GAMESEAT

C’è il modo per fare “girare” Windows sui Mac senza dovere installare Windows. È un’applicazione di virtualizzazione, ossia crea un pc virtuale in una finestra di macOS al fine di emulare un vero e proprio computer, e si chiama Parallels. La nuova release Parallels Desktop 16 per Mac sfoggia miglioramenti a livello estetico e tecnologico. Il design è stato rinnovato al fine di abbracciare la grafica di macOS Big Sur. A conti fatti, Parallels 16 è il primo software ottimizzato per la più recente edizione del sistema operativo di Apple. E, preannuncia l’azienda, l’applicativo è anche compatibile con Apple Silicon, ossia la futura architettura che permetterà a macOS di funzionare su hardware con processori Arm.

Le novità di Parallels Desktop 16 si snodano su migliori prestazioni grafiche, su un impatto energetico inferiore e sull’utilizzo migliorato del trackpad dei Macbook. La compatibilità con Big Sur è tutt’altro che trascurabile perché ha obbligato a “ridisegnare” Parallels. Fino alla versione 15 il software si innestava nel livello del sistema operativo che gestiva le estensioni del kernel. Apple ha modificato l’architettura di Big Sur per impedire queste chiamate al fine di elevare la stabilità e la sicurezza della piattaforma. Dunque Parallels 16 ora si affida al framework di macOS 11 (inizialmente identificato come macOS 10.16), che non pregiudica l’accesso alle risorse hardware e l’interfaccia con le periferiche ma, anzi, in concreto si guadagna in reattività. Spiega Nick Dobrovolskiy, vice presidente senior di Parallels per il dipartimento ingegneria e supporto: “Le nuove e innovative funzionalità in Parallels Desktop 16 includono il primo supporto al mondo per le applicazioni Metal con capacità 3D in esecuzione in una macchina virtuale macOS Big Sur. I miglioramenti delle prestazioni comprendono avvii due volte più rapidi, ripristino e arresto di Windows fino al 20% più velocemente, DirectX più veloce e molto altro”.

Parallels 16 supporta oltre 200mila applicazioni Windows

Il dato più interessante della nuova release di Parallels è proprio il supporto per oltre 200mila software per Windows, compresi quelli professionali per l’editing multimediale di alto livello. Più in dettaglio, le nuove funzioni di Desktop 15 per Mac sono:

• DirectX 11 e OpenGL 3 ottimizzata in Windows e Linux.
• Durata della batteria superiore.
• Recupero automatico dello storage: le macchine virtuali (VM) possono essere configurate in modo da restituire automaticamente lo spazio su disco inutilizzato all’arresto.
• Nuovi gesti multi-touch per le app Windows: si possono usare i gesti multi-touch sul trackpad per ingrandire e ruotare in modo fluido.
• Stampa ottimizzata: stampa fronte retro e utilizza maggiori formati carta, da A0 a busta.

Oltre alla Desktop, c’è anche la Desktop Pro Edition. Si tratta di una soluzione più potente, flessibile e ricca di funzionalità rispetto alla Standard Edition, pur essendo semplice da usare. Parallels Desktop Pro Edition comprende:
• assegnazione fino a 32 Cpu virtuali e 128 GB di Ram virtuale per ogni VM.
• Plug-in di Microsoft Visual Studio: l’integrazione di Visual Studio semplifica i test delle applicazioni tra i sistemi operativi.
• Creare e nominare le reti personalizzate.
• Virtualizzazione nidificata: è possibile avviare una macchina virtuale basata su Microsoft Hyper-V nella macchina virtuale di Parallels Desktop.
• Riga di comando: la ricca interfaccia della riga di comando (prlctl e prlsrvctl) consente un’automatizzazione flessibile delle attività lavorative.
• Plug-in Vagrant, Docker e Jenkins: plug-in/provider Vagrant, Docker e Jenkins gratuiti per gli sviluppatori.
• Cloni vincolati: si può creare una nuova VM da un’istantanea della VM esistente. Il clone vincolato occupa solo una frazione dello spazio su disco utilizzato dalla VM principale, poiché riutilizza i settori del disco che sono gli stessi per entrambe le VM.
• Archiviare la VM direttamente nel Centro di controllo: gli utenti avanzati tendono ad avere molte macchine virtuali che occupano molto spazio su disco. L’archiviazione sul posto direttamente dal Centro di controllo di Parallels Desktop con la possibilità di gestire la configurazione di una VM archiviata offre vantaggi straordinari.
• Preparare per il trasferimento: è possibile esportare una VM in un formato compresso come un file solido per poterlo caricare e trasferire più facilmente e velocemente sul nuovo hardware.
• Nella Pro Edition sono incluse più di 50 funzionalità utili e che ti fanno risparmiare tempo.

