netflix pubblicità igizmo
Nintendo

Netflix ha annunciato che aprirà un proprio studio gaming per realizzare videogiochi in Finlandia. Lo sviluppo segna il primo del suo genere per l’azienda da quando il gigante dello streaming è entrato nello spazio dei giochi mobili nel novembre 2021. Ha acquistato Next Games, con sede in Finlandia, per circa 72 milioni di dollari e nell’ultimo anno ha acquistato tre studi di videogiochi esterni.

Netflix vanta una collezione di 31 videogiochi per dispositivi mobili disponibili per il download per gli abbonati e la società prevede di averne 50 entro la fine dell’anno. Il catalogo include “Stranger Things: 1984” e “Queen’s Gambit Chess”, che sono basati sulla serie Netflix.

L’incursione dello streamer nel gaming è nelle sue fasi iniziali, ma ad agosto non c’erano molti abbonati Netflix che giocavano. Secondo Apptopia, meno dell′1% dei 220 milioni di abbonati di Netflix interagiva quotidianamente con i giochi. Netflix ha rifiutato di commentare i suoi dati sul coinvolgimento dei videogiochi.

Lo streamer, che ha perso abbonati negli ultimi trimestri, ha spiegato che poter contare su uno studio interno dedicato al gaming permette di avere un luogo in cui Netflix può sviluppare videogiochi insieme ai suoi studi sussidiari esistenti, che includono Night School Studio e Boss Fight Entertainment.

“Siamo ancora agli inizi e abbiamo molto più lavoro da fare per offrire un’esperienza di gioco eccezionale su Netflix”, ha spiegato in una nota Amir Rahimi, vicepresidente degli studi di gioco dell’azienda. “La creazione di un gioco può richiedere anni, quindi sono orgoglioso di vedere come stiamo costruendo costantemente le basi dei nostri studi di gioco nel nostro primo anno”.

La società ha affermato che i suoi giochi non avranno pubblicità e acquisti in-app. Attualmente gli utenti possono vedere i videogiochi offerti all’interno dell’app Netflix, ma i titoli poi sono scaricati come singole app.