NIKON
NIKON

Sorpresa: Nvidia teme i “formidabili” chip IA di Huawei

Huawei fa parte di un gruppo di concorrenti “molto formidabili” individuati da Nvidia nella corsa per produrre i migliori chip IA. Questa è l’opinione del ceo dell’azienda californiana. Nvidia ha scalato le classifiche della popolarità prima con le Gpu per gaming, poi con le stesse componenti utilizzati per il criptomining e nell’ultimo triennio con eccezionali SoC dedicati ai sistemi di elaborazione dell’intelligenza artificiale.

Huawei, Intel e un gruppo in espansione di startup di semiconduttori rappresentano una dura sfida alla posizione dominante di Nvidia nel mercato degli acceleratori di intelligenza artificiale (IA), ha detto ai giornalisti a Singapore l’amministratore delegato di Nvidia Jensen Huang. Huawei, con sede a Shenzhen, è diventata di fatto un punto di riferimento in Cina per la realizzazione, aggirando i vincoli imposti dagli Stati Uniti, nella tecnologia di sviluppo e produzione dei chip ed è tornata alla ribalta quest’anno con un processore per smartphone made in China sorprendentemente avanzato (quello del Mate 60 di cui abbiamo diffusamente parlato in questo articolo).

“Abbiamo molti concorrenti, in Cina e fuori dalla Cina”, ha detto Huang. “Alla maggior parte dei nostri concorrenti non interessa davvero dove mi trovo. Vogliono competere con noi ovunque andiamo”. Le domande sulla Cina sono state importanti durante la visita di Huang a Singapore, dove ha incontrato il primo ministro Lee Hsien Loong per discutere la strategia della città-stato per competere nella corsa globale all’intelligenza artificiale. I chip di Nvidia sono diventati il ​​prodotto più richiesto nell’espansione dell’intelligenza artificiale, poiché forniscono il metodo più efficiente per addestrare modelli di dati di grandi dimensioni come quello alla base di ChatGPT.

Ma gli Stati Uniti hanno alzato le barriere alla vendita alla Cina, restringendo ulteriormente l’accesso della Cina ai chip IA di Nvidia a metà ottobre. “Non possiamo lasciare che la Cina riceva questi chip. Punto”, ha detto sabato scorso il ministro del Commercio Gina Raimondo. Storicamente la Cina rappresenta circa il 20% delle vendite di Nvidia, ha detto Huang mercoledì, e la società continuerà a rispettare “perfettamente” le normative commerciali. Deve affrontare le tensioni commerciali sempre più impegnative tra Stati Uniti e Cina che hanno preso di mira i chip IA di Nvidia come strategicamente importanti nell’equilibrio di potere tra le due principali economie del mondo. Nvidia fornirà una nuova serie di prodotti per il mercato cinese in linea con le ultime regole provenienti da Washington, ha aggiunto il dirigente 60enne.

Nvidia, con sede a Santa Clara, in California, serve i clienti cinesi a Singapore, ha detto Huang. Tra le più grandi aziende cinesi presenti ci sono ByteDance, la cui attività TikTok è un importante datore di lavoro a livello locale, nonché le operazioni cloud internazionali di Tencent e Alibaba.

È inoltre interessante apprendere che Singapore mira a espandere l’economia digitale determinante per stimolare una crescita più ampia. Ospita fabbriche di produzione di chip meno avanzate gestite da Globalfoundries e altri player globali. Anche i produttori di acceleratori IA di Nvidia, Taiwan Semiconductor Manufacturing Co. (Tsmc) e NXP Semiconductors NV, gestiscono una joint venture nel paese.

Per commentare questo articolo e altri contenuti di igizmo.it, visita la nostra pagina Facebook o il nostro feed Twitter.

Articolo correlato
Autore correlato