NIKON
NIKON

TIM: prosegue la due diligence per l’acquisto di Sparkle

Un comunicato stringato quello di TIM che annuncia la prosecuzione della due diligence su Sparkle da Kkr, il fondo che si è già impegnato ad acquistare l’infrastruttura di rete attraverso il veicolo Netco. Ecco cosa dice il gestore telefonico:

“TIM comunica che Optics Bidco, società controllata da Kohlberg Kravis Roberts & Co. L.P. (“KKR”), nel confermare il proprio interesse alla prosecuzione delle negoziazioni per l’acquisto di Sparkle, ha chiesto di poter approfondire fino alla fine di gennaio 2024 le attività di due diligence, in modo da poter disporre di tutte le informazioni necessarie per formulare un’offerta finale.
La richiesta verrà sottoposta all’esame del Consiglio di Amministrazione di TIM programmato per il prossimo 14 dicembre, che verrà aggiornato sull’andamento delle interlocuzioni in proposito intervenute con KKR”.

Nei giorni scorsi vi abbiamo dato notizia di come Pietro Labriola, amministratore delegato di TIM, vede il 2024. Dice Labriola: “A gennaio lanceremo la nuova versione della nostra app, che ha già circa 10 milioni di utenti. Sarà più user friendly, sia nelle operazioni semplici come la ricarica del telefono e il cambio dei piani tariffari, ma anche nella gestione diretta dei problemi che un cliente può incontrare. Snelliremo i contratti, useremo un linguaggio più diretto con la clientela e semplificheremo le pratiche”. Parlando di applicazioni, l’amministratore delegato affronta il problema del momento dato dal gender gap e dalla parità, anche in coerenza con la campagna in atto da TIM. Spiega l’a.m.: “Abbiamo creato un’app, Women plus, che raccoglie posti di lavoro riservati alle donne, perché partendo dall’indipendenza economica si può iniziare a chiudere il gender gap. E da azienda leader, abbiamo coinvolto più di 200 partner nel progetto. Sulla violenza, invece, in collaborazione con l’associazione DonneXStrada, i nostri negozi si trasformeranno in Punti Viola, per offrire assistenza alle donne che si sentono in pericolo. Anche 2mila delle nostre nuove cabine telefoniche digitali su una rete di 16mila avranno tra i vari servizi un tasto per le chiamate di emergenza o per richiamare l’attenzione dei passanti attraverso un sistema di illuminazione”.

Per commentare questo articolo e altri contenuti di igizmo.it, visita la nostra pagina Facebook o il nostro feed Twitter.

Articolo correlato
Autore correlato