SHADOW OF NINJIA
SHADOW OF NINJA

Smart city: nuovo fondo finanziario di sostegno dall’Unione Europea Ue anche per Firenze e Parma

Per le smart city (città intelligenti) e a impatto climatico zero, la Commissione Ue sta istituendo un nuovo Climate City Capital Hub. Osia, un fondo finanziario internazionale per sostenere ulteriormente le città che partecipano alla missione , e tra queste rientrano anche Firenze e Parma per il nostro Paese. Grazie al nuovo hub, le città che hanno già ricevuto il marchio di missione dell’Ue per le città potranno:

·      Accedere alla consulenza finanziaria in cooperazione con i servizi di consulenza della Banca Europea per gli Investimenti (Bei);

·      Strutturare le loro esigenze finanziarie in modo da comprendere le varie modalità di finanziamento dei progetti, compresa la messa in comune dei progetti;

·      Introdurre progetti a una serie di fornitori di capitale, compresi i prestatori e gli investitori del settore pubblico e privato (come il capitale filantropico e societario, nonché finanziamenti innovativi come il crowdfunding e le obbligazioni legate alla sostenibilità), e sostenere il processo di chiusura delle operazioni.

·      A integrazione dei servizi della Bei, il Climate City Capital Hub sarà creato con il sostegno sia della missione dell’Ue sulle città intelligenti e a impatto climatico zero sia della missione sull’adattamento ai cambiamenti climatici. L’accento sarà posto in particolare sull’impegno con il capitale privato. Per le città che hanno firmato la Carta della missione sull’adattamento ai cambiamenti climatici e che hanno ricevuto il marchio della missione dell’Ue per le città, i servizi riguarderanno sia progetti di mitigazione che di adattamento, adottando un approccio olistico per affrontare i cambiamenti climatici.

Il polo sarà gestito dalla piattaforma di attuazione della missione della Commissione, attualmente gestita dal progetto NetZeroCities. L’esecutivo di Bruxelles ha annunciato la sua creazione in occasione della conferenza tenutasi a Valencia il 25 e 26 giugno. Inoltre, la Bei ha stanziato una dotazione di prestiti di 2 miliardi di euro destinata alle città con il marchio della missione per le città per sostenere i loro piani di investimento in energia, edifici efficienti, sistemi di teleriscaldamento, energie rinnovabili, mobilità sostenibile, rinnovamento e rigenerazione urbana, infrastrutture idriche e sociali.

Smart city a impatto climatico zero: le prossime fasi

A proposito di smart city, finora 33 città hanno ricevuto il marchio della missione dell’Ue per le città intelligenti e a impatto climatico zero. Il marchio rappresenta una tappa importante nel lavoro delle città. Riconosce il successo dello sviluppo dei contratti urbani per il clima, che delineano la visione generale delle città per la neutralità climatica e contengono un piano d’azione e un piano di investimenti.

western digital smartcity

Le città co-creano i loro contratti urbani per il clima con i portatori di interessi locali, compresi il settore privato e i cittadini. Dei 33 piani di investimento presentati finora, circa 114,1 miliardi di euro sono stati iscritti a bilancio per le azioni per il clima, in media 3,6 miliardi di euro per città. Attualmente la Commissione sta riesaminando altri 23 contratti urbani per il clima. Parallelamente, la missione dell’Ue per le città intelligenti e a impatto climatico zero ha raccolto oltre 200 soluzioni che aiuteranno le città nel loro percorso verso la neutralità climatica. Le soluzioni riguardano da A — “Advanced Renovation Support” a Z — “Zero Emission Buses” e sono reperibili nel repertorio delle conoscenze. Le città causano oltre il 70 % delle emissioni globali di CO2 e consumano oltre il 65 % dell’energia nel mondo. L’azione urbana è fondamentale per la mitigazione dei cambiamenti climatici e può contribuire in modo significativo ad accelerare gli sforzi volti a conseguire l’impegno giuridicamente vincolante di conseguire la neutralità climatica nell’Ue nel suo complesso entro il 2050, nonché all’obiettivo comunitario di ridurre le emissioni di gas a effetto serra del 55 % entro il 2030 e, più in generale, di realizzare il Green Deal europeo. In tal senso, la missione dell’Unione per le città mira ad aiutare le città europee a diventare climaticamente neutre, offrendo ai cittadini aria più pulita e trasporti più sicuri e riducendo la congestione e il rumore. Nell’aprile 2022 sono state selezionate 100 città dell’Ue e 12 città dei paesi associati a Orizzonte Europa, il programma di ricerca e innovazione, per partecipare alla missione. Stanno sperimentando approcci intersettoriali innovativi, anche per quanto riguarda il coinvolgimento dei cittadini, la gestione dei portatori di interessi e la governance interna per accelerare il loro percorso verso la neutralità climatica. Ciò li rende poli di sperimentazione e innovazione per consentire a tutte le città europee di seguire l’esempio entro il 2050.

SHADOW OF NINJA
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
LEXAR
SUBSONIC