oculus
ims22

Oculus (Meta) Quest giunge a una nuova pietra miliare: è arrivato l’aggiornamento v40 e con numerose nuove funzioni. La sicurezza e la privacy sono i temi principali della v40, che presenta la possibilità di bloccare applicazioni specifiche attraverso una sequenza di sblocco, oltre al supporto per i pagamenti 3D Secure effettuati indossando il visore e alle chiamate Messenger crittografate end-to-end opzionali. Meta Quest sta inoltre ampliando il tracciamento della tastiera con alcuni nuovi modelli e aggiungendo al menu Impostazioni alcune funzioni di accessibilità incentrate sull’audio. Come tutti gli aggiornamenti software, anche questo verrà distribuito gradualmente.

Quest v40 adotta l’app unlock

Nella v31 è stata introdotta la possibilità di bloccare il visore Meta Quest, sbloccabile attraverso una sequenza di sblocco. Era un’ottima soluzione per impedire l’uso non autorizzato, ma consentiva soltanto o l’accesso completo o il blocco totale del visore.

A partire dalla versione 40, il controllo sarà più preciso. La nuova funzione App Unlock consente di inserire giochi e applicazioni specifici accessibili tramite una sequenza di sblocco. Si tratta di un’importante funzione di sicurezza per tutti i dispositivi Meta Quest, che l’azienda ha introdotto perché possa rivelarsi un utile punto di partenza per i genitori quando, nei prossimi mesi, inizierà a introdurre nuovi strumenti di supervisione parentale.

Una volta bloccata un’app, sarà necessario inserire la sequenza ogni volta che si desidera sbloccarla e avviarla. Qui è spiegato come costruire la propria sequenza di sblocco.

Più sicurezza nei pagamenti un maggior numero di tastiere supportate

Chi utilizza il 3D Secure per mantenere alta la sicurezza dei pagamenti effettuati con carta di credito, sta per avere vita (un po’) più facile. In precedenza, l’autorizzazione 3DS poteva avvenire solo nell’app mobile di Oculus, ma a partire dalla versione 40 sarà possibile effettuare pagamenti con una carta di credito abilitata al 3DS in VR, compresa la fase di autorizzazione del 3DS (anche se gli sviluppatori dovranno scegliere di abilitare il supporto del 3DS per gli acquisti in-app). Ora è possibile effettuare pagamenti sicuri senza dover togliere il visore ogni volta che si vuole scaricare l’ultimo DLC di Beat Saber (di cui è uscito poco tempo fa il nuovo Electronic Mixtape).

È passato circa un anno da quando è stata introdotta per la prima volta la possibilità per Meta Quest 2 di tracciare la tastiera K830 di Logitech tramite Bluetooth. La Apple Magic Keyboard è già stata aggiunta con la versione 37, ma con v40 Meta Quest abilita il supporto per la Apple Magic Keyboard con tastierino numerico. Sono state aggiunte anche due nuove tastiere Logitech: Logitech K375s e Logitech MX Keys.

Con l’aumento dell’elenco dei dispositivi supportati, si è reso necessario anche un modo più semplice per gestire le tastiere utilizzate. Basterà infatti cercare la sezione “Gestisci tastiere salvate” nel menu Impostazioni per tenere traccia dei modelli di tastiera aggiunti al visore ed effettuare le modifiche.

Quest v40 migliora l’audio e l’accessibilità

La scheda Accessibilità del menu Impostazioni si arricchisce di nuove opzioni per rendere il visore Meta Quest più confortevole per le persone con problemi di udito. È stata aggiunta una nuova opzione Audio mono che consente di ascoltare lo stesso audio dagli altoparlanti destro e sinistro del visore (o dal jack per le cuffie) rispetto all’effetto audio spaziale predefinito. Inoltre, è possibile regolare il bilanciamento dei canali audio destro e sinistro. Ad esempio, chi sente meglio dall’orecchio destro potrà regolare il bilanciamento verso sinistra per aiutare a “centrare” l’audio, oppure impostare il cursore completamente a destra per una maggiore chiarezza. Chiunque può sentirsi libero di fare delle modifiche: gli utenti avranno maggiore controllo e ancora più opzioni per regolare l’audio in VR secondo le proprie esigenze. Le opzioni Audio mono e Bilanciamento audio si trovano nella scheda Accessibilità del menu Impostazioni delle cuffie.

Quest v40 introduce la crittografia end-to-end nel Messenger

La sicurezza delle informazioni è una delle massime priorità per Meta, non solo nella VR, ma in tutte le sue applicazioni e tecnologie. Quando le persone si fidano, e sanno che le loro conversazioni sono veramente private, sono più tranquille nell’esprimersi e le connessioni che si creano online sono più forti.

Con la v40 Meta Quest sta testando la crittografia end-to-end opzionale per i messaggi e le chiamate individuali di Messenger in VR. Un ulteriore livello di privacy e sicurezza è stato aggiunto nelle chat personali degli utenti, grazie alla tecnologia di Meta, leader del settore.