tiktok canon
OTL

TikTok abbandona i progetti legati all’espansione dell’e-commerce in Europa e Stati Uniti. Una decisione netta, quella del social cinese che sta furoreggiando, scaturita – come riferito dal quotidiano economico Financial Times – dopo le pesanti difficoltà registrate dalla piattaforma in Gran Bretagna. Qui era stata lanciata TikTok Shop dove brand e influencer erano impegnati a vendite in diretta ma le cose non hanno funzionato. Eppure, proprio la casa madre di TikTok, ByteDance, ha ottenuto ottimi riscontri in termini di vendite sull’app Douyin, commercializzando oltre 10 miliardi di prodotti

TikTok Shop, niente da fare sui mercati occidentali

I piani di TikTok, dopo il debutto insoddisfacente (anche per questioni interne alla struttura) registrato in Uk, prevedevano che la funzione diventasse operativa anche in Germania, Francia, Italia e Spagna per poi arrivare (entro la fine di quest’anno) negli Stati Uniti. E invece ecco il disco rosso, a fronte di performance al di sotto delle aspettative (nonostante incentivi e supporti messi a disposizione) che, dalla terra di Albione, hanno fatto scattare l’allarme e la conseguente decisione. Dunque, per TikTok Shop arriva una battuta d’arresto (resta da capire se a distanza di tempo sarà possibile rimodulare il concept) sui mercati occidentali, mentre il servizio nel far East il servizio è stato lanciato in Thailandia, Malesia, Vietnam e Indonesia.