nikon mirrorless reflex igizmo
OTL

Il produttore giapponese di fotocamere Nikon si ritirerà dal business delle fotocamere reflex a obiettivo singolo e si sposterà verso la tecnologia mirrorless anche in virtù dell’intensificarsi della concorrenza delle fotocamere degli smartphone, secondo quanto scritto dal sito Nikkei.

Le fotocamere SLR di Nikon sono ampiamente utilizzate dai fotografi professionisti da oltre 60 anni e sono diventate sinonimo dell’azienda giapponese. Ora la società prevede di concentrare le risorse sulle fotocamere mirrorless, che sono diventate prodotti mainstream grazie a tecnologie digitali più avanzate.

Le fotocamere Nikon stanno perdendo terreno rispetto agli smartphone, che dispongono di fotocamere sempre più potenti. Nikon mira a batterli offrendo prodotti con caratteristiche più uniche. Da giugno 2020, quando Nikon ha lanciato la sua ammiraglia D6 SLR, non sono stati rilasciati nuovi modelli SLR. L’azienda ha già interrotto lo sviluppo di fotocamere digitali compatte.

D’ora in poi, Nikon intende concentrarsi sulle fotocamere digitali mirrorless, ma la produzione e la distribuzione dei modelli SLR esistenti continuerà. Nikon è il secondo produttore di reflex dopo Canon. Una fotocamera SLR utilizza uno specchio per riflettere un’immagine che il fotografo vede attraverso il mirino.

Nikon è stata fondata nel 1917 e ha adottato il nome dell’azienda nel 1946. Ha rilasciato la sua prima reflex nel 1959 ed è stata a lungo tenuta in grande considerazione da fotografi professionisti e giornalisti. Si è fatto un nome offrendo alternative di alta qualità alle marche tedesche come Leica che un tempo dominavano il mercato. Alla fine degli anni ’90, Nikon è passata alle reflex digitali. L’anno scorso ha venduto più di 400.000 reflex, competendo testa a testa con Canon, leader mondiale. Le reflex sono prodotte anche da Ricoh con il marchio Pentax.

Le fotocamere mirrorless hanno un sistema di visualizzazione diverso e utilizzano sensori di immagine che convertono la luce in segnali elettrici. Come le reflex, possono accettare obiettivi intercambiabili che offrono una portata molto più ampia rispetto alle lunghezze focali fisse utilizzate nella maggior parte delle fotocamere degli smartphone. Una caratteristica delle fotocamere Nikon è stata l’innesto F introdotto nel 1959. Ha sempre consentito ai fotografi di utilizzare un’ampia gamma di vecchi obiettivi su reflex recenti.

Le spedizioni di fotocamere mirrorless hanno superato le reflex per la prima volta nel 2020 con 2,93 milioni e 2,37 milioni di unità spedite rispettivamente, secondo la Camera & Imaging Products Association giapponese. C’è stato un calo generale, tuttavia. Il mercato combinato ha raggiunto il picco di 11,67 milioni di telecamere nel 2017, ma è sceso a 5,34 milioni entro il 2021.

La drammatica caduta ha costretto Nikon a concentrarsi sul segmento che ha ancora un potenziale di crescita. Nel 2021, il mercato delle fotocamere mirrorless è cresciuto del 31%, anche se quello delle fotocamere reflex è sceso del 6%. Le fotocamere mirrorless hanno potenti capacità. L’intelligenza artificiale fornisce il riconoscimento facciale e pupillare. Possono anche identificare animali, veicoli e oggetti. 

La Nikon Z9, rilasciata lo scorso anno, può scattare 120 immagini al secondo, più di dieci volte più velocemente della maggior parte delle reflex senza l’usura di un otturatore in movimento. Questo li rende ideali per la fotografia sportiva e naturalistica. Le fotocamere mirrorless sono più leggere, più piccole e silenziose senza l’otturatore. 

Con mirini migliorati e meno ritardo, l’elaborazione più rapida delle immagini aiuta i fotografi in situazioni in rapido movimento.  Le fotocamere mirrorless rappresentano già la metà dei ricavi del business dei prodotti di imaging di Nikon, rispetto a circa il 30% delle reflex. Nell’anno terminato a marzo, le vendite di prodotti di imaging sono state pari a 178,2 miliardi di yen, ovvero il 33% dei ricavi totali del gruppo.

La rivale Canon prevede inoltre di seguire Nikon e interrompere la produzione di reflex entro pochi anni.