni-Journey’ e nel processo evolutivo del proprio modello di business sempre più focalizzato sul servizio. In questo contesto, sarà progressivamente implementato il programma di integrazione di Covercare e di ampliamento del catalogo servizi offerti al cliente, facendo leva su sinergie e opportunità di sviluppo derivanti dall’acquisizione. A titolo esemplificativo, tra i progetti di ampliamento dell’offerta di servizi in corso, è stata avviata con successo, in modalità pilota, la vendita di servizi di estensione di garanzia di telefonia e tablet con la modalità di pagamento rateale, tramite subscription. Il progetto sarà esteso progressivamente sulla rete di punti vendita Unieuro e ne sarà valutata la progressiva estensione ad altre categorie di prodotto. La modalità di sottoscrizione in abbonamento è stata implementata su base pilota anche alla vendita di servizi di assistenza casa con risultati incoraggianti”.

L’insegna sta anche valutando l’innesto di nuovi segmenti di business: “Ulteriori ambiti di sviluppo di nuovi servizi potranno riguardare il settore energetico, grazie alla capillare rete di negozi Unieuro e il portale digitale, e l’ambito dei prodotti ricondizionati”.

E poi ecco che compare la strategia Retail Media. Scrive Unieuro: “Nell’esercizio in corso, Covercare vedrà anche l’ingresso nel settore media, grazie a una importante gara vinta nell’ambito delle rilevazioni Auditel, pronta a sfruttare le ulteriori opportunità di sviluppo che potranno generarsi. Unieuro intende inoltre sviluppare le potenzialità di crescita nell’ambito Retail Media, attraverso la proposizione di servizi di marketing e advertising online/offline”.

TOPPS
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
TOPPS
SUBSONIC