NIKON
OPPO

Nvidia costruirà un supercomputer dedicato alla IA

In una presentazione di due ore a Taiwan, l’amministratore delegato di Nvidia (che solo per l’illustre penna Federico Rampini è un’azienda “semi sconosciuta”) Jensen Huang ha svelato una nuova serie di prodotti e servizi legati all’intelligenza artificiale, cercando di capitalizzare una frenesia volta alla IA che ha reso la sua azienda il produttore di chip più prezioso del mondo. L’ampia gamma include un nuovo design robotico, capacità di gioco, servizi pubblicitari e una tecnologia di rete. Forse la cosa più centrale per le sue ambizioni, Huang ha svelato una piattaforma di supercomputer AI chiamata DGX GH200 che aiuterà le aziende tecnologiche a creare successori di ChatGPT. Microsoft, Meta e Google dovrebbero essere tra i primi utenti. “È troppo”, ha detto Huang, 60 anni, verso la fine del suo intervento alla fiera Computex. “So che è troppo.”

La raffica di annunci sottolinea il passaggio di Nvidia da produttore di chip grafici per computer a società al centro del boom dell’IA. La scorsa settimana, Huang ha fornito una straordinaria previsione di vendita per il trimestre in corso – quasi 4 miliardi di dollari in più rispetto alle stime degli analisti – alimentata dalla domanda di chip per data center che gestiscono attività di intelligenza artificiale. Ciò ha portato il titolo a un livello record e ha portato Nvidia sull’orlo di una valutazione di 1 trilione di dollari, una novità per l’industria dei chip. 

Nella presentazione, Huang ha sostenuto che l’architettura tradizionale dell’industria tecnologica non sta più migliorando in modo abbastanza veloce da tenere il passo con attività informatiche complesse. Per realizzare il pieno potenziale dell’intelligenza artificiale, le aziende si rivolgono sempre più a unità di calcolo accelerato e di elaborazione grafica, o GPU, come quelle realizzate da Nvidia. “Abbiamo raggiunto il punto di svolta di una nuova era informatica”, ha detto Huang, mentre camminava sul palco con una giacca di pelle caratteristica.

Huang ha anche mostrato le capacità strabilianti dell’intelligenza artificiale generativa per ricevere input sotto forma di parole e quindi pubblicare altri media. In un caso, ha chiesto che la musica si adattasse all’umore del primo mattino. In un altro, ha disposto una manciata di testi e poi ha usato l’intelligenza artificiale per trasformare l’idea in una vivace melodia pop. “Ognuno è un creatore ora”, ha detto.

Huang ha mostrato come Nvidia stia collaborando con WPP per utilizzare l’intelligenza artificiale e il metaverso per ridurre i costi di produzione della pubblicità. Sta rilasciando un’offerta di rete progettata per potenziare la velocità delle informazioni all’interno dei data center. E l’azienda sta anche cercando di cambiare il modo in cui le persone interagiscono con i videogiochi: un servizio chiamato utilizzerà l’intelligenza artificiale per ravvivare i personaggi sullo sfondo e dare loro più personalità.

Huang ha anche svelato una nuova piattaforma di robotica che, secondo lui, mira ad aiutare Nvidia ad espandersi in settori oltre la tecnologia. È un progetto di riferimento che aiuterà altre aziende a costruire i propri robot da utilizzare in una serie di attività. Nell’industria pesante, ad esempio, vede opportunità nell’utilizzo di robot nelle fabbriche e nei magazzini. 

Il computer DGX è un altro tentativo di mantenere gli operatori dei data center agganciati ai prodotti Nvidia. Microsoft, Google e i loro competitor stanno tutti correndo per sviluppare servizi simili al chatbot ChatGPT di OpenAI Inc. e ciò richiede molta potenza di calcolo. Per soddisfare questo appetito, Nvidia offre apparecchiature per data center e costruisce i propri supercomputer che i clienti possono utilizzare. Ciò include due nuovi supercomputer a Taiwan, ha affermato la società.

Uno dei maggiori colli di bottiglia dell’AI è la velocità con cui i dati si spostano all’interno dei data center. Spectrum X di Nvidia, un sistema di rete che utilizza la tecnologia acquisita con l’acquisto di Mellanox Technologies nel 2020 risolverà questo problema. E la società sta costruendo un data center in Israele per dimostrare quanto sia efficace. 

La partnership WPP, nel frattempo, semplificherà la creazione di contenuti pubblicitari. Il colosso pubblicitario del Regno Unito utilizzerà la tecnologia Omniverse di Nvidia per creare “gemelli virtuali” di prodotti che possono essere manipolati per personalizzare gli annunci e ridurre la necessità di costose riprese.

Nel frattempo, Nvidia sta costruendo il più potente supercomputer di intelligenza artificiale (AI) di Israele per soddisfare la crescente domanda dei clienti di applicazioni AI. Gilad Shainer, vicepresidente senior di Nvidia, ha affermato che Nvidia ha lavorato con 800 startup in Israele e decine di migliaia di ingegneri del software. Il sistema, chiamato Israel-1, dovrebbe fornire prestazioni fino a otto exaflop di calcolo IA per renderlo uno dei supercomputer IA più veloci al mondo. Un exaflop ha la capacità di eseguire 1 quintilione – o 1.000.000.000.000.000.000 – calcoli al secondo.

Shainer ha affermato che l’intelligenza artificiale è stata la “tecnologia più importante della nostra vita” e che per sviluppare applicazioni di intelligenza artificiale e intelligenza artificiale generativa erano necessarie grandi unità di elaborazione grafica (GPU). “L’IA generativa sta andando ovunque al giorno d’oggi. Devi essere in grado di eseguire la formazione su grandi set di dati”, ha detto a Reuters, sottolineando che le aziende in Israele avranno accesso a un supercomputer che non hanno oggi.

“Questo sistema è un sistema su larga scala che in realtà consentirà loro di fare formazione molto più rapidamente, di costruire strutture e soluzioni in grado di affrontare problemi più complessi”. ChatGPT di OpenAI, ad esempio, è stato creato con migliaia di GPU Nvidia. Il sistema è stato sviluppato dall’ex team Mellanox. Nvidia ha acquistato il progettista di chip israeliano Mellanox Technologies nel 2019 per quasi 7 miliardi di dollari, superando Intel.

Shainer ha affermato che la prima priorità di Nvidia per il supercomputer sono stati i suoi partner israeliani. “Potremmo usare questo sistema per lavorare con partner al di fuori di Israele lungo la strada”, ha detto. Nvidia ha dichiarato di aver collaborato con l’Università britannica di Bristol per costruire un nuovo supercomputer utilizzando un nuovo chip Nvidia in grado di competere con Intel e Amd.

OPPO
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
TOPPS
SUBSONIC