samsung galaxy z fold 4 flip 4 igizmo
playit

Samung sta correndo, almeno per il momento, una gara in solitaria sugli smartphone foldable. Il ragionamento si applica a livello globale, perché poi andando a scandagliare le varie regioni del mondo si scopre che in Cina il brand coreano è fronteggiato da Vivo, Oppo e persino Huawei. Certo, è una situazione alla “Davide contro Golia” per il momento, perché i numeri che Samsung sta sviluppando nel mondo foldable sono di tutto rilievo. Lo ha sottolineato Tm Roh, presidente e head della divisione MX Business che si occupa della “mobile experience”, in occasione del recente Galaxy Unpacked di agosto 2022 a cui abbiamo partecipato in prima persona. Dice Tm Roh: “Nel giro di un anno, dalla terza generazione (Flip 3 e Fold 3) all’imminente quarta generazione la domanda dei consumatori è cresciuta con un moltiplicatore 3x e sono aumentate le richieste di accessori che gravitano intorno ai pieghevoli. Inoltre le app hanno iniziato a essere ottimizzate, come nel caso dei nostri partner Google, Microsoft e Meta”.

Per Samsung il 2022/2023 è l’anno mobile nel quale gli smartphone foldable devono diventare “di massa, aprirsi al grande pubblico”, citando sempre Roh. Il fatto è che il brand coreano si sta trovando solo a livello mondiale in questo segmento, che può essere un vantaggio per molti versi ma anche uno svantaggio per altri, e non c’è, almeno per il momento, un brand che lo stia sfidando a livello globale, su tutti i mercati. Samsung sta “tirando la volata” profondendo grandi sforzi di sviluppo, anche per compensare la non ancora ottimale predisposizione di Android ai pieghevoli, per creare un mercato che rappresenti la vera evoluzione della mobility. Non con vezzi estetici e lucine sul dorso, ma con un form factor nuovo che risponda alle sempre maggiori esigenze dei consumatori (da cui la maggiore resistenza dei nuovi Flip 4 e Fold 4 e l’utilizzo di nuove funzioni) e che permetta di arrivare a usare un foldable con la stessa tranquillità ed esperienza di uno smartphone normale, con in più tutti i vantaggi del pieghevole.

Così arriviamo ai numeri, prendendo la più recente previsione di mercato di Counterpoint Research. Secondo questo outlook, il mercato globale degli smartphone pieghevoli crescerà del 73% quest’anno, cioè passerà da 9 milioni di unità del 2021 a 16 milioni di unità entro il 2022. La forte crescita sfida gli attuali venti contrari dell’economia poiché il mercato premium mostra resilienza e domanda costante. Counterpoint prevede una forte crescita anche per il prossimo anno, con i pieghevoli che dovrebbero crescere fino a 26 milioni di unità nel 2023.

Spedizioni globali di smartphone pieghevoli (milioni di unità previste)

Counterpoint Research Spedizioni globali di smartphone pieghevoli (unità in m)
Fonte: previsione per smartphone pieghevoli Counterpoint Research, agosto 2022.

Durante il primo semestre del 2022, Samsung ha goduto della quota di mercato dominante dei dispositivi pieghevoli: 62% di market share secondo il Foldable Smartphone Tracker di Counterpoint (giugno 2022). Huawei e OPPO sono arrivati ​​a distanza di secondo e terzo posto.

Quota di mercato globale degli smartphone pieghevoli, primo semestre 2022 (sell-through, basato su unità)

Quota di mercato globale degli smartphone pieghevoli Counterpoint Research, 1H 2022
Fonte: Tracker per smartphone pieghevole Counterpoint Research, giugno 2022.

Commentando le prestazioni di Samsung, l’analista senior Jene Park dice: “Samsung ha guidato il mercato sin dall’inizio e pensiamo che il suo dominio continuerà per qualche tempo. Huawei, Oppo, Xiaomi e vivo stanno introducendo tutti nuovi pieghevoli ma sono per lo più limitati al mercato cinese. Motorola potrebbe essere l’unico contendente in mercati come gli Stati Uniti per ora. Ci aspettiamo che la nuova combinazione Galaxy Fold 4 e Flip 4 continui lo slancio di Samsung nello spazio e venda vicino a 9 milioni di unità quest’anno, aiutando la quota di pieghevoli H2 2022 dell’azienda a salire all’80%”.

Riguardo all’importanza del segmento dei pieghevoli nel mercato più ampio, Park aggiunge: “I pieghevoli non solo apportano un nuovo design agli smartphone – tradizionalmente governati da fattori di forma a barra – ma anche più spazio sullo schermo. Questo sta crescendo di importanza con l’espansione dei casi d’uso degli smartphone, in particolare attraverso i media, l’intrattenimento e il lavoro”.

Inquadrando la crescita dei pieghevoli nel contesto globale, si nota che il mercato premium mostra una forte crescita nonostante i venti contrari macroeconomici. L’ultrapremium guida la testa al segmento. L’ultrapremium sono, di fatto, i modelli luxury e i foldable. Questi ultimi hanno ancora solo un punto da mettere a fuoco: la killer application definitiva.