NIKON
OPPO

Nuovi prototipi e partnership per Uber Air: il futuro dei trasporti è davvero in volo?

Uber apre il secondo summit annuale Elevate annunciando innovazioni e partnership per realizzare il primo network mondiale di aviazione urbana.

Sei mesi dopo aver annunciato che Los Angeles sarà una delle prime città statunitensi, Uber ha stretto ulteriori partnership con importanti realtà manifatturiere e tecnologiche con l’obiettivo di lanciare i primi voli dimostrativi entro il 2020 e i primi voli commerciali entro il 2023.

Uber non produrrà i veicoli ma lavorerà con i leader del settore per produrre velivoli a decollo e atterraggio verticale (VTOL) da impiegare per UberAir. Di seguito alcuni dei principali annunci condivisi durante il primo giorno del summit

  • Un nuovo modello di riferimento per UberAir: Uber ha svelato un nuovo modello di riferimento per UberAIR che volerà a più di 1.000 piedi dal suolo alla velocità di 240-320 km/h. Il modello monta quattro serie di eliche elettriche per il decollo e l’atterraggio verticale che renderanno il velivolo più sicuro e contribuiranno a ridurre il rumore, rendendolo notevolmente più silenzioso rispetto agli elicotteri esistenti.
  • Embraer ha svelato il primo modello VTOL: Il nuovo Embraer X segna una nuova direzione per la società che ha disegnato, sviluppato e certificato quasi 50 modelli di aeromobili, consegnando oltre 8.000 velivoli in 100 Paesi.
  • Un nuovo prototipo firmato Pipistrel: Pipistrel, produttore del primo aereo elettrico al mondo approvato dalla FAA, l’Alpha Electro, ha mostrato un nuovo prototipo che utilizza sistemi di propulsione dedicati per il viaggio e il decollo verticale.
  • Karem Aircraft diventa un nuovo partner di Elevate: Uber e Karem collaboreranno al loro ultimo velivolo, Butterfly, un convertiplano a quattro ruote con quattro grandi rotori montati sulle ali e sulla coda. Questo design risolve il compromesso tra l’esperienza di volo e l’efficienza di crociera attraverso un veicolo elettrico al 100% perfetto per la rete uberAIR.
  • Un nuovo accordo sulla ricerca stipulato con l’Esercito degli Stati Uniti: nell’intento di realizzare meccanismi di nuova generazione più silenziosi e performanti da impiegare nei modelli di riferimento, Uber e il CRADA  (U.S. Army Research, Development and Engineering Command, Army Research Lab) hanno firmato un accordo che prevede un cofinanziamento e lo sviluppo della ricerca per creare un propulsore co-rotante; un nuovo prototipo con due rotori posizionati l’uno sopra l’altro che ruotano nella stessa direzione e sono notevolmente più silenziosi per un velivolo.
  • Una nuova partnership con E-One Moli per lo sviluppo delle batterie. I velivoli elettrici a decollo e atterraggio verticale (VTOL) richiederanno una batteria a tecnologia più avanzata, capace di servire decine di voli con una carica e a ricarica veloce. Durante il summit, Uber ha annunciato una partnership con E-One Moli (Moli) per lo sviluppo di batterie per i VTOL. Moli lavorerà fianco a fianco con il team responsabile dello sviluppo delle batterie di Uber,  guidato da Celina Mikolajczak, per sviluppare batterie che possano essere impiegate in futuri prototipi con veicoli partner.
  • ChargePoint svela un concept di stazione di ricarica per i VTOL: ChargePoint, il network leader al mondo nella realizzazione di sistemi di ricarica per veicoli elettrici, ha mostrato il primo prototipo di design per una stazione di ricarica da due megawatt ad alta resa per velivoli elettrici e camion che servirà anche velivoli elettrici a decollo e atterraggio verticale (VTOL)
  • Uber annuncia un nuovo capitolo della collaborazione con la NASA che segue l’accordo comunicato a Novembre 2017. La ricerca della NASA sui concept e le tecnologie UAM produrrà dati necessari a supportare la creazione di standard industriali, regole e procedure per la Federal Aviation Administration (FAA) e altre normative.
OPPO
GAMEPEOPLE
DIFUZED
FIZZ
PALADONE
OTL
CROCKPOT
TOPPS
SUBSONIC