Nintendo

Il mercato europeo degli smartphone è diminuito dell’11% su base annua nel secondo trimestre del 2022, secondo la più recente ricerca del servizio Market Monitor di Counterpoint Research. È stata registrata la trimestrale più basso dalla prima parte della pandemia di COVID-19. Il deterioramento del clima economico e la perdurante incertezza geopolitica hanno continuato a ostacolare la ripresa sia dell’Europa che del mondo dalla pandemia di COVID-19 e dalla carenza di chip.

Spedizioni e crescita di smartphone in Europa nel secondo trimestre 2022

Nota: OPPO include OnePlus dal terzo trimestre del 2021.

Il Direttore Associato di Counterpoint Research, Jan Stryjak, spiega: “Si è trattato di un mix di effetti e impatti contrari al mercato nel secondo trimestre del 2022 e i confronti anno su anno mascherano complesse dinamiche di mercato negli smartphone. Molto è cambiato in Europa rispetto allo scorso anno e anche all’ultimo trimestre, sia dal punto di vista settoriale che macro”.

Quota delle spedizioni di smartphone in Europa nel secondo trimestre 2022

Nota: OPPO include OnePlus dal terzo trimestre del 2021.

Samsung è rimasta il brand numero uno degli smartphone in Europa e ha aumentato sia le spedizioni che la quota di mercato nel corso dell’anno, ma ciò è dovuto principalmente al fatto che il secondo trimestre del 2021 è stato il totale di spedizioni europee più basso di Samsung in oltre un decennio a causa della chiusura degli stabilimenti in Vietnam. Rispetto al primo trimestre del 2022, tuttavia, le spedizioni europee di Samsung sono diminuite di quasi un quarto a causa del suo ritiro dalla Russia.

Apple ha anche aumentato sia le spedizioni che la quota di mercato anno su anno in Europa, in gran parte grazie al lancio dell’iPhone SE abilitato per 5G, ma è diminuita drasticamente trimestre su trimestre per lo stesso motivo di Samsung.

Xiaomi è decresciuta parecchio rispetto al secondo trimestre del 2021, che è stato il miglior trimestre in Europa di sempre, essendo stato particolarmente colpito da problemi di fornitura di componenti per smartphone. Tuttavia, Xiaomi ha sfruttato al massimo il ritiro russo di Samsung e Apple e ha guadagnato in modo significativo trimestre su trimestre, soprattutto nell’Europa orientale.

A completare i primi cinque, OPPO è stata colpita da problemi di fornitura e produzione in Cina, mentre realme ha continuato la sua impressionante performance in Europa con una crescita delle spedizioni di smartphone a due cifre anno su anno (sebbene la crescita si sia un po’ bloccata negli ultimi trimestri).

Commentando le prospettive per il resto dell’anno, Stryjak ha aggiunto che “la situazione in Europa resta purtroppo cupa. Molti paesi in Europa si stanno avvicinando alla recessione e le tensioni politiche interne in numerosi paesi oltre a Russia e Ucraina stanno aumentando, ad esempio in Francia, Germania e Regno Unito. Rimaniamo fiduciosi, tuttavia, che il fondo sia stato raggiunto e la traiettoria dovrebbe presto tornare al rialzo, ma la ripresa sarà probabilmente lunga e lenta”.