NIKON
TOPPS

TikTok pronta a etichettare immagini generate dall’IA contro la fake news con la tecnologia “Credenziali di contenuto”

Il social cinese TikTok ha dichiarato che inizierà a utilizzare una tecnologia volta ad aiutarla a etichettare immagini e video generati dall’Intelligenza Artificiale e caricati sulla sua piattaforma. L’app ha affermato che adotterà le “Credenziali di contenuto”, una filigrana digitale che denota il modo in cui le immagini sono state create e modificate. La tecnologia Content Credential è stata guidata da Adobe ma è aperto all’utilizzo da parte di altre aziende ed è già stato adottato da OpenAI, creatore di ChatGPT. L’attenzione manifestata da TikTok TikTok, di proprietà della cinese ByteDance, è legata al fatto di avere 170 milioni di utenti negli Stati Uniti, che hanno recentemente approvato una legge che impone a ByteDance di cedere l’app social o subire un divieto. Legge firmata dal presidente Joe Biden nei confronti della quale TikTok e ByteDance hanno fatto ricorso in tribunale sostenendo che viola il Primo Emendamento.

TikTok e la mossa sul versante delle fake news

A fronte delle preoccupazioni emerse in seguito al diffondersi dell’Intelligenza Artificiale, quest’ultima se utilizzata impropriamente può presentare contenuti impropri in grado di generare disinformazione e fake news, ad esempio interferendo nelle prossime tornate elettorali a cominciare da quelle americane. TikTok faceva già parte di un gruppo di 20 aziende tecnologiche che all’inizio di quest’anno hanno firmato un accordo impegnandosi a combatterlo. Anche YouTube, di proprietà di Alphabet apre una e Meta (a cui fanno capo i social Instagram e Facebook), hanno anche affermato che intendono utilizzare le credenziali di contenuto.

Nuance Intelligenza artificiale

Affinché il sistema funzioni, sia il produttore dello strumento di intelligenza artificiale generativa utilizzato per creare contenuti sia la piattaforma utilizzata per distribuire i contenuti devono entrambi accettare di utilizzare lo standard del settore. Se una persona utilizza lo strumento Dall-E di OpenAI per generare un’immagine, ad esempio, la stessa casa madre di ChatGPT allega una filigrana all’immagine risultante. Se l’immagine contrassegnata viene quindi caricata su TikTok, verrà automaticamente etichettata come generata dall’intelligenza artificiale. Per altro, il social cinese etichetta già i contenuti generati dall’IA realizzati con strumenti all’interno dell’app. Ma questa mossa consentirebbe di applicare un’etichetta ai contenuti generati al di fuori del servizio.

TOPPS
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
TOPPS
SUBSONIC