TIM
ims22

Il Consiglio di Amministrazione di TIM si è riunito sotto la presidenza di Salvatore Rossi e, condivisa la raccomandazione del Comitato Nomine e Remunerazione, ha cooptato e nominato all’unanimità con effetto immediato, Pietro Labriola nuovo Amministratore Delegato del Gruppo. 

Pietro Labriola, che manterrà anche l’incarico di Direttore Generale conferitogli dal Consiglio lo scorso 26 novembre, rimetterà agli organi sociali della controllata in Brasile TIM SA il mandato di consigliere di amministrazione e di CEO, che attualmente in essa detiene. Ad oggi, il Dottor Labriola (il cui curriculum vitae è consultabile sul sito Gruppo TIM) non possiede azioni TIM.

“La nomina di Pietro Labriola ad Amministratore Delegato del Gruppo TIM è per me e per l’intero Consiglio motivo di grande soddisfazione. Grazie alla competenza e all’attenzione ai risultati che lo caratterizzano, il nuovo CEO saprà accompagnare TIM nel suo percorso di sviluppo, valorizzando il ruolo decisivo che il nostro Gruppo deve avere nella crescita economica, digitale e sociale del Paese”, ha commentato Salvatore Rossi, Presidente di TIM.

Pietro Labriola, amministratore delegato e direttore generale del Gruppo, spiega: “Sono molto onorato di assumere questo incarico, essendo legato a TIM da oltre 20 anni. Il mio obiettivo è far esprimere all’intero Gruppo il suo potenziale, valorizzando gli asset nell’interesse di tutti gli azionisti. Le sfide e le opportunità che abbiamo davanti richiedono coesione da parte di tutti gli stakeholder. Sono grato per la fiducia che il Consiglio mi sta dando. Ringrazio i colleghi brasiliani per i risultati brillanti che abbiamo raggiunto insieme e i colleghi italiani per quello che faremo”.

Pietro Labriola, in qualità di Amministratore Delegato e Direttore Generale di TIM, si qualifica come Amministratore Esecutivo (non indipendente) e CEO, a seguito del rilascio di tutte le responsabilità organizzative e le deleghe già attribuite al Presidente del Consiglio di Amministrazione in data 26 novembre 2021.

Il Presidente Salvatore Rossi mantiene la delega alla comunicazione per quanto relativo alla manifestazione d’interesse indicativa non vincolante pervenuta da KKR & Co e al processo che ne è conseguito.

Pietro Labriola riceverà un trattamento economico in linea con le politiche di remunerazione della Società.