iPhone 12
OTL

Il fatturato complessivo degli smartphone ha superato i 448 miliardi di dollari nel 2021 grazie alla spinta del 5G, secondo i dati pubblicati nella più recente ricerca Market Monitor Service di Counterpoint. Il giro d’affari è cresciuto del 7% su base annua e del 20% su base trimestrale anche se la carenza di componenti e le restrizioni dovute al Covid-19 hanno continuato a interrompere le supply chain in tutto il mondo.

Il prezzo medio di vendita degli smartphone (ASP) è cresciuto del 12% su base annua raggiungendo 322 dollari, principalmente a causa di una quota maggiore di smartphone 5G, che hanno un prezzo medio significativamente più alto rispetto ai modelli 4G. Una delle leve di questa dinamica è stata generata dal successo del lancio da Apple della gamma iPhone 13. Nel 2021 sono stati proposti numerosi device 5G da diversi brand: Xiaomi, vivo, OPPO e realme si sono concentrati sulla soddisfazione di una maggiore domanda di smartphone 5G a prezzi accessibili nei mercati emergenti come India, Sud-est asiatico, LATAM ed Europa orientale. Di conseguenza, gli smartphone abilitati al 5G hanno contribuito per oltre il 40% alle spedizioni globali di smartphone nel 2021, rispetto al 18% nel 2020.

C’è stato anche un aumento globale della domanda di smartphone di fascia media e premium a causa delle necessità derivanti della didattica a distanza, del lavoro e dell’intrattenimento da casa legati alla pandemia: in una condizione di home working e forte mobilità, i consumatori hanno scelto di aggiornare la dotazione di dispositivi puntando a una migliore esperienza complessiva. Infine, la carenza globale di componenti per smartphone ha portato anche i principali brand ad aumentare i prezzi al dettaglio di alcuni dei loro smartphone entry e mid-tier.

Fatturati degli smartphone dei primi 5 brand (2017-2021 in miliardi di dollari)

I ricavi di Apple grazie all’iPhone sono aumentati del 35% su base annua, toccando la soglia di 196 miliardi di dollari nel 2021. Nel 2021 la società di Cupertino ha controllato il 44% del fatturato totale degli smartphone, il prezzo medio nello stesso anno è stato di 825 dollari. Il marchio è anche riuscito ad aumentare la sua quota nei principali mercati emergenti come India, Thailandia, Vietnam e Brasile.

Il fatturato degli smartphone di Samsung è aumentato dell’11% anno su anno per raggiungere i 72 miliardi di dollari nel 2021, rispetto ai 64 miliardi di dollari nel 2020. Il suo ASP è cresciuto del 5% e si è attestato a 263 dollari nel 2021. Samsung è riuscita ad aumentare la quota di mercato globale nei segmenti medio e premium con la gamma Galaxy S, che ha contribuito a sostenere l’incremento della quota di telefoni 5G. Il 2021 ha visto anche il lancio di due smartphone pieghevoli: Samsung Galaxy Z Fold3 5G e Z Flip3, che hanno aumentato in modo considerevole le entrate complessive per il brand coreano. Samsung ha generato uno shipment tre volte maggiore di dispositivi pieghevoli nel 2021 rispetto al 2020.

Il fatturato complessivo di Xiaomi è aumentato del 49% anno su anno per raggiungere i 36 miliardi di dollari nel 2021, rispetto ai 24 miliardi di dollari del 2020, principalmente a causa dell’aumento delle spedizioni e della quota di mercato per i suoi smartphone di fascia media e premium come la serie Mi 11. In India, il mercato di gran lunga più grande e importante per il brand, gli smartphone si sono stabilizzati su un prezzo medio di 250 dollari con una crescita del 39% su base annua. Nel 2021, Xiaomi ha avuto una quota di mercato di oltre il 14% in India, rispetto all’8% del 2020.

OPPO (a cui si sommano le performance di OnePlus) ha registrato un aumento delle entrate del 47% YoY a 37 miliardi di dollari. Il suo ASP è cresciuto del 15% anno su anno per raggiungere 259 dollari nel 2021. Il brand ha visto un aumento delle spedizioni nelle fasce di prezzo comprese tra 400 e 599 dollari e tra 600 e 799 dollari per merito della forte domanda delle serie Reno 6, Find X3 e OnePlus 9. Gli smartphone abilitati al 5G hanno contribuito per oltre il 50% alle spedizioni annuali del brand nel 2021 contro il 28% nel 2020. OPPO è anche riuscita ad espandere la presenza in mercati maturi come Cina, Giappone e parti dell’Europa (compresi i paesi nordici), il che ha trainato le maggiori entrate e ASP. Le entrate di OnePlus sono cresciute del 33% anno su anno nel 2021 grazie alla serie OnePlus Nord e OnePlus 9.

Il fatturato di vivo è incrementato del 43% YoY a 34 miliardi di dollari. Il suo ASP è cresciuto del 19% su base annua per raggiungere 259 dollari nel 2021. Il marchio si è classificato come il quinto fornitore di smartphone nel 2021 sia in termini di entrate sia di spedizioni. L’andamento dei ricavi di vivo è stato trainato dalle apprezzate serie X60 e S di punta, con performance di sell-out eccezionali in Cina. Mentre un ampio portafoglio di prodotti distribuito su tutte le fasce di prezzo ha contribuito a generare ricavi aggiuntivi.

