telegram
OTL

La versione beta di Telegram 7 propone due novità interessanti: le videochiamate, quella più attesa, e il supporto per le notifiche a “bolla” con Android 11. Il sistema di chat che, almeno in Europa, cerca di contendere lo scettro a WhatsApp sta varando la possibilità di eseguire chiamate video andando così ad arricchire la già vasta pletora di funzioni multimediali.

Le risorse di Telegram sono, in effetti, ben più estese di quelle dei sistemi di messaggistica più diffusi, a partire da WhatsApp. La gestione di gruppi, condivisione di file e documenti e della chat stessa sono ben più elaborate rispetto ad altre piattaforme.

La più grande mancanza è rappresentata dalle chiamate video, funzione che è già in fase di test nella versione 7 (beta) di Telegram. È dunque sufficiente attendere che la nuova release dell’app venga pubblicata per vedersi attivare le videcall.

Chi ha già avuto modo di testare Telegram 7 beta ha potuto saggiare le potenzialità delle videochiamate su iOS, Android e macOS. La funzione si trova nel menu identificato dai tre puntini nell’angolo in alto a destra dell’interfaccia. Ribadiamo, al momento è attiva solo in Telegram 7 beta.

Ed è impossibile sapere quando Telegram deciderà di pubblicare la nuova release come aggiornamento attraverso Apple App Store e Google Play Store.

La nuova versione, inoltre, comprenderà il supporto anche per Android 11 e le modalità di notifica a bolle. Questo sistema è già stato testato da Telegram con la release 6.3.0 beta dell’app e dovrebbe diventare di serie nella 7. Ciò significa che il sistema di messaggistica si sta adattando alle novità del nuovo sistema operativo, che dovrebbe arrivare come aggiornamento sugli smartphone a partire dal prossimo autunno. Come da tradizione, i primi a ricevere Android 11 saranno i modelli di Google, ossia i Pixel. Per poi colonizzare gli altri smartphone entro la fine dell’anno.