optime siae tar igizmo
PALADONE

Tra le azioni previste dalla Legge di Bilancio ci sarà una norma di contrasto e prevenzione contro gli esercizi “apri e chiudi” cioè quelli che aprono, non versano un euro alle casse dello Stato, chiudono prima dei controlli, spariscono e ricominciano da capo. Con questa norma il CdM accoglie le molteplici istanze della OPTIME (Osservatorio Permanente per la Tutela in Italia del Mercato dell’Elettronica) da sempre in prima linea nel segnalare e contrastare i fenomeni distorsivi del mercato (evasione, concorrenza sleale, truffe ai danni di commercianti e consumatori) per garantire la piena legalità del commercio e la parità di condizioni degli operatori del commercio e, conseguentemente, la tutela dei consumatori.

OPTIME ha già da tempo segnalato, il comportamento di molti operatori ‘apri e chiudi’ che, appoggiandosi alle principali piattaforme online per carpire la fiducia dei consumatori, inquinano il Mercato dell’Elettronica e generano una evasione  quantificabile in oltre 100 milioni di Euro annui per quello che concerne i soli beni sottoposti a inversione contabile IVA, ovvero smart-phones, tablet, console per videogiochi e computer.

L’evento di presentazione, che si è svolto, su iniziativa del Senatore Maurizio Gasparri, Vicepresidente del Senato, presso la Sala Capitolare presso il Chiostro di Santa Maria Sopra Minerva, ha visto la partecipazione di numerosi ospiti illustri, tra i quali Massimiliano Capitanio, Commissario AGCOM e Nicola Molteni, Sottosegretario al Ministero dell’interno.

Ha dato avvio ai lavori Enzo Frasio, Presidente GfK Italia, con un’approfondita analisi dell’andamento del mercato dell’elettronica, dalla quale è emersa una situazione complessa: nei primi nove mesi del 2022 in Italia, infatti, sono stati venduti beni di elettronica di consumo per 13,4 miliardi di euro, con una flessione dello 0,6% rispetto al 2021 e l’ultimo trimestre dell’anno sta registrando pesanti battute di arresto che fanno prevedere una chiusura d’anno molto preoccupante.

È seguita la relazione del Presidente dell’Osservatorio Optime Davide Rossi, che ha dedicato ampio spazio alla descrizione dei 4 importanti obiettivi che si prefigge Optime con la stesura di questo rapporto annuale:

Porre in essere azioni di autotutela che – contando sulla conoscenza delle dinamiche del settore garantita dai propri sostenitori – non solo saprà identificare ogni fenomeno illecito, ma anche si farà carico di sensibilizzare enti di controllo e forze dell’ordine perché si intervenga con la massima tempestività.

Rassicurare i Consumatori che devono continuare ad avvicinarsi all’acquisto di prodotti elettrici ed elettronici con la massima fiducia. In un mondo nel quale ogni giorno si presentano sul Mercato anche tantissimi operatori del tutto ignoti e irraggiungibili, in quanto basati a migliaia di chilometri di distanza o schermati dietro società di comodo, è fondamentale che un soggetto portatore di istanze collettive e non di interessi di parte, quale appunto Optime, si incarichi di intervenire segnalando le situazioni anomale. 

Supportare tutte le politiche pubbliche in tema di Sostenibilità, sia riguardo alla verifica dei molti annunci che puntano sulla grande attenzione che i consumatori stanno dedicando al tema (si parla ovviamente della lotta al cosiddetto GreenWashing) sia attivandosi con ancora maggiore impegno sul tema della Economia Circolare che per questo settore significa corretto recupero di tutti i RAEE, i Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche.

Proporre misure legislative o regolatorie che possano con un minimo impatto sul Mercato tutelare gli operatori corretti e rendere il percorso molto complicato, ove non impossibile, ai disonesti.

Oltre a problemi già segnalati e combattuti, in numerosi casi con successo, quali le truffe ai danni dei consumatori, le effrazioni notturne compiute da bande organizzate, la vendita di prodotti non conformi, contraffatti e talvolta pericolosi, la Nota di Aggiornamento ha evidenziato alcuni Special Alert. Tra essi i più significativi sono alcune forme di evasione:

  • IVA, tramite il semplice non versamento del dovuto praticato da aziende pirata che si appoggiano alle principali piattaforme carpendo in tal modo la fiducia dei consumatori.
  • COPIA PRIVATA SIAE, il gettito non è cresciuto proporzionalmente al mercato. Questo dimostra una evidente crescita dell’evasione di questo compenso dovuto ai titolari dei diritti d’autore.
  • ECO-CONTRIBUTI PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE, anche in questo caso soggetti senza scrupoli omettono i versamenti non solo danneggiando i concorrenti ma anche creando rilevanti danni all’ambiente.

Poiché spesso le piattaforme vengono usate da operatori scorretti per poter avere accesso al mercato e conquistare la fiducia dei consumatori (che non darebbero mai la propria carta di credito se non a realtà ben note e affidabili) vi è grande attesa per l’entrata in vigore del Regolamento Europeo noto come Digital Services Act che introduce nuovi obblighi e responsabilità alle piattaforme.

La AGCOM sarà chiamata a dare esecuzione in Italia alle previsioni del Digital Services Act e Optime si dichiara fin d’ora disponibile a fornire la massima collaborazione (così come previsto dal Regolamento Europeo che introduce la figura dei “Trusted Flaggers” ovvero degli operatori privati rappresentativi di Interessi Diffusi ai quali viene riconosciuto lo status di “Segnalatori Affidabili”) per segnalare ogni problematica e anomalia del Mercato dell’Elettronica.

Considerato il peso del Mercato dell’Elettronica per l’economia italiana tutta – che non solo rappresenta oltre un punto di Prodotto Interno Lordo e la conseguente occupazione generata in Italia ma anche per la funzione fondamentale che questo settore ha nel dare sostegno a obbiettivi fondamentali come digitalizzazione, economia circolare, risparmio energetico e anche inclusione sociale – tale mercato deve necessariamente essere tutelato, nell’interesse non solo delle imprese del settore ma di tutta la collettività. 

Legalità, quindi, lotta alla concorrenza sleale e all’evasione sono i principali temi attorno ai quali si è concentrato il dibattito all’interno della tavola rotonda alla quale hanno partecipato relatori quali Massimiliano Capitanio, Commissario AGCOM (in collegamento), Daniela Carriera, Direttore SM Consorzio European Recycling Platform Italia, Andrea Scozzoli, Presidente Aires Confcommercio, Ciro Sinatra, Consigliere APPLiA Confindustria e Giulia Tomaselli, Project Coordinator Ambrosetti Community Retail 5.0.

Il Rapporto annuale di Optime nella sua interezza