PALADONE

Sorpresa! In Fortnite si torna a costruire. Mentre sull’isola fervono i preparativi (e non solo) per celebrare celebrare la Festa delle Lanterne sulla community di appassionati del battle royale di Epic Games piomba la novità. O se preferite lo stravolgimento a seguito di un tweet del team del titolo fenomeno che conferma quanto segue: da oggi sabato 2 aprile è possibile tornare a costruire all’interno. Ne deriva pertanto che i gamer impegnati nella Battaglia Reale possono sfruttare i consolidatio e “tradizionali” meccanismi di gioco che da sempre hanno caratterizzato il videogioco. Ma che, giova ricordarlo disabilitati in occasione del lancio della Stagione 2 di Fortnite: Capitolo 3, avvenuto lo scorso 20 marzo.

Fortnite: resta anche la modalità Zero Costruzioni

Ma non è tutto. Infatti, resta la modalità Zero Costruzioni di Fortnite (Zero Build). Così le due versioni del videogioco convivono fianco a fianco e risultano disponibili per il combattimento in solitario, in coppia, in trio o in Squad battle royale. La capacità di raccogliere materiali e costruire strutture difensive è stata a lungo una caratteristica distintiva di Fortnite – e parte di ciò che ha contribuito a differenziarlo da altri giochi di battle royale come PUBG e Apex Legends – il che ha reso la sua rimozione temporanea ancora più sorprendente. L’assenza di costruzione è stata in qualche modo compensata dall’aggiunta di meccaniche progettate per rendere il gioco più mobile, inclusa l’arrampicata e uno sprint più veloce. Questi cambiamenti facevano parte di una serie di aggiornamenti relativi alla mobilità risalenti a diversi anni fa. Con il lancio della sua stagione in corso, lo sviluppatore di Fortnite Epic Games sta donando tutti i proventi del gioco agli sforzi umanitari in Ucraina fino al 3 aprile . A partire dal 29 marzo, lo sforzo ha raccolto oltre 100 milioni di dollari.