Il mercato degli smartphone dal punto di vista dei SoC: MediaTek super Qualcomm, che tiene sul 5G

Le spedizioni globali di chipset AP (Application Processor) e SoC (System on Chip) per smartphone sono cresciute del 5% su base annua nel quarto trimestre del 2021, secondo i dati della più recente ricerca di Counterpoint intitolata Foundry e il servizio AP/SoC. Le spedizioni di SoC per smartphone 5G hanno rappresentato quasi la metà delle spedizioni totali di piattaforme per smartphone.

Il direttore della ricerca Dale Gai ha dichiarato: ” MediaTek ha guidato il mercato dei SoC per smartphone con una quota del 33%. I volumi dei suoi SoC per smartphone sono diminuiti in questo trimestre a causa delle spedizioni elevate nel primo semestre e delle correzioni di inventario da parte dei brand cinesi di smartphone. Molti clienti avevano creato scorte di chipset per gestire le incertezze nella situazione dell’offerta”.

Sulle prospettive di crescita, Gai ha aggiunto: “Prevediamo che i ricavi crescano nel primo trimestre del 2022 guidati dal chipset di punta (Dimensity 9000) per smartphone. Una maggiore penetrazione del 5G compenserà la minore domanda stagionale. L’aumento dei prezzi dei chipset dopo l’aumento dei prezzi dei wafer di TSMC si riflette dal quarto trimestre del 2021 in poi. La migrazione 5G in regioni come APAC, MEA e LATAM e la continua domanda di LTE aiuteranno MediaTek ad avere un stabile 2022″.

Quota di mercato globale delle spedizioni di AP/SoC per smartphone (%), Q4 2020 vs Q4 2021

Commentando la performance di Qualcomm, l’analista senior Parv Sharma ha dichiarato: “ Qualcomm ha registrato un trimestre molto buono, crescendo del 18% su base trimestrale e del 33% su base annua nonostante la carenza di componenti e la capacità della fonderia non sia in grado di tenere il passo con la domanda. Qualcomm è stata in grado di dare la priorità alle vendite Snapdragon di fascia alta, che offrono una maggiore redditività e un minore impatto da carenze rispetto ai telefoni mobili di fascia media e bassa. L’azienda è stata anche in grado di aumentare le forniture dai suoi principali partner di fonderia grazie a prodotti chiave. Ha così conquistato una quota del 76% nelle spedizioni in banda base 5G guidate dalle serie iPhone 13 e 12 di Apple e dal portafoglio dei modelli premium con Android”.

Commentando le opportunità di crescita, Sharma ha aggiunto: “La piattaforma mobile di punta Snapdragon 8 Gen 1 di Qualcomm inizierà a essere spedita dal primo trimestre del 2022. Le prestazioni nel primo trimestre del 2022 saranno guidate dai successi di design della serie Samsung Galaxy S22 e dal lancio nel capodanno cinese. Nel complesso, la prossima flessione della crescita sarà nel secondo semestre del 2022 con il lancio di telefoni 5G da parte dei principali brand. Anche la quota dei ricavi di Android sta crescendo poiché sempre più marchi stanno adottando la soluzione di Qualcomm su tutti i livelli”.

Quota di mercato globale delle spedizioni di banda base per smartphone 5G (%), Q4 2020 vs Q4 2021

MediaTek ha guidato il mercato dei SoC per smartphone nel quarto trimestre del 2021 con una quota del 33%. Le spedizioni sono diminuite a causa della correzione dell’inventario poiché molti brand avevano generato scorte a causa dei vincoli della catena di approvvigionamento.

Qualcomm è cresciuta del 18% in sequenza grazie al segmento premium e al dual-sourcing dalle fonderie. Ha dominato le spedizioni di modem in banda base 5G con una quota del 76%, ottenuto dalle bande base per i modelli Apple e premium con Android.

Apple ha mantenuto la sua terza posizione nel mercato dei SoC per smartphone nel quarto trimestre del 2021 con una quota del 21%. Il lancio di iPhone 13 e le festività natalizie hanno alimentato le spedizioni.

UNISOC ha continuato la crescita delle spedizioni quest’anno e ha raggiunto una quota dell’11% nel quarto trimestre del 2021. Su base annua, le sue spedizioni SoC sono più che raddoppiate nel 2021. Ha ampliato la base di clienti, assicurandosi partnership del calibro di HONOR, realme, Motorola, ZTE, Transsion e Samsung.

Samsung con Exynos è scivolato alla quinta posizione con una quota del 4% poiché Samsung sta attraversando una fase di modifica della di portafoglio di smartphone prodotti con componenti in-sourcing e outsourcing. Di conseguenza, la quota di MediaTek e Qualcomm è cresciuta nel portafoglio di smartphone Samsung, con un’incidenza differente a seconda che si tratti di modelli 4G o 5G e del Paese in cui sono distribuiti.

HiSilicon non è stata in grado di produrre chipset Kirin a causa del divieto commerciale posto dagli Stati Uniti contro Huawei. L’inventario accumulato dei SoC Kirin sta per esaurirsi. Di conseguenza, Huawei sta lanciando la sua più recente serie di smartphone con SoC Qualcomm ma limitato al 4G.