NIKON
NIKON

Synchron: “L’intelligenza artificiale è fondamentale per i device”

La startup Synchron, che sta sfruttando i più recenti modelli di intelligenza artificiale di OpenAI per aiutare i pazienti paralizzati a comunicare tramite il suo impianto neurale, propone una combinazione unica e ancora in fase sperimentale tra hardware e IA. Questa esperienza ha fatto dire all’amministratore delegato di Synchron che l’approccio ibrido potrebbe essere una rivoluzione per i pazienti e che l’hardware moderno non può più fare a meno delle potenzialità dell’intelligenza artificiale, anche generativa.

Synchron, con sede a New York, è un concorrente della startup Neuralink di Elon Musk ma con un tipo di impianto meno invasivo perché sfrutta una vena del collo. Una volta attivo, l’impianto può comunicare le azioni desiderate dal paziente a un tablet. Il dispositivo, chiamato Stentrode, può anche aiutare i pazienti con compiti come scrivere e-mail o rispondere a messaggi di testo. Lo Stentrode è ora integrato con GPT-4o, il più recente modello di OpenAI, che semplifica la stesura di risposte scritte per i suoi pazienti. Per esempio, la tecnologia alla base del prodotto può analizzare una conversazione che si svolge nella stanza, valutare il meteo e controllare un calendario per suggerire una potenziale risposta a un’e-mail.

Le risposte automatiche non sono esattamente roba da fantascienza, ma Tom Oxley, ceo di Synchron, vede l’integrazione come un passo significativo verso obiettivi futuristici incentrati su una maggiore capacità cerebrale anche per le persone sane. “Questo è un piccolo passo in qiesta direzione”, ha deto Oxley. Quando l’intelligenza artificiale incontra i dispositivi cerebrali, “la combinazione è estremamente potente”, ha affermato, e potrebbe in ultima analisi consentire agli esseri umani di esprimersi in nuovi modi. Per ora, i progressi compiuti da Synchron e da altre aziende, tra cui Neuralink, possono aiutare le persone paralizzate a gestire compiti come accendere e spegnere la TV, interagire in modo più fluido con un computer e altre azioni che le persone normodotate danno per scontate. Per gli utenti di Stentrode, l’aggiunta del componente GPT semplifica notevolmente la scrittura di messaggi, ha affermato Oxley.

Il collegamento tra IA e hardware evoca scenari sia utopici sia distopici. Oxley ha sottolineato che ci saranno dei limiti con l’integrazione dell’intelligenza artificiale: “Non stiamo condividendo alcun dato cerebrale con OpenAI (…) Quello che stiamo condividendo sono gli input che provengono dall’ambiente dell’utente”, come le conversazioni verbali nella stanza. Il sistema potrebbe creare più privacy per i pazienti, ha precisato il ceo, perché possono interagire direttamente con un dispositivo anziché chiedere aiuto a un assistente.

Lo Stentrode applicato a un paziende non legge i pensieri, ma può rilevare i movimenti che intende compiere, movimenti che per lo più non riesce a compiere a causa della SLA. Diversi tentativi di movimento corrispondono a diverse funzioni del tablet, un Apple iPad. Per esempio, battere il piede destro apre un menu a discesa. E pensare di stringere la mano destra equivale a cliccare su un elemento evidenziato. Quando il paziente riceve messaggi di testo o e-mail, la tecnologia gli consente di scegliere tra le risposte generate dallo strumento basato su GPT di Synchron che appaiono sul tablet. Per esempio, “potrei dover controllare la mia agenda” o “quel momento è perfetto” potrebbero apparire come risposte suggerite alla richiesta del suo medico di un appuntamento per martedì alle 15:00.

Questo tipo di tecnologia potrebbe aiutare in particolar modo i pazienti che hanno perso la capacità di parlare, per esempio a causa della progressione di malattie come la SLA. “Una delle cose più importanti di questa malattia è l’indipendenza” – ha detto un paziente che sta usando Stentrode – “Vedo che, in futuro, tutta questa tecnologia mi renderà più facile continuare a comunicare, guardare la TV, fare tutte queste cose senza assistenza”.

Synchron è ancora alle prime fasi dello studio di fattibilità per il dispositivo, con solo una manciata di pazienti che lo stanno testando. Sulla base dei dati di questa fase, Synchron farà domanda alla Food and Drug Administration (Fda) statunitense per una sperimentazione fondamentale e alla fine punterà a lanciare Stentrode sul mercato. Questo passaggio è probabilmente lontano diversi anni. Sebbene la versione attuale utilizzi la tecnologia OpenAI, Synchron prevede che in futuro potrà lavorare con diversi modelli di varie aziende di intelligenza artificiale, ha concluso Oxley.

NIKON
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
SHADOW NINJA
SUBSONIC