realta aumentata
Samsung pc

La realtà virtuale e la realtà aumentata hanno ricevuto molta attenzione da parte dei consumatori e da un pubblico anche non specializzato in tecnologia.

Al momento grazie alla realtà virtuale possiamo divertirci visitando musei o mostre, andare a concerti, incontrare altre persone, comprare per negozi e giocare online.

L’hype verso questa tecnologia è dimostrato dal numero di visori per realtà virtuale che sono ora disponibili per il grande pubblico anche a prezzi molto accessibili.

È ulteriormente evidenziato inoltre dalle varie aziende che stanno sviluppando e implementando nuovi metodi per utilizzare la realtà aumentata su dispositivi mobili, come smartphone e tablet; Pokemon GO è l’esempio perfetto in questo caso. 

Tuttavia, molto prima che il consumatore medio avesse accesso alla realtà virtuale e alla realtà aumentata, le agenzie governative utilizzavano già questo tipo di tecnologia immersiva in molti campi come per esempio l’addestramento dei soldati nelle forze armate.

L’uso di alta tecnologia VR per scopi militari 

L’esercito ha dato in dotazione ai soldati speciali occhiali VR come un modo per imparare a gestire situazioni di emergenza come il combattimento o caricare efficacemente le armi quando sono nel bel mezzo di un attacco.

Tuttavia, l’uso di realtà aumentata e virtuale richiede un’esperienza di formazione più avanzata, che possa permettere di configurare le impostazioni in modo che i soldati possano addestrarsi praticamente in qualsiasi luogo.

Nel tentativo di realizzare ciò, gli specialisti della formazione hanno iniziato a parlare con le aziende tecnologiche per determinare quale tipo di prodotti VR e AR fossero già disponibili e se potessero soddisfare o meno queste esigenze. 

L’esercito si è affidato direttamente a Microsoft. La società è pronta a sviluppare infatti 2.550 prototipi VR per il sistema di potenziamento visivo integrato dell’esercito. Se questi prototipi avranno successo, l’esercito potrebbe acquistarne fino a 100.000 in più. Inizialmente, la scadenza per completare il progetto era tra il 2025 e il 2030; tuttavia, dato che ci sono stati progressi così estremi nelle tecnologie utilizzate per AR e VR, si ritiene che i prototipi saranno disponibili molto prima.