C’è anche la Parallels Desktop 16 per Mac Business Edition, che offre:
• Provisioning delle VM aziendali per configurare in modo semplice le VM con applicazioni preinstallate da caricare e come host dove i dipendenti possono effettuare il download ed eseguire in sicurezza i loro dispositivi Mac.
• Controllo degli aggiornamenti: l’amministrazione centralizzata offre controlli flessibili per gestire l’accesso ai nuovi aggiornamenti di Parallels Desktop, alle release delle nuove funzionalità, agli aggiornamenti e alle nuove release di macOS.
• Aggiornamenti senza password: le credenziali dell’amministratore non vengono più richieste per gli aggiornamenti di Parallels Desktop, in modo che sia più semplice per l’IT e gli utenti mantenerlo sempre aggiornato anche quando gli utenti non sono amministratori dei loro dispositivi Mac.
• Installazione semplificata su macOS Big Sur: l’installazione di Parallels Desktop su macOS Big Sur NON richiede l’approvazione dell’estensione di sistema, rendendo l’installazione rapida e fluida, senza dover riavviare il Mac.

Come installare Windows 10 in Parallels

La procedura guidata di installazione in Parallels Desktop facilita l’installazione di Windows 10 sul Mac e non richiede alcun acquisto preventivo. Gli scenari di installazione di Windows in Parallels Desktop comprendono i seguenti casi:
• È stato scaricato e installato Parallels Desktop sul Mac: sarà rilevato automaticamente che non è presente Windows e sarà offerto di scaricarlo da Microsoft e installarlo.
• È necessario spostare Windows 10 e le relative applicazioni da un pc fisico a una VM Parallels Desktop sul Mac.
• Si preferisce aggiungere una VM Windows 10 a Parallels Desktop.
• Si necessita di aggiornare una VM Windows 7 o 8 a Windows 10.
• È disponibile Windows in una partizione Boot Camp e si desidera eseguirla simultaneamente con macOS senza riavviare, oppure eseguirne la migrazione in una VM e recuperare lo spazio su disco su macOS.
• Si vuole aggiungere gli ambienti di test della VM Windows preconfigurati per Microsoft Edge e Internet Explorer.

Anche Parallels 16 è equipaggiato con i Toolbox, una suite completa di strumenti studiati per fare risparmiare tempo agli utenti Windows e Mac. Le nuove funzioni di Parallels Toolbox 4 comprendono: Break Time per Mac, Show Desktop per Mac, Unit Converter per Windows, Unit Converter per Mac, Close Apps per Windows, Window on Top per Windows e Window Manager per Mac.
Gli strumenti attivabili con un clic più popolari di Parallels Toolbox includono: Download Video, Energy Saver, Clipboard History, Clean Drive, Free Memory, Presentation Mode, Capture Area, Hide Desktop Files, Unarchive, Hidden Files, Uninstall Apps e molti altri. Informazioni sulla suite completa degli strumenti attivabili con un clic e dei video dimostrativi di Parallels Toolbox, oltre alle versioni gratuite complete di tutte le funzionalità, sono disponibili su parallels.com/toolbox.

Parallels 16: disponibilità e prezzi

Tutte le edizioni di Parallels Desktop 16 per Mac (Standard Edition, Pro Edition e Business Edition) possono essere acquistate online su parallels.com/desktop (dove è disponibile anche una versione di prova gratuita per 14 giorni completa di tutte le funzionalità per i nuovi utenti), presso i rivenditori e sugli store online in tutto il mondo. Gli abbonamenti a Parallels Desktop comprendono abbonamenti simultanei gratuiti a Parallels Toolbox per Mac e Windows e Parallels Access, venduti anche separatamente a tutti gli utenti pc e Mac come prodotti autonomi, con versioni di prova gratuite o in abbonamento.

Gli attuali clienti di Parallels Desktop per Mac (qualsiasi edizione) possono richiedere una quotazione per l’upgrade a Parallels Desktop 16 online su parallels.com/desktop-upgrade. I nuovi clienti possono scaricare una versione di prova gratuita ed effettuare l’acquisto su parallels.com/desktop.

Di seguito i prezzi:

Parallels Desktop 16 per Mac

  • Upgrade da una qualsiasi edizione a una licenza perpetua: 49,99 euro
  • Nuovo abbonamento: 79,99 euro l’anno
  • Nuova licenza perpetua: 99,99 euro

Parallels Desktop per Mac Pro Edition

  • Upgrade da qualsiasi edizione: 49,99 euro l’anno
  • Nuovo abbonamento: 99,99 euro l’anno

Parallels Desktop per Mac Business Edition: 99,99 euro l’anno