Samsung pc

A fine 2021 vi abbiamo dato notizia, peraltro ufficiale in quanto basata su un tweet di Samsung, che per l’11 gennaio era previsto il debutto del nuovo SoC Exynos 2200 con Gpu AMD RDNA2 e destinato a essere la base dei futuri Galaxy S22 del brand coreano. Ebbene, in sordina Samsung ha evitato la presentazione e non ha dato ulteriori aggiornamenti su quando e se il processore con l’innovativo reparto grafico saranno svelati.

Il giorno 12 gennaio, qualche ora più tardi dopo che abbiamo scritto l’articolo qui di seguito, Samsung ha affidato la sua spiegazione al quotidiano Business Korea, comunicando quanto segue attraverso le parole di un “funzionario”:

“Stiamo pianificando di svelare il nuovo processore per applicazioni al momento del lancio di un nuovo smartphone Samsung. Non ci sono problemi con la produzione e le prestazioni dell’AP. La nuova GPU dovrebbe risolvere i problemi dell’Exynos 2100. Intendiamo rafforzare la nostra competitività potenziando le GPU per i giochi sui dispositivi mobili”.

In queste ore è apparso un tweet che getta nuova luce su quanto sta avvenendo nei corridoi di Seul. Secondo Ahmed Qwaider, che pubblica tweet a oltranza su Samsung e per certe aspetti ha centrato le previsioni (nella sua più recente sostiene che S22 Ultra sarà sostanzialmente un Note), l’azienda sarebbe pronta a cancellare Exynos 2200 quantomeno sul Galaxy S22 Ultra, che ovunque sarà basato su Qualcomm Snapdragon 8 Gen 1. “Questo sarà annunciato in futuro”, ancora una volta le informazioni definitive sono rimandate al momento della presentazione della lineup 2022.

Samsung Exynos 2200: dal tweet di annuncio agli interrogativi sul suo destino

Per la cronaca, il tweet di annuncio che vedete riprodotto qui sopra è stato cancellato. Secondo uno dei leaker più informati, ossia Ice Universe, non si tratterebbe della prima volta che il brand prende decisioni difficili in questo senso. Per esempio, la presentazione dell’Exynos 1200 era prevista per novembre ma si è persa per strada.

E mentre l’ipotesi più probabile è che Exynos 2200 sarà svelato in concomitanza con i prossimi Galaxy S22, presumibilmente in un evento a febbraio, c’è che ha azzardato un’idea ancora più ardita.

Sammobile, sito specializzato sull’universo Samsung, non ha dubbi: il silenzio su Exynos 2200 è sintomo del fatto che tutti i nuovi Galaxy della categoria flagship saranno affidati ai Qualcomm Snapdragon.

C’è una premessa da fare. Finora i Galaxy della serie S sono stati distribuiti in due varianti: in Europa con piattaforma Exynos; in Cina e negli Stati Uniti con Qualcomm Snapdragon. Questa scelta rispondeva alla necessità di intercettare correttamente le frequenze delle infrastrutture delle reti mobili presenti nei vari Paesi.

Però già nella seconda metà del 2021 Samsung è venuta meno a questa suddivisione. Si pensi per esempio ai foldable Galaxy Z Flip 3 e Fold 3 che sono stati portati in Italia con il SoC Snapdragon 888; oppure al recente Galaxy S21 FE basato su quest’ultima piattaforma. Per esempio, il Galaxy S20 FE era animato da Snapdragon 865. Per dire che anche in Europa su alcuni segmenti di prodotti Samsung non ha attuato la differenziazione hardware. E questo potrebbe costituire tanto un precedente quanto una possibile chiave di lettura.

Samsung senza Exynos 2200 metterà Sanpdragon 8 Gen 1 sui prossimi Galaxy S22?

Su questo pivot Sammobile centra il ragionamento:” Samsung è stata pesantemente criticata per le scarse prestazioni del suo chipset rispetto allo Snapdragon. Ci sono state petizioni per cercare di impedire a Samsung di utilizzare i processori Exynos nei suoi telefoni. Gli azionisti della società si sono chiesti perché continuasse con lo sviluppo di chipset personalizzati. L’azienda ha fatto un grande cambiamento da allora. Samsung non sta più progettando core CPU personalizzati come faceva prima. Quindi il suo prossimo chipset di punta, l’ Exynos 2100 utilizzato nella serie Galaxy S21, aveva invece una architettura basata su licenza. Samsung avrebbe adottato un approccio simile per l’Exynos 2200 che doveva essere lanciato con la serie Galaxy S22″.

Nella nostra recensione del Samsung Galaxy S21 avevamo sottolineato la stretta parentela tra Exynos 2100 e Snapdragon 888 fatta eccezione per la diversa Gpu.

Sammobile è quasi certo: “Tutti i segnali indicavano l’introduzione dell’Exynos 2200 con la serie Galaxy S22. Tuttavia, è stato riferito in precedenza che Samsung aveva posticipato la data di lancio di Exynos 2200. Un informatore dalla Corea del Sud ora afferma che l’Exynos 2200 è ‘andato’, almeno nel contesto della gamma Galaxy S22. Ciò significherebbe che tutte le varianti di Galaxy S22 , Galaxy S22+ e Galaxy S22 Ultra rilasciate in tutto il mondo sarebbero alimentate dal Qualcomm Snapdragon 8 Gen 1”.

Una scelta che magari farà contenti alcuni utenti ma che, di fatto, toglierebbe la possibilità di vedere una GPU basata su architettura AMD all’interno di uno smartphone di fascia alta. Sempre a Seul abbiamo deciso che l’Exynos 2200, in virtù dell’architettura, possa essere impiegato in ambiti più “esigenti” rispetto a uno smartphone “normale” per quanto flagship. E salgono alla memoria i prossimo foldable, i tablet e, soprattutto, i pc.

Per ora sono tutte speculazioni che anche noi ci deliziamo di contribuire. Sta di fatto che solo Samsung sa cosa succederà e per scoprirlo basterà attendere i prossimi giorni o, al più tardi, il debutto dei Galaxy S22.