playit

Riceviamo e pubblichiamo verbatim l’informativa che l’azienda maltese Top Ads Ltd, titolare del sito Spike Slot (Spikeslot.com), ci ha fatto pervenire in risposta all’azione di Agcom sul gioco d’azzardo online prima con un intervento diretto sui “siti illegali” e poi con una multa a Google per la pubblicità su YouTube di siti che incitano al gioco online. Ecco la posizione dell’azienda con sede a Gzira (Malta).

Con riferimento alla sanzione inflitta da AGCOM per asserita violazione della normativa in tema di divieto di pubblicità in materia di gioco e scommesse, Top Ads Ltd, titolare dei canali Spike Slot, comunica che avanzerà ricorso avverso il provvedimento sanzionatorio stesso, nel pieno convincimento della rispondenza e del rispetto del proprio operato al dettato normativo ed alle stesse linee guida di AGCOM.

La società, che a tal fine ha conferito mandato allo Studio Legale dell’avv. Marco Ripamonti, rende noto che riserva, altresì, di tutelarsi in ogni sede consentita, penale inclusa, per chiarire se nella vicenda siano stati rispettati principi di imparzialità e corretto uso dei poteri da parte delle autorità preposte.

Il CEO dichiara: “Riteniamo di essere stati in questi anni un presidio di legalità. Abbiamo reso edotti molti giocatori confusi (in questo oblio di informazioni), delle insidie del gioco illegale e della sua propaganda, che tutt’ora ancora imperversa sulle stesse piattaforme di video sharing, e a cui siamo stati erroneamente accomunati. Inoltre stiamo ricevendo migliaia di commenti di vicinanza e supporto da parte degli stessi spettatori, consci delle nostre intenzioni, e che nelle dimostrazioni pratiche che offrivamo hanno ravvisato anche un allontanamento dal gioco d’azzardo. Motivo questo, per cui chiederemo delle perizie scientifiche sui possibili benefici della visione passiva di gioco altrui”.